Abbassiamo noi stessi – Predicazione del 10 Febbraio 2020

Per scaricarla vai qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Abbassiamo noi stessi – Predicazione del 10 Febbraio 2020

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Si legge in Proverbi 18:12 Prima della caduta il cuore dell’uomo si esalta,
    ma l’umiltà viene prima della gloria.

    Come hai ricordato Giacinto siamo invitati ad imitare Gesù nell’umilta’ come si legge in Matteo 11:28-29 Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime.

    È GESÙ che ci invita a scegliere gli ultimi posti (Luca 14:7-11), affinché non da se stessi ma perché sia COLUI che ci ha invitato a dirci di avvicinarci, mentre invece certe volte nelle comunità che ho frequentato ho potuto constatare l’opposto.

    Vi è un altra esortazione che ci viene fatta, ed anche questa credo è molto importante, quella di non fare ingiuste preferenze come invece spesso accade dentro e fuori dalle comunità infatti si legge in Giacomo 2:1-11
    Fratelli miei, non mescolate a favoritismi personali la vostra fede nel Signore nostro Gesù Cristo, Signore della gloria. Supponiamo che entri in una vostra adunanza qualcuno con un anello d’oro al dito, vestito splendidamente, ed entri anche un povero con un vestito logoro. Se voi guardate a colui che è vestito splendidamente e gli dite: «Tu siediti qui comodamente», e al povero dite: «Tu mettiti in piedi lì», oppure: «Siediti qui ai piedi del mio sgabello», non fate in voi stessi preferenze e non siete giudici dai giudizi perversi? Ascoltate, fratelli miei carissimi: Dio non ha forse scelto i poveri nel mondo per farli ricchi con la fede ed eredi del regno che ha promesso a quelli che lo amano? Voi invece avete disprezzato il povero! Non sono forse i ricchi che vi tiranneggiano e vi trascinano davanti ai tribunali? 7 Non sono essi che bestemmiano il bel nome che è stato invocato sopra di voi? Certo, se adempite il più importante dei comandamenti secondo la Scrittura: amerai il prossimo tuo come te stesso, fate bene; ma se fate distinzione di persone, commettete un peccato e siete accusati dalla legge come trasgressori. Poiché chiunque osservi tutta la legge, ma la trasgredisca anche in un punto solo, diventa colpevole di tutto; infatti colui che ha detto: Non commettere adulterio, ha detto anche: Non uccidere.
    Ora se tu non commetti adulterio, ma uccidi, ti rendi trasgressore della legge.

    Per citare alcune di queste preferenze che vengono fatte basti pensare e correggetemi se sbaglio a quello che uno dice perché se a dire una cosa è una certa persona conosciuta rispettata allora tutti fanno silenzio, anche se dicesse una cosa che non ci sta ma si sentirebbero battere le mani mentre se a parlare è una persona semplice che casomai non ha neanche un titolo di studi oppure una 5 elementare o terza media allora per tanti non è degno neppure di essere ascoltato/a

    Sembra che il tempo si sia fermato, i sapienti i superbi si sdegnavano prima e lo fanno ancora oggi verso quelli che sono umili e semplici Matteo 21:15-1 Ma i capi sacerdoti e gli scribi, vedute le maraviglie che avea fatte, e i fanciulli che gridavano nel tempio: Osanna al figliuol di Davide, ne furono indignati, e gli dissero: Odi tu quel che dicono costoro? E Gesù disse loro: Sì. Non avete mai letto: Dalla bocca dei fanciulli e de’ lattanti hai tratto lode?

    Gloria a Dio che continua ancora oggi a trarre lode dalla bocca di coloro che per il mondo non sono niente.

    Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.