Francesco dichiara che il diavolo si mette dentro di lui e lo muove!

Era il 2018 e Francesco era a Pietrelcina, e disse in merito al diavolo: «… si mette dentro di noi, ci muove, ci tormenta, ci inganna ….».

Avete capito quindi? Francesco ha ammesso che il diavolo si mette dentro di lui, lo muove, lo tormenta e lo inganna. Cattolici Romani, ma cosa avete ancora bisogno di sentire da questo uomo per capire che si tratta di un ministro del diavolo, che il diavolo usa per ingannarvi e menarvi in perdizione?

Giacinto Butindaro

Video originale https://youtu.be/_24axL4krnw

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Francesco dichiara che il diavolo si mette dentro di lui e lo muove!

  1. Dario scrive:

    Il cosiddetto “papa” della chiesa cattolica si trovava nella città del famoso “Padre Pio”, vero e proprio fenomeno di marketing e business, insieme al merchandise relativo a figure come “la madonna”, “Madre Teresa di Calcutta”, “san Gennaro” e personaggi analoghi, che vengono stampati su santini, quadri, statuette, magliette, borse, arredamenti per la casa e molto altro,
    per un giro di affari miliardario.

    In tutta onestà, il giro di miliardi che la chiesa cattolica ottiene con la vendita di tutto questo materiale “devozionale” scandalizza molti atei o spesso provoca anche la perdita della fede cattolica in persone, un tempo cattoliche, che notano quanto sia ipocrita, consumista e ultraliberista questa forma di commercio selvaggio, quando la chiesa cattolica pretenderebbe di spacciarsi come “povera, amica dei poveri, dalla parte dei poveri”, e fa soldi a palate vendendo gioielli (per esempio croci costosissime in oro, argento e tempestate di diamanti, smeraldi o rubini) o santini\statuette\merchandise vario.

    Per esempio, secondo cifre reperibili su siti legati al turismo, la tomba di Padre Pio è stata visitata da ben sette milioni di pellegrini: l’ingresso è gratuito, ma nei pressi si trovano negozietti che vendono “souvenir” quindi si può calcolare quanto frutti, nelle tasche della chiesa cattolica, un simile “pellegrinaggio” alle tombe dei loro santi e santuari mariani perché penso che difficilmente un turista-pellegrino non compri almeno un piccolo ricordo (souvenir, appunto).
    In città come Milano e Roma nelle zone più turistiche, ci sono dozzine di bancarelle che vendono crocifissi, rosari, quadretti persino portachiavi il tutto decorato con immagini di padre Pio, della “vergine Maria”, di sant’Ambrogio, di santa Teresa, di Francesco (molto più amato che non i papi precedenti)
    Penso che molti di questi paesini in cui sono nati questi supposti santi abbiano, come maggiore introito economico, proprio la vendita di merchandise religioso-cattolico: un fenomeno che per vastità e giro di miliardi non penso che abbia rivali con altre religioni.
    (qui in Italia non ho mai visto bancarelle con corani o materiale islamico, buddista o induista in vendita, ho visto solo centinaia di bancarelle con materiale cattolico)
    Sapevo che parte del mondo evangelico mette in vendita libri, ma non manufatti legati a statuette o santini con immagini (almeno, a quanto ho visto): il primato in quest’ambito resta sempre della chiesa cattolica.

  2. Dario scrive:

    Comunque in realtà alcuni cattolici di tipo tradizionalista sono molto critici se non avversi a Francesco: lo accusano di ecumenismo, modernismo, massoneria, ecologismo (e altre filosofie e ideologie moderne), e di aver tradito “Il Sillabo” di Papa Pio IX, a cui questi cattolici tradizionalisti sono rimasti.

    Certamente, simili cattolici odiano ancora i protestanti ed evangelici e sono convinti che siano eretici (se non bestemmiatori) e nell’errore e che saranno loro ad andare all’inferno.

    Su alcuni siti di cattolici integralisti tradizionalisti (quindi molto avversi a Francesco, che considerano una rovina per la chiesa cattolica) ho visto che chiedono alla “vergine Maria” di far convertire i protestanti, proprio perché ai loro occhi questi sarebbero “rei” di blasfemia contro, come la chiamano i cattolici, “Madre di Dio” (negandole la verginità, attributo che i cattolici mettono in prima linea).
    Mi ricordo che venni bannato da un loro forum perché riportavo (in maniera cortese e senza insulti) i versetti biblici che negano la perenne verginità di questa donna: prima di bannarmi mi diedero dell’eretico blasfemo protestante dicendomi che se non invocavo il perdono chiedendolo alla “Madre di Dio ” me ne sarei andato all’inferno; ovviamente da parte loro non potevano riportare nessun versetto biblico a sostegno delle loro fantasie su Maria, visto che nella Bibbia non si parla di nessuna “Madonna sempre vergine assunta in cielo”, anche se per loro è un dogma fondamentale e anatema per chi lo nega.

    L’esperienza mi fece riflettere perché sono convinto che anche durante l’inquisizione cattolica tutte quelle persone che negavano la perpetua verginità di Maria (o altri falsi dogmi cattolici inventati dai teologi e inesistenti nella Bibbia) e che vennero condannate alla tortura e poi alla morte per rogo, per quanto mostrassero certi versetti, venivano silenziati e messi a morte, anche se neanche allora i cattolici potevano dimostrare di avere ragione sulle loro affermazioni.
    Ad ogni modo questi cattolici che mi bannarono non erano per niente sostenitori di papa Francesco, anzi, lo considerano un nemico, uno che ha rovinato il cattolicesimo e la chiesa cattolica: non so se avete letto la “mozione di sfiducia” che è stata firmata da molti vescovi che chiedono le dimissioni di Francesco proprio perché ritengono che molte sue affermazioni siano contrarie alla dottrina cattolica… insomma, anche nella chiesa cattolica è in atto una guerra intestina tra diverse fazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.