Noi ubbidiamo a Dio anziché agli uomini

La Chiesa è il Corpo di Cristo, ripeto il Corpo di Cristo, e quando si raduna nel nome del Signore Gesù Cristo, Egli è in mezzo a coloro che sono membri del Suo corpo. E ciò che si può fare o non si può fare durante la riunione di culto lo sappiamo in quanto conosciamo la volontà di Dio in Cristo Gesù a tale riguardo, che è espressa chiaramente negli Scritti Sacri. Quindi, voglio che sappiate che se Cesare ci vieta di fare durante il culto delle cose che Dio ci ordina di fare, o di fare cose che andrebbero a stravolgere l’ordine del culto o a danneggiare la comunione tra i partecipanti al culto, noi non siamo disposti ad ubbidire a Cesare, perché ubbidirgli significherebbe andare contro la Parola di Dio, e perciò contrastare e contristare lo Spirito Santo che è in noi. La Chiesa non è di questo mondo ma è di Cristo Gesù, che ne è il Suo Capo Supremo e deve ubbidire ai Suoi comandamenti costi quel che costi. Per cui in questo caso mettiamo in pratica quello che hanno detto gli apostoli: “Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini” (Atti 5:29). Termino dicendo questo: coloro che preferiscono ubbidire a Dio anziché agli uomini saranno da Dio benedetti e onorati. Saranno invece avviliti, castigati e svergognati coloro che pur di piacere agli uomini, o per paura degli uomini, preferiscono ubbidire agli uomini anziché a Dio.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Noi ubbidiamo a Dio anziché agli uomini

  1. andrea scrive:

    Ben detto Giacinto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.