Un principio diabolico da rigettare

Per potere unire la Chiesa a tutte le religioni del mondo e realizzare così la religione unica mondiale, la Massoneria ha pianificato di fare accettare ai Cristiani il principio della fratellanza universale, secondo il quale tutti gli uomini sono figliuoli di Dio a prescindere quello in cui credono e quindi sono figliuoli di Dio anche gli Ebrei, i Mussulmani, i Buddisti, gli Shintoisti, i Satanisti, etc. etc. i quali non credono nell’Evangelo, cioè non credono che Gesù è il Cristo, che è morto sulla croce per i nostri peccati, secondo le Scritture, che fu seppellito, che risuscitò dai morti il terzo giorno, secondo le Scritture, e che apparve ai suoi discepoli (cfr. 1 Corinzi 15:1-11). Il principio dunque che la Massoneria vuole farci accettare è un principio diabolico perché la Sacra Scrittura afferma in maniera inequivocabile che sono figliuoli di Dio soltanto coloro che credono che Gesù è il Cristo, infatti è scritto: “Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio” (1 Giovanni 5:1), ed anche: “A tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio; a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio” (Giovanni 1:12-13).
Sappiamo benissimo che affermare questo equivale a dire che miliardi di persone non sono figliuoli di Dio ma solo creature di Dio, e quindi che ciò ci fa apparire presuntuosi, ma la verità è questa, e non si può fare nulla contro la verità, ma quello che si può fare è per la verità (cfr. 2 Corinzi 13:8). Quindi non importa quanto volte e con quanta intensità i sostenitori del principio della fratellanza universale possano proclamare il loro amato principio, esso rimane un principio menzognero, generato dal diavolo, che è bugiardo e padre della menzogna. Non importa se lo proclamano in un tempio massonico, o dentro il locale di culto di una Chiesa, o in televisione, o alla radio, o sui giornali, quel principio è una menzogna, che illude i peccatori mantenendoli sotto il peccato e sulla via che mena all’inferno. Noi invece continueremo a proclamare ai peccatori l’Evangelo di Cristo, esortandoli a ravvedersi e a credere nell’Evangelo per essere salvati dai loro peccati e per diventare figliuoli di Dio, perché il nostro desiderio e la nostra preghiera a Dio per loro è che siano salvati e che diventino figliuoli di Dio, affinché possano entrare nel regno dei cieli. Ma gli continueremo anche a proclamare che chi non avrà creduto nell’Evangelo sarà condannato (cfr. Marco 16:16), per cui con ogni franchezza gli diremo che se non credono nella Buona Novella che Gesù è il Cristo, l’ira di Dio rimarrà sopra di essi e moriranno nei loro peccati andandosene nelle fiamme dell’inferno.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Massoneria, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.