Ex-ADI: «Io ringrazio il Signore per la pandemia»

Le parole che leggerete sono di una sorella che fino a poco tempo fa apparteneva all’organizzazione filo-massonica Assemblee di Dio in Italia (ADI), e che il Signore nella sua grazia ha visitato per liberarla da questa organizzazione. E per liberarla si è usato del lockdown (l’isolamento) che le autorità avevano ordinato mesi fa in Italia. Assieme a lei anche suo marito è stato liberato. Quindi Dio ha aperto loro la mente per intendere le Scritture, ed essi hanno finalmente trovato la libertà che è nel Signore. E sono persuaso che molti altri come loro hanno compreso durante il lockdown che i pastori ADI amano il denaro e non Dio, e questo spiega la loro mancanza d’amore verso la Parola di Dio e il popolo di Dio. Lo ripeto per l’ennesima volta a coloro che ancora sono indecisi: uscite e separatevi dalle ADI, la faccia di Dio è contro questa organizzazione. Leggete la lista delle cose perverse che insegnano nelle ADI http://lanuovavia.org/confutazioni-lista-menzogne-adi.html.

Giacinto Butindaro


————————-
«Pace fratello, sai, durante tutto il periodo di pandemia stavamo a casa e i consiglieri venivano a casa non per darci conforto ma a prendere le buste dove noi mettavamo l’offerta non chiedevano neppure come stavamo vivendo senza lavoro ma grazie Gesù solo a Lui non ci è mancato nulla e proprio questo fatto ha turbato molti fratelli che si sono allontanati. Molto precisi nel giorno e l’ora e ci raccomandavano di non scrivere il nome. Perche sai l’offerta è segreta e poi lui si presentava fuori la porta con la mascherina e diceva sorella meglio se stiamo fuori evitiamo manteniamo la distanza. Fratello Giacinto perdonami per quello che scrivo ora: io ringrazio il Signore per la pandemia»

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Ex-ADI: «Io ringrazio il Signore per la pandemia»

  1. fabio scrive:

    Pace,
    Che Dio benedica nel nome di GESÙ questa donna e suo marito e i fortifichi sempre di più nella Sua conoscenza e grazie per questa testimonianza che sarà certamente utile verso altri che il Signore chiamerà.

    Vorrei fare memoria di ciò che LA PAROLA DI DIO ci insegna in 2 Corinzi 8:12-15
    La buona volontà, quando c’è, è gradita in ragione di quello che uno possiede e non di quello che non ha. Infatti non si tratta di mettere voi nel bisogno per dare sollievo agli altri, ma di seguire un principio di uguaglianza; nelle attuali circostanze, la vostra abbondanza serve a supplire al loro bisogno, perché la loro abbondanza supplisca altresì al vostro bisogno, AFFINCHÉ CI SIA UGUAGLIANZA, secondo quel che è scritto: «CHI AVEVA RACCOLTO MOLTO NON NE EBBE DI TROPPO, E CHI AVEVA RACCOLTO POCO, NON NE EBBE TROPPO POCO ».

    purtroppo la testimonianza di questa donna è una realtà perché tanti che si dicono pastori, anziani, guide, si comportano nei confronti del gregge con disinteresse (non dico tutti ma tanti), ed ecco che riducendo in povertà alcuni fanno arricchire sempre di più la propria organizzazione con il patrimonio immobiliare che ne consegue.

    Altra cosa che fa pensare è il loro modo di comportarsi e del quale GESÙ ci esorta del continuo a guardare il frutto, perché dove è la loro fede nell’incontrare un fratello o sorella per prendere “l’offerta’ fermandosi sul pianerottolo o anche più lontani, per paura del contagio dandosi un abbraccio, chissà forse che quella busta con i soldi dell’offerta invece per loro era incolume…
    Vabbè senza parole.

  2. Pietro Durante scrive:

    Che vergogna,e questi qua avrebbero l’amore di Cristo per i fratelli????È una vergogna come al primo posto mettono il denaro ANZICHÉ la comunione fraterna,se la vedranno con Dio se non si ravvederanno,spero.per loro che si ravvedano per scampare al giusto giudizio si Dio.

  3. Andrea scrive:

    Che bella notizia. Il comportamento è IDENTICO a quello dei testimoni di Geova e quindi quei falsi “pastori” ne ricevono i frutti.

  4. Giambattista scrive:

    Gloria a Dio per questa potente testimonianza, molti stanno comprendendo che il cammino dev’essere fatto con Dio davanti e non con le varie organizzazioni come punto di riferimento, la vera Chiesa si sta riunendo nelle case come al tempo degli Apostoli, Gloria a nome del Signore che ancora oggi libera, guarisce e salva! 🙏

  5. Giovan battista scrive:

    Preghiamo per i membri adì e di tutte le denominazioni sono persuaso che Dio ha nelle adì veri credenti che stanno lottando per fermare queste eresie e massoneria e per far comprendere ciò ai fratelli cosi come lot era a Sodoma 2 Pietro cap 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.