Contro la menzogna «l’inferno non esiste» – Predicazione del 30 Settembre 2020

Per scaricarla vai qua

Questa voce è stata pubblicata in Mie predicazioni audio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Contro la menzogna «l’inferno non esiste» – Predicazione del 30 Settembre 2020

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Ringrazio Dio per la franchezza con la quale parli e per la semplicità con cui LO SPIRITO SANTO ti dà da esprimerti, a Dio piacendo vorrei anche io riflettere su questa VERITÀ che LA PAROLA DI DIO ci attesta.

    Le risposte che hai riportato in questa predicazione che coloro che non credono nell’esistenza di questo luogo di tormenti sono risposte che ci sentiamo dire, le stesse in particolar modo quella in cui affermano che Dio è Amore e quindi non farebbe mai soffrire una sua creatura per l’eternità.

    Ora fermo restando che DIO È AMORE, È IN TUTTO CIÒ CHE È AMORE, MA DIO È ANCHE GIUSTO tanto che l’apostolo Paolo esortò a considerare LA MISERICORDIA DI DIO E ALLO STESSO TEMPO LA SEVERITÀ come si legge in Romani 11:22 Considera dunque la bontà e la severità di Dio: la severità verso quelli che sono caduti; ma verso di te la bontà di Dio, purché tu perseveri nella sua bontà; altrimenti, anche tu sarai reciso.

    Oggi come hai detto Giacinto è più semplice parlare della MISERICORDIA DI DIO, dire alle persone quello che di vogliono sentire dire come quando hai detto che quando qualcuno muore tanti dicono di non giudicare ma poi mandano tutti in cielo, cosacaccadrebbe se invece dicessero LA VERITA dai loro pulpiti, accadrebbe quello che si legge in Atti 5:11 Allora un gran timore venne su tutta la chiesa e su tutti quelli che udivano queste cose.

    La riflessione che vorrei fare è su una frase che l’apostolo Paolo scrisse a quelli di Corinto quando disse in 1 Corinzi 15:32
    Se soltanto per fini umani ho lottato con le belve a Efeso, che utile ne ho? Se i morti non risuscitano, «mangiamo e beviamo, perché domani morremo».

    Paolo non disse in questa frase provocatoria che voleva spingere quelli della comunità di Corinto a non accettare così facilmente un’altro Vangelo, ma a rimanere saldi nella FEDE, NELLA SPERANZA CERTA CHE DIO CI HA DATO NEL SUO FIGLIO GESU CRISTO, SPERANZA CHE NON DELUDE PERCHÉ CRISTO È VERAMENTE RISUSCITATO DAI MORTI, e non gli scrisse “se i giusti non risuscitano” ma precisò dicendo ma “se i morti non risuscitano allora mangiamo e beviamo tanto domani moriremo” e perché non scrisse “se i giusti non risuscitano” perché lui aveva questa speranza che si legge in Atti 24:15 avendo in Dio la speranza, condivisa anche da costoro, che ci sarà una risurrezione dei giusti e degli ingiusti.

    Ora se proviamo a riflettere sulla frase permettetemi “provocatoria”, potremmo affermare che se le cose stessero così ognuno anche chi fa il male può fare quello che gli pare tanto domani moriremo tutti dice, mentre invece poi ePaolo testimonia che le cose stanno ben diversamente PERCHÉ CRISTO È RISUSCITATO e come per la disubbidienza di uno solo tutti muoiono per L’UBBIDIENZA DI UNO SOLO GESÙ CRISTO tutti resuscitano, sia i giusti che gli ingiusti, quindi coloro che adesso se ne fregano di una così grande salvezza che Dio offre gratuitamente agli uomini, e continuano a fare ciò che è male davanti a Dio devono sapere che adesso “mangiano e bevono”, fanno ciò che è male agli occhi di Dio, ma domani solo il loro corpo morirà perché la loro anima andrà in questo luogo di tormento.

    Chiedo scusa se non dono riuscito a spiegarmi, però e ho finito vorrei dire a tutti coloro che negano l’esistenza di questo luogo perché considerano solo LA MISERICORDIA DI DIO, SENZA CONSIDERARE LA DUA GIUSTIZIA, che riflettano anche su questo, Dio non ha necessità che qualcuno gli dica qualcosa su una sua creatura perché DIO È COLUI CHE SCRUTA LE RENI E IL CUORE (Apocalisse 2:23), quindi secondo il loro ragionamento che fanno contorcendo quello che si legge NELLA PAROLA DI DIO, che senso avrebbe far risorgere dai morti coloro che sono stati ingiusti per poi annichiliti come affermano, mentre invece la VERITA ESPRESSANELLA BIBBIA che anche con questa predicazione hai testimoniato Giacinto si vede come il coro e l’anima sono due parti distinte del nostro essere purché adesso si momento presente l’anima abita nel corpi/la tenda e che alla sua ripartenza subirà il GIUDIZIO SECONDO LA FEDE IN GESÙ E QUINDI OTTENENDO LA GIUSTIZIA CHE DETIVA DALLA FEDE, OPPURE SEVONDO LE PROPRIE OPERE SENZA LA FEDE DOVE POSSIAMO AFFERMARE CON CERTEZZA CHE Galati 3:11 E che nessuno mediante la legge sia giustificato davanti a Dio è evidente, perché il giusto vivrà per fede.

    Sia reso grazie a Dio nel nome di GESÙ per tutti coloro che parlano con sincerità

  2. Giovan battista scrive:

    L’inferno esiste e ci vanno i peccatori

    • Andrea scrive:

      esatto… e purtroppo vanno in un fuoco eterno… non voglio nemmeno pensarci, ogni volta atterrisco!
      Tremendo è il nostro Dio, non solo Misericordioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.