Alla gloria di Dio Padre

Dio Padre ha amato il Suo Figliuolo Gesù Cristo – la Parola, che era Dio ed era con Dio Padre nel principio (cfr. Giovanni 1:1-2) – avanti la fondazione del mondo (cfr. Giovanni 17:24); Lo ha ben preordinato come Agnello senza difetto né macchia prima della fondazione del mondo affinché desse se stesso per noi in offerta e sacrificio a Dio per la colpa (cfr. 1 Pietro 1:19-20; Efesini 5:2; Isaia 53:10); ha creato tutte le cose per mezzo di Lui e in vista di Lui (cfr. Colossesi 1:16); Lo ha santificato (cfr. Giovanni 10:36) e lo ha mandato nel mondo nella pienezza dei tempi per essere la propiziazione per i nostri peccati, avendoLo prestabilito come propiziazione mediante la fede nel Suo sangue (cfr. Giovanni 8:42; Romani 3:25; 1 Giovanni 4:10); Lo ha dato per tutti noi (cfr. Romani 8:32); Lo ha fatto di poco inferiore agli angeli (cfr. Ebrei 2:9), ma si è compiaciuto di fare abitare in Lui tutta la pienezza della Deità (cfr. Colossesi 1:19; 2:9); ha apposto su Lui il proprio suggello (cfr. Giovanni 6:27); ha posto il Suo Spirito sopra di Lui, ungendoLo di Spirito Santo e di potenza (cfr. Matteo 12:18; Atti 10:38); Lo ha unto d’olio di letizia, a preferenza dei suoi compagni, perché ha amato la giustizia e odiato l’iniquità (cfr. Ebrei 1:9); Lo ha unto per evangelizzare i poveri e Lo ha mandato a bandir liberazione a’ prigionieri, ed ai ciechi ricupero della vista; a rimettere in libertà gli oppressi, e a predicare l’anno accettevole del Signore (cfr. Luca 4:18-19); era in Lui (cfr. Giovanni 10:38), e con Lui e non lo lasciò solo perché Egli faceva del continuo le cose che piacevano al Padre (cfr. Giovanni 8:29); si è compiaciuto in Lui e ha comandato ai Suoi discepoli di ascoltarLo (cfr. Matteo 17:5); Gli ha comandato quello che doveva dire e di che doveva ragionare (cfr. Giovanni 12:49) per cui Dio ci ha parlato per mezzo di Lui (cfr. Ebrei 1:2); Gli ha dato in mano ogni cosa (cfr. Luca 10:22); Gli ha dato d’aver vita in se stesso (cfr. Giovanni 5:26); Gli ha dato autorità di giudicare (cfr. Giovanni 5:27); Gli ha dato tutto il giudicio (cfr. Giovanni 5:22); ha reso testimonianza di Lui (cfr. Giovanni 5:37; 8:18); ha attirato a Lui quelli che erano Suoi (cfr. Giovanni 6.44); Gli ha dato quelli che erano Suoi (cfr. Giovanni 17:6,11; Ebrei 2:13); Gli ha dato potestà sopra ogni carne affinché Egli dia vita eterna a tutti quelli che Dio gli ha dato (cfr. Giovanni 17:2); Gli mostra tutto quello che Egli fa (cfr. Giovanni 5:20); Gli ha ordinato come operare (cfr. Giovanni 14:31); Gli ha dato a compiere delle opere (cfr. Giovanni 5:36) e difatti ha fatto per mezzo di Lui opere potenti e prodigi e segni, ossia le opere Sue (cfr. Giovanni 14:10; Atti 2:22); Lo ha esaudito (cfr. Giovanni 11:41-42;); Lo ha fatto ministro dei circoncisi a dimostrazione della veracità di Dio, per confermare le promesse fatte ai padri (cfr. Romani 15:8); Gli ha ordinato di deporre la Sua vita e di ripigliarla (cfr. Giovanni 10:18); Gli ha dato un calice (cfr. Giovanni 18:11); Lo ha reso perfetto per via di sofferenze (cfr. Ebrei 2:10); ha fatto cadere su Lui l’iniquità di noi tutti (cfr. Isaia 53:6); Lo ha fatto esser peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in Lui. (cfr. 2 Corinzi 5:21); si è compiaciuto di fiaccarLo coi patimenti (cfr. Isaia 53:10); mediante la Sua potenza Lo ha risuscitato dai morti, non lasciando la sua anima nell’Ades e non permettendo che la sua carne vedesse la corruzione (cfr. Atti 2:24-32; 1 Corinzi 6:14); dopo averLo risuscitato (a cagione della nostra giustificazione – cfr. Romani 4:25), Lo ha fatto sedere alla propria destra nei luoghi celesti (cfr. Efesini 1:20) dove Gesù intercede per noi (cfr. Romani 8:34), ponendogli ogni cosa sotto i piedi (cfr. 1 Corinzi 15:27; Efesini 1:22; Ebrei 2:8); Gli ha dato ogni potestà in cielo e sulla terra (cfr. Matteo 28:18; Apocalisse 2:27); Lo ha glorificato di nuovo glorificandoLo presso Se stesso della gloria che Egli aveva presso Dio avanti che il mondo fosse (cfr. Giovanni 12:28; 13:32; 17:1,5,24;); quando di nuovo introduce il Primogenito nel mondo, dice: Tutti gli angeli di Dio l’adorino! (cfr. Ebrei 1:6); avendolo esaltato alla Sua destra, gli ha dato lo Spirito Santo promesso affinché lo spargesse sulla Chiesa (cfr. Atti 2:33); L’ha fatto e Signore e Cristo (cfr. Atti 2:36); Lo ha costituito Principe e Salvatore, per dare ravvedimento a Israele e remission dei peccati (cfr. Atti 5:31); Lo ha proclamato, con giuramento, Sommo Sacerdote in eterno secondo l’ordine di Melchisedec (cfr. Ebrei 5:5,10; 6:20; 7:21); Lo ha fatto per noi sapienza, e giustizia e santificazione e redenzione (cfr. 1 Corinzi 1:30); Lo ha dato per capo supremo alla Chiesa (cfr. Efesini 1:22); Lo ha sovranamente innalzato e Gli ha dato il nome che è al disopra d’ogni nome, affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra e sotto la terra, e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre (Filippesi 2:9-11); Lo ha costituito erede di tutte le cose (cfr. Ebrei 1:2); ci ha riconciliati nel corpo della carne di Lui, per mezzo della morte d’esso (cfr. Colossesi 1:22); ha mandato ad effetto in Lui il proponimento eterno (cfr. Efesini 3:11); a Suo tempo manifesterà l’apparizione del nostro Signor Gesù Cristo (cfr. 1 Timoteo 6:14-16); nel giorno fissato giudicherà il mondo con giustizia per mezzo di Lui (cfr. Atti 17:31); quando avrà sottoposto ogni cosa a Gesù, allora anche il Figlio stesso sarà sottoposto a Colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinché Dio sia tutto in tutti (cfr. 1 Corinzi 15:28).

Al beato e unico Sovrano, il Re dei re e Signor dei signori, il quale solo possiede l’immortalità ed abita una luce inaccessibile, il quale nessun uomo ha veduto né può vedere, siano onore e potenza eterna. Amen.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Insegnamenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.