In cielo con Gesù – Predicazione del 26 Febbraio 2024

Per scaricarla vai qua

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a In cielo con Gesù – Predicazione del 26 Febbraio 2024

  1. Massimo Samadello scrive:

    Un figlio di Dio, qual’è stato Stefano, come da te a ragione citato Giacinto, che stava per morire da martire a causa della Parola di Dio, NON avrebbe mai e poi mai aver detto ai suoi persecutori omicidi delle bugie! E le parole proferite da Stefano negli ultimi istanti della sua vita terrena dovrebbero ridondare ancor oggi negli orecchi di certi GIUDEI : “Gente dal collo duro e incirconcisa di cuore e d’orecchi, voi opponete sempre resistenza allo Spirito Santo, come fecero i vostri padri, così fate anche voi. Quale dei profeti non perseguitarono i vostri padri? ESSI uccisero quelli che preannunciavano la venuta del GIUSTO, DEL QUALE VOI ORA SIETE DIVENUTI I TRADITORI e gli UCCISORI; VOI che avete ricevuto la Legge promulgata dagli angeli, e non l’avete osservata” (Atti 7:51-53). Stefano pieno di grazia e di potenza, che aveva fatto grandi prodigi e segni tra il popolo dei Giudei, pieno di Spirito Santo, pochi attimi prima di morire, ebbe il privilegio di vedere i cieli aperti, la Gloria di Dio e Gesù che stava alla destra del Padre.” Ma quei GIUDEI CHE UCCISERO IL CRISTO DI DIO, non persero tempo a UCCIDERE anche Stefano, che la Parola di Dio beffandosi chiaramente delle loro grida, dello sgomento e del mortale disprezzo verso un figlio di Dio, afferma : si addormentò. Sì, Stefano, aggredito violentemente, strattonato e preso a sassate tra grida, insulti e chissà che altro da parte di quei diavoli dei Giudei, si addormentò! Questa è la pace profonda che avvolge un figlio di Dio, che consapevole di essere un pellegrino e straniero su questa terra “si addormenta” e va in cielo ad abitare col Signore, nella sua gloria!

  2. fabio scrive:

    Pace Massimo,
    Ho finito ieri di ascoltare questa predicazione anche io, e concordo con quanto scrivi nella tua riflessione.
    Tutti costoro, l’apostolo Paolo, Pietro, Stefano, Giovanni e tanti altri hanno parlato con coraggio nel nome di Gesù come si legge anche in Atti 9:26-29
    26 Venuto a Gerusalemme, cercava di unirsi con i discepoli, ma tutti avevano paura di lui, non credendo ancora che fosse un discepolo. 27 Allora Barnaba lo prese con sé, lo presentò agli apostoli e raccontò loro come durante il viaggio aveva visto il Signore che gli aveva parlato, e come in Damasco aveva predicato con coraggio nel nome di Gesù. 28 Così egli potè stare con loro e andava e veniva a Gerusalemme, parlando apertamente nel nome del Signore 29 e parlava e discuteva con gli Ebrei di lingua greca; ma questi tentarono di ucciderlo.

    Ma come afferma LA PAROLA DI DIO, “non c’è niente di nuovo sotto il sole…” infatti Massimo ricordando i versetti di atti 7:51-53, mi viene alla mente sempre quanto disse Gesù in Matteo 23:29-32
    29 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che innalzate i sepolcri ai profeti e adornate le tombe dei giusti, 30 e dite: Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro per versare il sangue dei profeti; 31 e così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli degli uccisori dei profeti. 32 Ebbene, colmate la misura dei vostri padri!

    Stefano, quindi diede testimonianza a Gesù Cristo, senza vergogna, senza “museruola” perdendo la sua vita per amor di Gesù ma allo stesso tempo come hai ben ricordato, Massimo, essendo salvato per andare ad incontrarsi con il Signore nei cieli, infatti sempre si legge in Marco 8:35-38
    35 Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi perderà la sua vita per amor mio e del vangelo, la salverà. 36 E che giova all’uomo se guadagna tutto il mondo e perde l’anima sua? 37 Infatti, che darebbe l’uomo in cambio della sua anima? 38 Perché se uno si sarà vergognato di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui quando verrà nella gloria del Padre suo con i santi angeli».

    Le parole dell’apostolo Paolo au Corinzi ci aiutano a capire proprio il titolo di questa predicazione infatti parlando della Fede di Avele, di Enoc, di Noè, di Abramo , di Sara e di molti altri ancora dei quali scrisse in
    Ebrei 11:13-16
    13 Tutti costoro sono morti nella fede, senza ricevere le cose promesse, ma le hanno vedute e salutate da lontano, confessando di essere forestieri e pellegrini sulla terra. 14 Infatti, chi dice così dimostra di cercare una patria; 15 e se avessero avuto a cuore quella da cui erano usciti, certo avrebbero avuto tempo di ritornarvi! 16 Ma ora ne desiderano una migliore, cioè quella celeste; perciò Dio non si vergogna di essere chiamato il loro Dio, poiché ha preparato loro una città.

    Hai fatto bene quindi Guacinto ga ricordare anche questa altra esortazione cge LA PAROLA DI DIO ci rivolge oer mezzo di questa lettera che l’apostolo Paolo scrisse in 2Timoteo 4:7-8 Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, HO CONSERVATO LA FEDE. 8 Ormai mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; È NON SOLO A ME, MA ANCHE A TUTTI QUELLI CHE AVRANNO AMATO LA SUA APPARIZIONE.

    Perciò fratelli nel SIGNORE GESÙ anche noi che serbiamo LA FEDE IN CRISTO GESÙ, IL FIGLIO DI DIO, esortiamoci gli uni gli altri nel camminare secondo LA VOLONTÀ DI DIO.
    Pace e che Dio vi benedica nel nome di Gesù Cristo

  3. fabio scrive:

    …altra cosa importante che Giacinto ha ribadito ed è bene ricordare è quanto si legge in Giovanni 14:6
    Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

    In molti ancora non hanno compreso una cosa , che non si può pensare di combattere contro Dio e vincere (Atti 5:38-39, Giobbe 9:4) sarebbe come fare una partita a scacchi con la differenza che Dio sa già tutte le mosse che faranno tutti i suoi avversari ancor prima che le facciano…infatti già sapeva che Satana avrebbe usato molti per insinuare che Gesù è (una) Via, (una) Verità è (una) Vita, perché aggiungendo anche solo l’articolo “una” cambia tutto il significato di quanto leggiamo, ecco perché si legge in Matteo 5:18
    Poiché in verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, neppure un iota o un apice della legge passerà senza che tutto sia adempiuto. Ed anche in Apocalisse 22,18-19
    18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro 19 e, se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte dell’albero della vita e della città santa, che sono descritti in questo libro.

    Quindi è giusto ribadire LA VERITÀ in particolare che Giovanni 14:6
    GESÙ GLI DISSE: «IO SONO LA VIA, LA VERITÀ E LA VITA; NESSUNO VIENE AL PADRE SE NON PER MEZZO DI ME.

    È come se vi fosse un valico immenso e L’UNICO PONTE con il quale abbiamo la possibilità di attraversarlo per passare da una sponda all’altra si chiama GESÙ.

    Vorrei Giacinto se permetti fare un’ultima riflessione su quanto hai citato di Lazzaro e della commozzione di Gesù quando si legge in
    Giovanni 11:33-44
    33 Quando Gesù la vide piangere, e vide piangere anche i Giudei che erano venuti con lei, fremette nello spirito, si turbò e disse: 34 «Dove lo avete deposto?» Essi gli dissero: «Signore, vieni a vedere!»
    35 Gesù pianse.
    36 Perciò i Giudei dicevano: «Guarda come lo amava!» 37 Ma alcuni di loro dicevano: «Non poteva, lui che ha aperto gli occhi al cieco, far sì che questi non morisse?»

    Na allo stesso tempo quello che si legge di seguito in Giovanni 11:41-42
    41 Tolsero dunque la pietra. Gesù, alzati gli occhi al cielo, disse: «Padre, ti ringrazio perché mi hai esaudito. 42 Io sapevo bene che tu mi esaudisci sempre; ma ho detto questo a motivo della folla che mi circonda, affinché credano che tu mi hai mandato».

    Nel riflettere sul pianto di Gesù davanti al sepolcro ho sempre visto e collegato questo alle parole che si leggono di seguito quando vide che il PADRE DIO, lo aveva esaudito, perché così avvenivano sempre…provo a spiegarmi meglio, è un po come il pianto che hai descritto tu Giacinto di quando hai sentito in te di avere la VITA ETERNA, appena convertito, e questo come per ognuno di noi non per meriti di cui vantarsi, na PERCHÉ PER LA SOLA E UNICA VOLONTÀ DEL PADRE, SIAMO STATI NONOSTANTE LE NOSTRE IMPERFEZIONI, ATTIRATI A SUO FIGLIO, GESÙ CRISTO (Giovanni 6:44) E PER MEZZO DELLA FEDE NEL SACRIFICIO DELLA PROPRIA VITA, CHE GESÙ HA COMPIUTO MORENDO IN CROCE E RISORGENDO DAI MORTI AL TERZO GIORNO (1 Corinzi 15:1-11) CI È STATA DONATA, REGALATA LA VITA ETERNA
    Ancora oggi quando dentro di noi sentiamo che Dio il PADRE per mezzo di GESÙ ci risponde ci esaudisce, ci aiuta per qualcosa che gli abbiamo chiesto, sentiamo in noi lo stesso sentimento che fa scendere dai nostri occhi lacrime di gioia perché cere sono le parole del salmista
    Salmi 8
    O SIGNORE, Signore nostro,
    quant’è magnifico il tuo nome in tutta la terra!
    Tu hai posto la tua maestà nei cieli.
    2 Dalla bocca dei bambini e dei lattanti hai tratto una forza, a causa dei tuoi nemici,
    per ridurre al silenzio l’avversario e il vendicatore.
    3 Quando io considero i tuoi cieli, opera delle tue dita,
    la luna e le stelle che tu hai disposte,
    4 CHE COS’È L’UOMO PERCHÉ TU LO RICORDI?
    IL FIGLIO DELL’UOMO PERCHÉ TE NE PRENDA CURA?
    5 EPPURE TU L’HAI FATTO SOLO DI POCO INFERIORE A DIO,
    E L’HAI CORONATO DI GLORIA E D’ONORE.
    6 Tu lo hai fatto dominare sulle opere delle tue mani,
    hai posto ogni cosa sotto i suoi piedi:
    7 pecore e buoi tutti quanti
    e anche le bestie selvatiche della campagna;
    8 gli uccelli del cielo e i pesci del mare,
    tutto quel che percorre i sentieri dei mari.
    9 O SIGNORE, Signore nostro,
    quant’è magnifico il tuo nome in tutta la terra!

    Perdonatemi se sono stato lungo e per ultimo vorrei ricordare Giacinto che anche se molti vorrebbero cambiare quanto è altresi scritto, che questo si legge in Romani 14:11
    infatti sta scritto:
    «Come è vero che vivo», dice il Signore,
    «ogni ginocchio si piegherà davanti a me,
    e ogni lingua darà gloria a Dio».

    Ed anche in
    Filippesi 2:5-11
    5 Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù, 6 il quale, pur essendo in forma di Dio, non considerò l’essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente, 7 ma svuotò se stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini; 8 trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce. 9 Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome, 10 affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra, e sotto terra, 11 e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre.

    Pace

    • Massimo Samadello scrive:

      Pace Fabio, Gesù è in cielo certo, ma la sua presenza possiamo realizzarla anche qui, sulla terra, secondo la sua promessa : “dove due o tre sono RIUNITI NEL MIO NOME, io sarò nel loro mezzo”. Per fede lo crediamo. Lui altresì ha preparato un luogo per ciascun credente lassù nel cielo, nella casa del Padre, ove ci sono molte dimore. E sempre secondo la sua promessa :” tornerò e vi accoglierò presso di me, affinchè dove sono io, siate anche voi; e del luogo dove io vado, sapete anche la Via” (Giovanni 14:3-4).
      Il Signore ci ha fatto grazia di conoscere la Via che purtroppo molti non conoscono, o non vogliono o non interessa o non è dato di conoscere. Ho perso mio padre all’età di 17 anni e credimi non mi sono fatto mai la domanda : “Dove sarà ora mio padre?”, perchè il Signore dopo pochissimo tempo ha fatto sì che mi si manifestasse! So di dire una cosa strampalata per il mondo, ma non m’importa del mondo e di ciò che può pensare! Il mondo non da’ come invece da’ il Signore. Col Signore è sempre una bella avventura, sappilo però aspettare…ricordi quanto è scritto? E Lui, al quale tu sei prezioso, saprà ricompensarti, perchè no, anche su questa terra, ma non secondo il mondo…ma come Lui vuole che sia per me, per il tuo bene! Sta di buon cuore! Pace.

      • fabio scrive:

        Pace Massimo, Grazie per le parole che mi hai scritto che condivido appieno, infatti già una famiglia, due o tre persone che sono riunite nel Nome del Signore Gesù, formano una Chiesa, un luogo separato da tutti gli altri, na vi è la conduzione importante che dice il Signore Gesù ” riunititi nel mio Nome” e ci da anche un’altra certezza e conferma sempre secondo la SUA VOLONTÀ che Giovanni 14:13
        e quello che chiederete NEL MIO NOME, lo farò; affinché il Padre sia glorificato nel Figlio.

        Si legge anche in Matteo 28:19-20
        Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, 20 insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. ED ECCO, IO SONO CON VOI TUTTI I GIORNI, SINO ALLA FINE DALL’ETÀ PRESENTE ».

        che Dio il Padre ti benedica Massimo nel nome di Gesù

        Mi spiace peril fatto che il tuo padre ti sia venuto a mancare così presto e forse non sarà la Scrittura giusta wuella di cui faccio memoria ma si legge in Matteo 19:29
        E chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi a causa del mio nome, ne riceverà cento volte tanto, ed erediterà la vita eterna.

        Ecco che nonostante tu abbia certamente sofferto in principio per la sua perdita, tutto si è mosso oer VOLONTA DI DIO PADRE, perché tu fossi attirato a SUO FIGLIO GESÙ e GESÙ STESSO TI RIVELASSE IL PADRE affinché tu oggi sei quello che sei infatti sempre si legge in 1Corinzi 15:10
        Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono; e la grazia sua verso di me non è stata vana; anzi, ho faticato più di tutti loro; non io però, ma la grazia di Dio che è con me.

        Pace Massimo a te e alla tua famiglia

        • Massimo Samadello scrive:

          Pace Fabio, c’è un’altra realtà spirituale non meno importante e certamente Giacinto confermerà, e la leggiamo nei Salmi 34:7 , 91:9-11, Ebrei 1:14. Gli ANGELI del Signore hanno un compito ben preciso! Pertanto, confidare nel Signore e far di Lui il nostro rifugio e la nostra fortezza va oltre ogni limite umano. Se certuni abbracciassero la Parola di Dio in piena fiducia, affidando la propria vita nelle mani del nostro Signore Gesù Cristo, vedrebbero giorni migliori e nelle difficoltà più insormontabili non temerebbero e non cadrebbero nell’angoscia e nella disperazione più totali! Se si è con Gesù, nella stessa barca, chi o che cosa temere? Conosciamo l’episodio in cui Gesù calma la tempesta (Mt 8:23-27, Mr 4:35, Luca 8:22-26). Se Gesù è con noi e gli angeli di Dio pure, di chi o che cosa dovremmo mai temere? Eppure tanti, troppi purtroppo… vivono nella paura, nell’angoscia, temendo questo o quello… ma perchè hanno il cuore rivolto alle cose di questo mondo. Mentre chi crede in Gesù ha tutto in Lui! Pace.

          • fabio scrive:

            Pace Massimo,
            Giusto, qui serve un attenta riflessione. Grazie per i riferimenti alla Parola di Dio (2Timoteo 3:16-17) di cui hai fatto memoria ed infattibsi legge in Marco 4:38-40
            38 Egli stava dormendo sul guanciale a poppa. Essi lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t’importa che noi moriamo?» 39 Egli, svegliatosi, sgridò il vento e disse al mare: «Taci, càlmati!» Il vento cessò e si fece gran bonaccia. 40 Egli disse loro: «Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?»

            E quanto scrivi trova sempre conferma in queste parole che di leggono in Romani 8:31
            Che diremo dunque riguardo a queste cose?
            Se Dio è per noi chi sarà contro di noi?

            Pace Massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.