L’unico nome per mezzo del quale si viene salvati

unico-nome

Sempre più Chiese insegnano in una maniera o nell’altra la falsa dottrina che c’è salvezza fuori di Cristo Gesù. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti, perché “in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12). Chi crede in Gesù Cristo dunque ha la vita eterna, ma chi rifiuta di credere in Lui l’ira di Dio rimarrà sopra di lui (cfr. Giovanni 3:36) e morirà nei suoi peccati (cfr. Giovanni 8:24) andandosene all’inferno.

Giacinto Butindaro

Posted in Gesù Cristo, Massoneria, Salvezza | Tagged | Leave a comment

Il predicatore Derek Prince condanna la Massoneria

Il noto predicatore pentecostale Derek Prince (1915-2003) – per una sua breve biografia vedete qua – durante questa riunione afferma che la Massoneria (in inglese Freemasonry) è una falsa religione, e quindi è demoniaca (lui la inserisce in una lista di false religioni). Non solo, egli afferma che la Massoneria è «una delle più mortali trappole di Satana e di solito rende le persone violente», ed afferma di avere visto «delle violente liberazioni di persone che erano state coinvolte nella Massoneria» ed anche che la Massoneria «colpisce i bambini, abbiamo visto dei terribili casi di bambini che non erano normali come conseguenza di un coinvolgimento nella Massoneria, e se c’è Massoneria nel tuo ambiente familiare devi rinunciarci, puoi avere uno zio, o un nonno, che è un massone, e ciò sta portando una maledizione nella tua vita!».

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro «La Massoneria smascherata»
http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/index.html

Posted in Massoneria | Tagged , | Leave a comment

La vita eterna si riceve da Dio gratuitamente – Predicazione del 13 gennaio 2017

predicazione-303-messaggio

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Per scaricarla fai clic qua

Posted in Mie predicazioni audio | Tagged | Leave a comment

In difesa dei popolani senza istruzione che hanno però la sapienza di Dio

difesa-popolani

La Parola di Dio afferma che la sapienza di questo mondo è pazzia presso Dio (1 Corinzi 3:19). I santi quindi non hanno bisogno di studiare i libri dei filosofi, ma semmai gli scritti degli apostoli del nostro Signore Gesù Cristo, che ci hanno trasmesso “la sapienza di Dio misteriosa ed occulta che Dio avea innanzi i secoli predestinata a nostra gloria, e che nessuno de’ principi di questo mondo ha conosciuta; perché, se l’avessero conosciuta, non avrebbero crocifisso il Signor della gloria” (1 Corinzi 2:7-8). Questa è la sapienza che devono avere i santi, non la sapienza di questo secolo né dei principi di questo secolo che stan per essere annientati. E quindi i santi non hanno bisogno nella Chiesa di professori universitari laureati in filosofia o in letteratura antica che gli trasmettono la sapienza di questo secolo, ma di uomini autorevoli preposti dal Signore ad ammaestrarli in ogni sapienza, come facevano gli apostoli del nostro Signore. Badate a voi stessi, fratelli, perché la filosofia nel corso dei secoli ha prodotto enormi danni nella Chiesa, a partire dai primi secoli dopo Cristo, perché quelli che l’hanno abbracciata si sono corrotti ed hanno fatto spazio ad eresie di perdizione nella Chiesa. La filosofia porta alla perdizione perché porta a rigettare Cristo Gesù, ossia il Vangelo della grazia di Dio. Stateci alla larga. Non ascoltate questa schiera di intellettuali evangelici – molti di essi affiliati alla Massoneria – che nella Chiesa promuovono la sapienza di questo mondo e rigettano la sapienza di Dio, che tra di loro, nei loro discorsi da salotto pregni di esoterismo, discorsi pomposi e vuoti, scherniscono e insultano i “popolani senza istruzione” (Atti 4:13) – ossia tutti quei membri del Corpo di Cristo che hanno un basso livello culturale avendo studiato poco o molto poco – ma che credono fermamente nel Vangelo di Cristo e si attengono a tutto il consiglio di Dio trasmessoci dall’apostolo Paolo, conoscono le Scritture, e lottano strenuamente per la fede e il Vangelo, i quali hanno un modo di parlare e di ragionare, nonché un modo di vivere (che è santo, giusto e pio, e quindi degno di Cristo), che questi intellettuali odiano e disprezzano profondamente, perché essi non hanno la mente di Cristo, ma si conducono nella vanità dei pensieri dei pagani, “con l’intelligenza ottenebrata, estranei alla vita di Dio, a motivo della ignoranza che è in loro, a motivo dell’induramento del cuor loro” (Efesini 4:18). Questi intellettuali non conoscono Dio e neppure il Suo Figliuolo Gesù Cristo. Sono dei lupi travesti da pecore, dei pagani travestiti da cristiani. Ecco perché disprezzano i popolani senza istruzione, che invece Cristo ama, e che noi pure amiamo e stimiamo, perché sono dei nostri fratelli. Non sapranno «tenere la penna in mano», ma sanno tenere “alta la Parola della vita” (Filippesi 2:15), che è quello che siamo chiamati a fare per ordine di Dio. Al bando dunque le ciance di questi massoni, servi di Satana, che vogliono solo che “le vostre menti siano corrotte e sviate dalla semplicità e dalla purità rispetto a Cristo” (2 Corinzi 11:3). Il serpente antico è all’opera in tante Chiese e sta cercando – usandosi dei suoi ministri – di sostituire la sapienza di Dio con la sapienza di questo mondo, e dobbiamo riconoscere che in molti casi ci è riuscito, usandosi delle scuole bibliche o facoltà teologiche che sono dirette e controllate dalla Massoneria. Quindi, vi esorto fratelli, a vigilare, pregare, e a levare la vostra voce contro questo attacco massonico contro la sapienza di Dio, e contro coloro che sono savi in Cristo … tra cui ci sono anche popolani senza istruzione! A Dio, che ci dato di credere in Cristo Gesù nel quale tutti i tesori della sapienza e della conoscenza sono nascosti, sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Esortazioni, Massoneria | Tagged | 5 Comments

Tutti in paradiso e nessuno all’inferno! – Predicazione del 11 gennaio 2017

predicazione-303-confutazione

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Per scaricarla fai clic qua

Posted in Mie predicazioni audio | Tagged | Leave a comment

Io non annullo la grazia di Dio – Predicazione del 9 gennaio 2017

predicazione-303-insegnamento

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Per scaricarla fai clic qua

Posted in Mie predicazioni audio | Tagged | Leave a comment

Una domanda per Giuseppe Paolo Villa, pastore ADI

Una domanda per Giuseppe Paolo Villa, pastore della Chiesa ADI di Melito di Porto Salvo (RC). Se tu venissi invitato a predicare al funerale di un membro di una Chiesa ADI che si è suicidato, e accettassi l’invito, diresti poi dal pulpito che il suicida è andato in cielo? O che è andato all’inferno? Dove vanno secondo te, o meglio secondo le ADI di cui fai parte, i suicidi?

Giacinto Butindaro

Posted in Assemblee di Dio in Italia | Tagged , , , , , , | 28 Comments

La Massoneria vuole incatenare i santi

non-sopporta-chiesa

La Massoneria non sopporta che i Cristiani prendano alla lettera la Sacra Scrittura (cioè, per esempio, il fatto che essi accettino il Vangelo e l’insegnamento dell’apostolo Paolo così come sono scritti) e che si radunino nelle case come facevano gli antichi discepoli del Signore rifiutandosi di associarsi ad una denominazione o organizzazione evangelica e di iscriversi alle loro scuole bibliche o facoltà teologiche. E sapete perché? Perché in questa maniera la Massoneria non è in grado di afferrarli, influenzarli e controllarli. In altre parole, ha le mani legate e non può incatenarli! La Massoneria può certamente mandare qualcuno dei suoi affiliati travestito da Cristiano ad infiltrarsi in quella Chiesa ma sarà immediatamente smascherato perché i santi lo metteranno subito alla prova e capiranno che si tratta di un massone e non di un Cristiano. Fratelli, state alla larga dalle denominazioni e dalle organizzazioni evangeliche: sono tutte influenzate e in qualche maniera controllate dalla Massoneria! La Massoneria vuole incatenare i santi e togliergli la libertà che essi hanno in Cristo Gesù e che è costata il sangue di Cristo! Suonate la tromba!

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged , | Leave a comment

La Società Biblica Britannica e Forestiera a braccetto con la Massoneria

goi-bibbia

Anche la Società Biblica Britannica e Forestiera, come ho dimostrato nel mio libro «La Massoneria smascherata» (pag. 783), è fortemente collusa con la Massoneria.
Questa collusione viene confermata dalla presenza di un esponente della Società Biblica ad un Convegno organizzato dal Grande Oriente d’Italia tenutosi il 29 novembre 2016 presso Casa Nathan, il Centro Polifunzionale del Grande Oriente d’Italia che si trova a Roma in Piazzale delle Medaglie d’Oro, 44. Il Convegno dal titolo “La libertà di stampa in Italia. Dal Risorgimento alla Costituente”, è stato «fortemente voluto dal Gran Maestro, soprattutto alla luce dei profondi cambiamenti all’interno del mondo dell’informazione prodotti dai nuovi media, si inserisce nel ciclo di manifestazioni che la Massoneria Italiana ha dedicato quest’anno ai settant’anni della Repubblica.» (Erasmo, Notiziario del GOI, anno 1, numero 11, Dicembre 2016, pag. 6)
Ascoltate ora cosa si dice su Erasmo in merito all’intervento di questo esponente della Società Biblica:
«L’intervento successivo è stato di Mario Cignoni esponente della Società Biblica Britannica e Forestiera che ha donato al Gran Maestro per la Biblioteca del Grande Oriente la ristampa anastatica della Bibbia di Diodati, il primo testo protestante tradotto in italiano nel 1641. Citando il contenuto dell’articolo 28 dello Statuto Albertino, Cignoni ha sottolineato come con l’affermazione della libertà di stampa, dapprima riconosciuta negli stati del Regno di Sardegna e poi con le tappe dell’Unità in tutta Italia, si andò di fatto concludendo l’epoca della censura preventiva. “Perse efficacia – ha detto – anche l’Indice dei libri proibiti che, nato nel 1558 come reazione alla Riforma protestante, era diventato ormai un’istituzione che colpiva ogni tipo di dissidenti: filosofi, politici, scienziati, storici, letterati erano caduti sotto il suo divieto. L’Indice reprimeva la lettura stessa, perché vietava il sapere. La libertà proclamata dallo Statuto non era comunque – ha osservato – assoluta ma veniva limitata dalla legge contenuta nel successivo Editto sulla stampa (1848) che reprimeva una serie di ‘reati’ che riguardavano i responsabili delle pubblicazioni (autori, direttori, editori, stampatori)”. “La libertà di stampa – ha aggiunto – fu così un principio che venne ammesso e negato al tempo stesso, che lasciava libertà di manovra a chi deteneva il potere. La legge fu dunque frutto di un compromesso, pur equilibrato e accettabile da tutti. Unica eccezione espressa alla libertà di stampa era quella religiosa, anzi quella che riguardava la Bibbia. Tutto quel che c’era da vietare si riassumeva in un solo libro: la Bibbia. Dopo trecento anni perdurava il timore della propaganda protestante, rinnovata nell’Ottocento dalla missione delle Società Bibliche”. La Chiesa temeva che la conoscenza della Bibbia portasse a una presa di coscienza auto-determinante: “Dio non era più mediato dalla Chiesa e dal messale latino, ma Cristo poteva essere conosciuto direttamente dagli evangeli tradotti in italiano”. Il libero esame dei testi sacri faceva ancora paura: alcuni avevano scoperto che si poteva essere cristiani senza il Papa. Acquisire una coscienza biblica personale, costruita sul testo sacro, significava – ha concluso Cignoni – crescere, iniziare un percorso per una fede matura, capace di prendere posizione con cognizione di causa nella società e, al limite, di mettere in crisi l’autorità della Chiesa”.» (pag. 7-8)

Fratelli, lo ripeto, i Massoni hanno invaso le denominazioni evangeliche e le controllano. Uscite e separatevi da esse.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

P.S. Nella foto Stefano Bisi, gran maestro del GOI, mostra l’esemplare della Bibbia Diodati. A suo fianco Mario Cignoni, che è membro della Chiesa valdese e della Commissione di evangelizzazione (http://www.tenews.it/giornale/2016/12/07/cittadinanza-onoraria-al-dottor-mario-cignoni-67924/)

Posted in Chiesa Valdese, Massoneria | Tagged , , , | 3 Comments

Come il massone cerca di ingannarvi

massoni-ingannano

I massoni sono così bugiardi, ma così bugiardi, che per credergli bisogna proprio essere insensati. Ma come si fa a credere ad un massone anche quando dice che la Bibbia non sbaglia nel trasmettere agli uomini il messaggio di salvezza (certo perché invece sbaglia in altri ambiti, secondo loro, il che già dimostra che loro rigettano la Bibbia come la Parola di Dio) e poi afferma che «Gesù è una porta di salvezza» rigettando così il messaggio di salvezza che annuncia proprio la Bibbia secondo la quale Gesù Cristo è la sola porta di salvezza che esiste (cfr. Giovanni 10:9; 14:6; 8:24; Atti 4:12), per cui il massone dimostra di rigettare proprio quello che dice la Bibbia in materia di salvezza confermando così che per lui la Bibbia non è la Parola di Dio neppure in materia di salvezza? Ma non lo vedete che il massone è doppio nel parlare contraddicendosi e vuole ingannare le persone? I massoni sono bugiardi, doppi in parole, e seduttori di menti. Sono ministri di Satana. I massoni non credono che la Bibbia è la Parola di Dio – e quindi non credono che essa sia inerrante – neppure in materia di salvezza, che lo sappiano tutti. I massoni credono che la Bibbia sbaglia anche in materia di salvezza. Altrimenti non sarebbero massoni!

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged | Leave a comment

Io esalto e predico Gesù di Nazareth, il Cristo di Dio

esalto-predico

Gesù di Nazareth era conosciuto come il falegname, non portava vestimenti magnifici, non viveva nel-le delizie, e non aveva dove posare il capo, perché era povero, e non aveva fatto studi, ma parlò come nessun altro ha mai parlato, fece cose che nessun altro ha mai fatto, non conobbe peccato e portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce ed “ha distrutto la morte e ha prodotto in luce la vita e l’immortalità mediante l’Evangelo” (2 Timoteo 1:10), ed ora è seduto alla destra di Dio nei luoghi altissimi, perché dopo essere risuscitato dai morti ed essere apparso ai suoi discepoli, Dio lo fece “sedere alla propria destra ne’ luoghi celesti, al di sopra di ogni principato e autorità e potestà e signoria, e d’ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo, ma anche in quello a venire” (Efesini 1:20-21). E in cielo tutti gli angeli di Dio lo adorano per ordine di Dio Padre, perché Gesù è Dio. Ecco chi è Gesù, il Cristo di Dio, che benché noi non abbiamo veduto, noi amiamo; nel quale credendo, benché ora non lo vediamo, noi gioiamo d’un’allegrezza ineffabile e gloriosa, ottenendo il fine della fede: la salvezza delle anime (cfr. 1 Pietro 1:8-9).
Io lo esalto dunque, perché è stato grazie alla sua morte sulla croce, al suo sangue che ha sparso sul-la croce, che io ora sono salvato dai miei peccati, giustificato e riconciliato con Dio di cui prima ero un nemico nella mia mente e nelle mie opere malvagie: sì, perché anch’io ero in quel tempo un figliuolo d’ira come gli altri.
Ed oltre a ciò, lo predico, sì predico Cristo e Lui crocifisso – come faceva il nostro caro fratello Paolo – perché la parola della croce è potenza di Dio per la salvezza di ognuno che crede (cfr. Romani 1:16), perché “in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12).
A Cristo Gesù, l’Unigenito venuto da presso al Padre per essere la propiziazione per i nostri peccati, siano la gloria e l’imperio nei secoli dei secoli. Amen

Giacinto Butindaro

Posted in Gesù Cristo | Tagged | 1 Comment

I massoevangelici sono furibondi

furibondi

I massoevangelici sono furibondi, si sentono fortemente disturbati dall’opera di quelli che loro chiamano con tanto disprezzo e odio nel loro cuore «talebanevangelici». E’ normale, perché quest’ultimi sono quei Cristiani che smascherano e confutano pubblicamente e privatamente le loro eresie di perdizione. Niente di nuovo sotto il sole, già anticamente gli eretici si sentivano fortemente disturbati da coloro che li confutavano pubblicamente. I serpenti si agitano quando vengono scoperti: e così i massoni quando vengono scoperti, e con loro le loro false dottrine! Questi anticristi, camuffati da cristiani, pensavano che sarebbero stati sempre liberi di muoversi liberamente in mezzo alle Chiese. Con la loro dolce voce, con il loro fare da galantuomini, diremmo oggi da veri e propri gentlemen, avevano ingannato tante anime. Ma essendo stati ora smascherati, i santi sanno che si devono guardare da loro perché sono dei falsi fratelli, portatori e promotori di dottrine di demoni. E loro sono furibondi … perché il loro campo d’azione si è molto ridotto, e la loro libertà di movimento ormai è poca …. In realtà, fratelli, la loro reazione non è altro che la reazione di Satana, quando viene smascherato un suo piano, quando viene confutata una sua menzogna. Gli anticristi infatti sono solo degli strumenti nelle mani di Satana, ed hanno lo stesso sentimento del loro padre e padrone. Quindi consideriamo sempre che la nostra guerra non è contro carne e sangue, ma contro Satana, il principe di questo mondo, quello spirito che opera al presente negli uomini ribelli, tra i quali ci sono anche i massoni. Lo ripeto, si tratta di una guerra spirituale, e difatti le nostre armi sono spirituali. Avanti dunque, fratelli, in questa guerra, che grazie a Dio sta contribuendo a liberare tante anime dai falsi insegnamenti dei massoni che sono in mezzo alle Chiese.

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged , | 2 Comments

Il Padre di Gesù è un vendicatore

padre-vendicatore

Gesù Cristo un giorno fece riferimento a due tremendi giudizi esercitati da Dio nell’antichità, il diluvio sul mondo degli empi e il fuoco e lo zolfo sulle malvagie città di Sodoma e Gomorra, infatti un giorno disse: “E come avvenne a’ giorni di Noè, così pure avverrà a’ giorni del Figliuol dell’uomo. Si mangiava, si beveva, si prendea moglie, s’andava a marito, fino al giorno che Noè entrò nell’arca, e venne il diluvio che li fece tutti perire. Nello stesso modo che avvenne anche ai giorni di Lot; si mangiava, si beveva, si comprava, si vendeva, si piantava, si edificava; ma nel giorno che Lot uscì di Sodoma piovve dal cielo fuoco e zolfo, che li fece tutti perire. Lo stesso avverrà nel giorno che il Figliuol dell’uomo sarà manifestato.” (Luca 17:26-30). Gesù Cristo credeva dunque a quello che dice la Scrittura. E siccome “c’è un Dio solo, il Padre” (1 Corinzi 8:6), Gesù ha confermato in questo modo che il Padre che Egli ci ha fatto conoscere “è un Dio geloso e vendicatore” (Nahum 1:2) e “si vendica dei suoi avversari, e serba il cruccio per i suoi nemici” (Nahum 1:2). Il Padre di Gesù dunque è lo stesso Dio di Abrahamo, di Isacco e di Giacobbe. Non è forse scritto che quando uno scriba gli chiese: “Qual è il comandamento primo fra tutti?” (Marco 12:28), Gesù rispose: “Il primo è: Ascolta, Israele: Il Signore Iddio nostro è l’unico Signore: ama dunque il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta l’anima tua e con tutta la mente tua e con tutta la forza tua” (Marco 12:29-30), e che davanti a questa sua risposta lo scriba riconobbe che per Gesù “v’è un Dio solo e che fuor di lui non ve n’è alcun altro” (Marco 12:32), e questo Dio è l’Iddio di Israele o degli Ebrei? Non ci sono due Dei dunque, uno dell’Antico Patto e un altro del Nuovo Patto, il primo malvagio e il secondo buono; come non c’è stato alcun innovamento del volto vero di Dio operato da Gesù, come se il volto di Dio che ci hanno presentato gli antichi profeti non fosse quello vero e aveva quindi bisogno di essere innovato. No, fratelli, esiste un solo Dio, il cui nome è YHWH, e il Suo Figliuolo Gesù Cristo ce lo ha fatto conoscere, ed è lo stesso Dio che sia prima che dopo che diede la legge ad Israele esercitava le sue vendette contro i suoi nemici. Investigate tutti gli scritti che vanno da Matteo all’Apocalisse e troverete tante conferme a ciò, ossia al fatto che l’Iddio e Padre di Gesù è un vendicatore perché è lo stesso Dio che disse ai giorni di Mosè: “A me la vendetta e la retribuzione” (Deuteronomio 32:35) ed anche: “Com’è vero ch’io vivo in perpetuo, quando aguzzerò la mia folgorante spada e metterò mano a giudicare, farò vendetta de’ miei nemici e darò ciò che si meritano a quelli che m’odiano” (Deuteronomio 32:40.41)! Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti.

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Dio, Massoneria | Tagged , , , | 1 Comment

Come la Massoneria sta contrastando il «fondamentalismo» cristiano

massoni-contro-fondamentalismo

I massoni, che sono nemici della Chiesa di Dio, si contraddistinguono per il loro odio e disprezzo verso coloro che credono che ogni Scrittura è ispirata da Dio e quindi è la Parola di Dio e la difendono da coloro che invece la rigettano come Parola di Dio. Quelli che credono nell’ispirazione divina verbale e plenaria della Scrittura sono da loro chiamati «fondamentalisti» e se sparissero dalla faccia della terra gli farebbero un gran piacere, perché sono il nemico numero uno dell’umanità!

E quindi lottano contro il «fondamentalismo» cristiano, e dal loro punto di vista l’azione di contrasto più efficace consiste in un lavoro pedagogico e culturale. In altre parole, per contrastare il «fondamentalismo» cristiano bisogna acculturare le Chiese, con programmi di formazione teologica e culturale che fanno diventare coloro che vi si sottopongono allergici alla Parola di Dio e quindi alla volontà di Dio, trasformandoli in persone che non sanno discernere il bene dal male, la destra dalla sinistra, che chiamano bene il male e male il bene, e che appena sentono dire a qualcuno ‘sta scritto’, o ‘la Scrittura dice così’, sono pronti a mettere in pratica le arti seduttrici dell’errore per cercare di distogliere il «fondamentalista» di turno da quello che sta scritto!

I massoni si stanno quindi muovendo in questa maniera in ambito pentecostale che è quello che ci riguarda da vicino: con il pretesto di voler fare crescere la cultura dei pentecostali, generalmente conosciuti per il loro fondamentalismo e considerati più o meno «un popolo di ignoranti e di ingenui, che ancora credono alle tante leggende presenti nella Bibbia facendo così ridere i polli», gli propongono studi di formazione teologica e culturale di ogni genere, per metterli al passo con i tempi. Ma in questi studi di formazione c’è un altro Vangelo e un’altra dottrina. Questi studi di formazione, che naturalmente si tengono in facoltà teologiche o scuole bibliche dirette o controllate da massoni (e difatti tra i testi di studio per i studenti ce ne sono scritti da massoni), sono quindi lo strumento che usano questi servi di Satana per spingere i credenti a rigettare il Vangelo e la dottrina di Dio. E generalmente i massoni nella loro lotta contro il «fondamentalismo» cristiano partono dalla Bibbia, spingendo le Chiese a rigettarla come Parola di Dio (i sofismi da loro usati sono di svariato genere ma l’obbiettivo è il medesimo), e a rigettare i ministri di Cristo che trasmettono fedelmente il Vangelo e la dottrina degli apostoli.

Vigilate fratelli e pregate del continuo, e state saldi nella fede nel Figlio di Dio e ritenete il Vangelo, tutti gli insegnamenti, tutti i comandamenti e tutte le esortazioni che ci hanno trasmesso gli apostoli del Signore Gesù da parte di Dio. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

E lottate strenuamente per la fede e il Vangelo, guardandovi dai ministri di Satana travestiti da ministri di Cristo, che si sono infiltrati nella Chiesa di Dio, colonna e base della verità.

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged | 5 Comments

Tutti in paradiso e nessuno all’inferno!

tutti-nessuno

Per tanti sedicenti Cristiani ormai tutti gli uomini quando muoiono vanno in paradiso. Nessuno va all’inferno. L’inferno è come se non esistesse proprio per costoro. Quando infatti muore un peccatore (per esempio, uno che era un sodomita, un fornicatore, un adultero, un idolatra, un avaro, un omicida, un bestemmiatore, un incredulo, un mago, un ladro, un ubriacone) li senti sempre parlare in maniera tale che ti fanno intendere che è andato in paradiso! Per cui alla fin fine, anche se non te lo dicono chiaramente, Dio ha salvato pure lui. Ormai in tante Chiese serpeggia l’universalismo, che anche se non confessato apertamente viene creduto da tanti! Per cui Dio alla fine nella sua misericordia salverà tutti! E’ un universalismo mascherato abilmente. Dio è così buono quindi – pensano costoro – che alla fine salverà tutti, ma proprio tutti, increduli inclusi quindi! Ma se fosse così, Dio sarebbe ingiusto e rinnegherebbe se stesso! Ma costoro non credono in Dio, che è giusto e mantiene la Parola data, ma in un altro Dio che si sono fatti su misura, un Dio che ama tutti e non odia nessuno, un Dio che salverà tutti e non condannerà nessuno, un Dio al quale non interessa proprio niente se uno crede o non crede nel Suo Figliuolo Gesù Cristo, e quindi se è giustificato o non è giustificato per il sangue di Cristo Gesù! Per costoro quindi in definitiva Cristo è morto inutilmente perché l’uomo si può salvare credendo nel salvatore che vuole – c’è l’imbarazzo della scelta in questo perché ci sono tanti salvatori o sentieri che conducono a Dio – o mediante opere giuste: l’uomo non ha il dovere di ravvedersi e di credere nel Vangelo per essere salvato! Ecco perché costoro non esortano gli uomini – come invece fecero prima Gesù e poi gli apostoli – a ravvedersi e a credere nel Vangelo (cfr. Marco 1:15; Atti 20:21; 1 Corinzi 15:1-11; Romani 1:16)! Loro non credono che la salvezza si ottiene esclusivamente così! E poi, loro stessi non hanno creduto nel Vangelo! Che ne possono sapere dunque di cosa significa essere salvati mediante il Vangelo? Gli puoi citare tutti i versetti biblici che affermano che la salvezza si ottiene soltanto credendo nel Signore Gesù Cristo. Costoro non sentono e non intendono …. d’altronde non hanno orecchie per sentire e neppure un cuore che intende!
Per concludere, fratelli, ecco a voi alcuni versetti biblici che attestano che c’è una sola porta o via di salvezza, ed è Gesù Cristo, per cui per essere salvati bisogna credere in Lui, per cui gli increduli e tutti gli operatori di iniquità quando muoiono non vengono salvati dal Signore nel suo regno celeste ma vanno nelle fiamme dell’Ades.
“Io son la porta; se uno entra per me, sarà salvato, ed entrerà ed uscirà, e troverà pastura.” (Giovanni 10:9)
“Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che mena alla perdizione, e molti son quelli che entran per essa. Stretta invece è la porta ed angusta la via che mena alla vita, e pochi son quelli che la trovano.” (Matteo 7:13-14)
“Chi crede nel Figliuolo ha vita eterna; ma chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedrà la vita, ma l’ira di Dio resta sopra lui” (Giovanni 3:36)
“Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figliuol di Dio” (Giovanni 3:18)
“Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16)
“E in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12)
“Perciò v’ho detto che morrete ne’ vostri peccati; perché se non credete che sono io (il Cristo), morrete nei vostri peccati” (Giovanni 8:24)
“Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.” (1 Corinzi 6:9-10)
“Chi vince erediterà queste cose; e io gli sarò Dio, ed egli mi sarà figliuolo; ma quanto ai codardi, agl’increduli, agli abominevoli, agli omicidi, ai fornicatori, agli stregoni, agli idolatri e a tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda” (Apocalisse 21:7-8).
Nessuno dunque vi inganni con parole seducenti.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Salvezza | Tagged , | 1 Comment