5 Dicembre 1959 – Il presidente americano Dwight D. Eisenhower, potente massone, fa firmare e avere il riconoscimento giuridico alle ADI

Le “Assemblee di Dio in Italia” (ADI sono un ente morale riconosciuto con decreto del Presidente della Repubblica (che allora era Giovanni Gronchi) 5 dicembre 1959, n. 1349.

Le ADI hanno ottenuto il loro riconoscimento giuridico grazie all’intervento del potente massone Dwight D. Eisenhower – all’anagrafe Dwight David Eisenhower, noto anche con il nomignolo di Ike (1890-1969) – mentre era presidente degli Stati Uniti d’America dal 1953 al 1961. La prova è questa lettera scritta da Perna nella quale ricorda alcune cose che concernono proprio il riconoscimento giuridico ottenuto dalle ADI il 5 Dicembre 1959.

Perna scrive: «Scrissi una lettera a Rosapepe l’avvocato delle ADI, perché egli me lo chiese. Egli la portò all’Ambasciatore Americano che mi chiamò. Egli disse: ‘Non posso fare niente, noi non possiamo dire al Governo Italiano cosa fare. Io sono soltanto un ambasciatore. Ma ci sono buone probabilità che noi possiamo ottenere qualcosa perché il presidente Eisenhower visiterà l’Italia (negli anni ’60). Potrei metterci una buona parola’. In seguito mi fu raccontato che Eisenhower scherzò con il presidente Italiano Gronchi sull’essere occupati. ‘Essere un presidente richiede molto lavoro’. Il presidente Gronchi rispose: ‘Bene, ma io sono capace di tenermi al passo’. Eisenhower rispose: ‘Non penso, perché mi è stato detto che non sei riuscito a firmare’ e la conversazione andò avanti e il Presidente Eisenhower spiegò il caso delle ADI. Il Presidente Gronchi non ne sapeva niente e chiamò il suo segretario. Con molto imbarazzo il segretario andò a prendere il documento. Il Presidente Gronchi, davanti al Presidente Eisenhower, mise la sua firma su di esso»

La visita di Eisenhower a Roma si tenne a Roma dal 4 al 6 dicembre 1959 e nell’occasione incontrò il presidente Giovanni Gronchi, precisamente lo incontrò il 5 Dicembre Fonte: https://history.state.gov/departmenthistory/travels/president/eisenhower-dwight-d

Dunque, voi capite che per essersi mosso il presidente americano e potente massone Eisenhower in favore delle Assemblee di Dio in Italia, ciò conferma che le ADI sono una creatura partorita dalla Massoneria e fatta crescere dalla Massoneria. Le ADI sono opera della Massoneria. Uscite e separatevi dalle ADI.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Massoneria, Pentecostali | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Gesù Cristo: l’Agnello di Dio che è stato immolato quando fu ucciso dai Giudei

L’agnello che doveva essere mangiato alla festa di Pasqua stabilita da Dio in Egitto, doveva essere immolato dagli Ebrei, secondo che è scritto nella legge: “L’Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d’Egitto, dicendo: ‘Questo mese sarà per voi il primo dei mesi: sarà per voi il primo dei mesi dell’anno. Parlate a tutta la raunanza d’Israele, e dite: Il decimo giorno di questo mese, prenda ognuno un agnello per famiglia, un agnello per casa; e se la casa è troppo poco numerosa per un agnello, se ne prenda uno in comune col vicino di casa più prossimo, tenendo conto del numero delle persone; voi conterete ogni persona secondo quel che può mangiare dell’agnello. Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, dell’anno; potrete prendere un agnello o un capretto. Lo serberete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta la raunanza d’Israele, congregata, LO IMMOLERÀ sull’imbrunire. E si prenda del sangue d’esso, e si metta sui due stipiti e sull’architrave della porta delle case dove lo si mangerà. E se ne mangi la carne in quella notte; si mangi arrostita al fuoco, con pane senza lievito e con dell’erbe amare. Non ne mangiate niente di poco cotto o di lessato nell’acqua, ma sia arrostito al fuoco, con la testa, le gambe e le interiora” (Esodo 12:1-9).L’agnello pasquale prefigurava l’Agnello di Dio ben preordinato prima della fondazione del mondo che doveva essere manifestato negli ultimi tempi per noi, e difatti quando l’Agnello di Dio è stato manifestato è stato anch’egli immolato, difatti l’apostolo Paolo ha scritto: “Poiché anche la nostra pasqua, cioè Cristo, È STATA IMMOLATA” (1 Corinzi 5:7). Che Gesù Cristo, l’Agnello di Dio, è stato immolato, è chiaramente attestato da Giovanni nel libro dell’Apocalisse quando afferma: “Poi vidi, in mezzo al trono e alle quattro creature viventi e in mezzo agli anziani, un Agnello in piedi, che PAREVA ESSERE STATO IMMOLATO, ed avea sette corna e sette occhi che sono i sette Spiriti di Dio, mandati per tutta la terra. Ed esso venne e prese il libro dalla destra di Colui che sedeva sul trono. E quando ebbe preso il libro, le quattro creature viventi e i ventiquattro anziani si prostrarono davanti all’Agnello, avendo ciascuno una cetra e delle coppe d’oro piene di profumi, che sono le preghiere dei santi. E cantavano un nuovo cantico, dicendo: Tu sei degno di prendere il libro e d’aprirne i suggelli, perché SEI STATO IMMOLATO e hai comprato a Dio, col tuo sangue, gente d’ogni tribù e lingua e popolo e nazione, e ne hai fatto per il nostro Dio un regno e de’ sacerdoti; e regneranno sulla terra. E vidi, e udii una voce di molti angeli attorno al trono e alle creature viventi e agli anziani; e il numero loro era di miriadi di miriadi, e di migliaia di migliaia, che dicevano con gran voce: Degno è L’AGNELLO CHE È STATO IMMOLATO di ricever la potenza e le ricchezze e la sapienza e la forza e l’onore e la gloria e la benedizione. E tutte le creature che sono nel cielo e sulla terra e sotto la terra e sul mare e tutte le cose che sono in essi, le udii che dicevano: A Colui che siede sul trono e all’Agnello siano la benedizione e l’onore e la gloria e l’imperio, nei secoli dei secoli. E le quattro creature viventi dicevano: Amen! E gli anziani si prostrarono e adorarono” (Apocalisse 5:6-14).Ma quando fu immolato l’Agnello di Dio? Quando fu ucciso dai Giudei, sì, perché furono i Giudei a ucciderlo, infatti Gesù lo aveva preannunciato ai suoi discepoli in questi termini: “Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini; E L’UCCIDERANNO, e al terzo giorno risusciterà” (Matteo 17:22-23). E l’apostolo Pietro, il giorno della Pentecoste, lo confermò pienamente dicendo agli Ebrei a Gerusalemme: “Uomini israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra voi mediante opere potenti e prodigî e segni che Dio fece per mezzo di lui fra voi, come voi stessi ben sapete, quest’uomo, allorché vi fu dato nelle mani, per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, VOI, per man d’iniqui, inchiodandolo sulla croce, LO UCCIDESTE” (Atti 2:22-23).Dunque, se qualcuno vi viene a dire che Gesù non fu ucciso da nessuno, o che non fu ucciso dai Giudei, sappiate che vi sta predicando una menzogna, vi sta annunciando un altro Gesù e quindi un altro Vangelo. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.A Gesù Cristo, il Giusto, che fu ucciso dai Giudei (affinché morisse per i nostri peccati), ma Dio risuscitò dai morti il terzo giorno, affinché si adempissero le Scritture, sia la gloria e la lode ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Confutazioni, Dottrine false, Esortazioni, Gesù Cristo | Contrassegnato , | 2 commenti

GENNARO CHIOCCA: «GESÙ NON È STATO UCCISO DA NESSUNO!»

Gennaro Chiocca, ‘pastore’ delle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – organizzazione il cui fondatore fu il pastore delle Assemblee di Dio USA Henry Ness, che era un massone – in una predicazione dal titolo «”Cristo nostra Pasqua” Luca cap.22:7,20», caricata sul canale youtube di «Come Tralci l’8 Novembre 2019» (che potete ascoltare integralmente qua https://youtu.be/9RBhktMt4EY), ha detto quanto segue:«A volte leggo, forse ve l’ho già detto, su Facebook, nei cruciverba cristiani, no, tutte ste domande: ‘Chi ha ucciso Gesù? Chi ha fatto Gesù? Chi ha ucciso?’ e ci sono le domandine, le risposte: A) Giudei; B Romani; 3) Ponzio Pilato; 4) Noi, no. Per mettere, diciamo così, in moto la nostra mente, e anche un po’ la nostra conoscenza. Chi l’ha ucciso Gesù? I Romani? Chi l’ha ucciso? Pilato? Chi l’ha ucciso Gesù? Noi? Chi l’ha ucciso Gesù, fratelli? Gesù non è stato ucciso da nessuno! Gesù è venuto per dare la sua vita; lo ha detto ai discepoli, quando i discepoli stavano cercando un po’ di, di, di, mostrare a Gesù l’affetto e la fedeltà oltre il loro stesso immaginario»

Dunque, Gennaro Chiocca ha detto molto chiaramente che Gesù non è stato ucciso da nessuno! Ma Chiocca ha detto una menzogna, generata dal diavolo. E adesso ve lo dimostro mediante le Sacre Scritture. L’apostolo Pietro, il giorno della Pentecoste, disse a degli Ebrei a Gerusalemme: “Uomini israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra voi mediante opere potenti e prodigî e segni che Dio fece per mezzo di lui fra voi, come voi stessi ben sapete, quest’uomo, allorché vi fu dato nelle mani, per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, VOI, per man d’iniqui, inchiodandolo sulla croce, LO UCCIDESTE” (Atti 2:22-23); e in seguito sempre a degli Ebrei disse a Gerusalemme: “L’Iddio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe, l’Iddio de’ nostri padri ha glorificato il suo Servitore Gesù, che voi metteste in man di Pilato e rinnegaste dinanzi a lui, mentre egli avea giudicato di doverlo liberare. Ma voi rinnegaste il Santo ed il Giusto, e chiedeste che vi fosse concesso un omicida; E UCCIDESTE IL PRINCIPE DELLA VITA, che Dio ha risuscitato dai morti; del che noi siamo testimoni” (Atti 3:13-15). Ed ancora Pietro disse a casa di Cornelio: “E noi siam testimoni di tutte le cose ch’egli ha fatte nel paese de’ Giudei e in Gerusalemme; ED ESSI L’HANNO UCCISO, APPENDENDOLO AD UN LEGNO” (Atti 10:39). Stefano davanti al Sinedrio giudaico disse: “Gente di collo duro e incirconcisa di cuore e d’orecchi, voi contrastate sempre allo Spirito Santo; come fecero i padri vostri, così fate anche voi. Qual dei profeti non perseguitarono i padri vostri? E uccisero quelli che preannunziavano la venuta del Giusto, DEL QUALE VOI ORA SIETE STATI I TRADITORI E GLI UCCISORI” (Atti 7:51-52). Ed infine l’apostolo Paolo, anche lui ebreo come Pietro, dice ai Tessalonicesi che i Giudei “hanno ucciso e il Signor Gesù e i profeti” (1 Tessalonicesi 2:15).Dunque la Scrittura, che è la Parola di Dio e quindi è verità, dice chiaramente che Gesù Cristo fu ucciso dai Giudei. Peraltro, Gesù stesso predisse ai suoi discepoli che sarebbe stato ucciso da uomini peccatori, secondo che è scritto in Matteo: “Da quell’ora Gesù cominciò a dichiarare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrir molte cose dagli anziani, dai capi sacerdoti e dagli scribi, ED ESSER UCCISO, e risuscitare il terzo giorno” (Matteo 16:21), ed anche: “Or com’essi percorrevano insieme la Galilea, Gesù disse loro: Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini; E L’UCCIDERANNO, e al terzo giorno risusciterà” (Matteo 17:22-23). E in Marco: “Poi cominciò ad insegnar loro ch’era necessario che il Figliuol dell’uomo soffrisse molte cose, e fosse reietto dagli anziani e dai capi sacerdoti e dagli scribi, E FOSSE UCCISO, e in capo a tre giorni risuscitasse” (Marco 8:31), ed anche: “Poich’egli ammaestrava i suoi discepoli, e diceva loro: Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini ED ESSI L’UCCIDERANNO; e tre giorni DOPO ESSERE STATO UCCISO, risusciterà” (Marco 9:31); ed ancora: “Ed egli, tratti di nuovo da parte i dodici, prese a dir loro le cose che gli avverrebbero: Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e il Figliuol dell’uomo sarà dato nelle mani de’ capi sacerdoti e degli scribi; ed essi lo condanneranno a morte e lo metteranno nelle mani dei Gentili; e lo scherniranno e gli sputeranno addosso e lo flagelleranno E L’UCCIDERANNO; e dopo tre giorni egli risusciterà” (Marco 10:32-34). E in Luca: “Bisogna che il Figliuol dell’uomo soffra molte cose, e sia reietto dagli anziani e dai capi sacerdoti e dagli scribi, E SIA UCCISO, e risusciti il terzo giorno” (Luca 9:22), ed anche: “Poi, presi seco i dodici, disse loro: Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e saranno adempiute rispetto al Figliuol dell’uomo tutte le cose scritte dai profeti; poiché egli sarà dato in man de’ Gentili, e sarà schernito ed oltraggiato e gli sputeranno addosso; e dopo averlo flagellato, L’UCCIDERANNO; ma il terzo giorno risusciterà” (Luca 18:31-33).Alla luce dunque di quanto afferma la Scrittura, noi proclamiamo che Gennaro Chiocca è UN BUGIARDO, il quale con questa menzogna fa Gesù bugiardo. Ma proclamiamo anche che Gennaro Chiocca annuncia un altro Vangelo, in quanto quando la Scrittura afferma che “Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture” (1 Corinzi 15:3), quel “secondo le Scritture” significa affinché si adempissero le Scritture. E quali Scritture? Queste: “Ma egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità” (Isaia 53:5), e quindi Gesù doveva essere ucciso da qualcuno, e noi sappiamo che furono gli Ebrei che lo uccisero, infatti Dio aveva predetto tramite il profeta Zaccaria: “Ed essi riguarderanno a me, a colui ch’essi hanno trafitto” (Zaccaria 12:10), parole queste che si adempirono il giorno che Gesù morì, infatti Giovanni, che fu testimone della morte di Cristo, dice: “Poiché questo è avvenuto affinché si adempisse la Scrittura: Niun osso d’esso sarà fiaccato. E anche un’altra Scrittura dice: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto” (Giovanni 19:36-37). Ecco perché Stefano disse davanti al Sinedrio che i Giudei erano stati gli uccisori del Signore Gesù Cristo.Dunque, fratelli, è cosa confermata ampiamente: Gennaro Chiocca è un uomo che predica un altro Gesù, quindi un altro Vangelo. Per cui Gennaro Chiocca è anatema, secondo che è scritto: “Se alcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema” (Galati 1:9).Fratelli, vi scongiuro nel nome del Signore a guardarvi e a ritirarvi da Chiocca, sta ingannando le anime semplici. E uscite e separatevi dalle ADI, perché Chiocca predica quello che vogliono le ADI.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Massoneria, Pentecostali | Contrassegnato , , , , | 14 commenti

La prova che Henry H. Ness, il fondatore delle Assemblee di Dio in Italia (ADI), era un massone!

Questa è una lettera scritta il 9 Settembre 1949 da David A. Green, Maestro Venerabile della Ionic Lodge N° 90 del Rito Scozzese Antico ed Accettato, di Seattle, a Henry H. Ness (1894-1970), famoso «pastore» delle Assemblee di Dio USA, che ha avuto un ruolo fondamentale nella nascita delle Assemblee di Dio in Italia nel dopo guerra, tanto da poter essere definito IL FONDATORE DELLE ADI! In questa lettera, scritta dal Maestro Venerabile a Henry Ness dopo che Henry Ness aveva tenuto un discorso ad una platea di massoni tra cui c’erano anche quindici Maestri Venerabili, e che HA UN VALORE STORICO GRANDISSIMO, David A. Green infatti gli dice tra le altre cose: «Noi ti salutiamo come un Fratello perché tu hai la Massoneria nel tuo cuore e i pensieri che ci hai lasciato sono totalmente in armonia con il credo Massonico della ‘Paternità di Dio e della Fratellanza dell’Uomo». Quindi, che tutti sappiano che il fondatore delle ADI aveva la Massoneria nel cuore, Massoneria che hanno nel cuore oggi anche tanti altri pastori delle Assemblee di Dio; uomini che non sono servitori del nostro Signore Gesù Cristo, ma del grande architetto dell’universo (G.A.D.U.), che adorano e servono i Massoni, che è Satana. Quindi, per l’ennesima volta, esorto tutti i santi che ancora si trovano in questa organizzazione ad uscire e separarsi da essa.

Giacinto Butindaro

Per capire l’opera compiuta da Herry Ness per fare nascere le ADI leggete il mio libro «La Massoneria Smascherata”

Leggete anche questo articolo

Ecco la SPUDORATA MENZOGNA del massone Giancarlo Rinaldi con la quale vuole ingannare le Chiese

Pubblicato in Massoneria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

«L’Uno Illuminato» di cui parla Giuliano di Bernardo, massone del 33° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato

Giuliano Di Bernardo è stato il gran maestro del Grande Oriente d’Italia, la più importante e numerosa obbedienza massonica in Italia, dal 1990 al 1993. Fu iniziato alla Massoneria il 15 Maggio del 1961 alla Loggia denominata «Risorgimento-8 agosto», una delle più antiche del Grande Oriente d’Italia fondata nel 1886. Il suo percorso massonico lo ha portato all’elevazione al grado 33° del Rito Scozzese Antico ed Accettato, e a ricoprire a soli 49 anni un posto nel Supremo Consiglio d’Italia. Dopo essersi dimesso dal GOI nel 1993, ha fondato la Gran Loggia Regolare d’Italia, che ha il riconoscimento della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, a differenza del Grande Oriente d’Italia a cui la Gran Loggia Unita d’Inghilterra – la madre di tutte le logge – ritirò il riconoscimento nel mese di settembre del 1993. Ma nel 2002 il Di Bernardo si dimise anche dalla Gran Loggia Regolare d’Italia, e fondò l’Ordine degli Illuminati (cfr. Giuliano Di Bernardo, La mia vita in Massoneria, 2021, pag. 8, 27, 29, 95, 133, 143).

E proprio parlando delle caratteristiche degli Illuminati, che sono cinque, quando parla della quinta afferma: «La quinta caratteristica è l’Uno Illuminato. Quando il processo di globalizzazione sarà compiuto, si porrà il problema del governo dell’umanità. Si dovrà scegliere, allora, tra le forme possibili di governo. In particolare, tra il governo della maggioranza (democrazia) e il governo dell’Uno. Nel presente, vi è la tendenza, favorita dall’Occidente, a estendere la democrazia, ritenuta la miglior forma di governo, in tutte le regioni del pianeta. Non mancano, tuttavia, degenerazioni e conseguenze negative, che ragionevolmente fanno dubitare che nel futuro possa essere la democrazia a governare il mondo. L’alternativa è la tirannia (o monarchia o dittatura). La tirannia, tuttavia, evoca guerre mondiali disastrose che hanno caratterizzato il XX° secolo, dovute a tiranni come Hitler e Stalin. A buon ragione, l’umanità cerca di dimenticare quel periodo oscuro della sua storia. Si può comprendere, perciò, la reazione negativa al governo dell’Uno. Per guidare il futuro dell’umanità, tuttavia, bisogna ricercare, razionalmente e non emotivamente, il miglior governo possibile. L’Uno, di cui si parla, non è un’emulazione di Hitler o Stalin, ma l’espressione della Comunità degli Illuminati che governa il mondo con saggezza. E’ proprio questa Comunità che sceglierà al suo interno l’Uno che dovrà governare il mondo. L’Uno riunirà in sé il massimo di conoscenza e saggezza che gli indicheranno la via maestra per condurre l’umanità verso il benessere e la felicità» (La mia vita in Massoneria, pag. 145-146).

Ora, le parole del Di Bernardo sono molto chiare, e se consideriamo che non è un massone qualsiasi che le ha dette, bisogna prestarci la massima attenzione, perché esse mostrano che l’obbiettivo dichiarato dei massoni di alto grado è quello che essi chiamano «il nuovo ordine mondiale», e a capo di questo nuovo ordine mondiale sarà posto quello che il Di Bernardo chiama «l’Uno Illuminato». A noi discepoli del nostro Signore Gesù Cristo, la descrizione che fa il Di Bernardo di questo Uno Illuminato, ci ricorda l’anticristo che deve venire (cfr. 1 Giovanni 2:18) e che viene anche chiamato la bestia (cfr. Apocalisse 13:4), a cui sarà data una bocca che proferirà parole arroganti e bestemmie e sarà data potestà di agire per quarantadue mesi, e aprirà la bocca “per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il suo nome e il suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo” (Apocalisse 13:6), a cui sarà dato di far guerra ai santi e di vincerli; e le sarà data potestà sopra ogni tribù e popolo e lingua e nazione, e della quale viene detto anche che “tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato, l’adoreranno” (Apocalisse 13:8).Dunque, possiamo dire con assoluta certezza, che i massoni di alto grado stanno adoperandosi affinché sorga l’anticristo che Dio ha stabilito che deve venire prima dell’apparizione dal cielo del nostro Signore Gesù Cristo. La venuta dell’anticristo infatti fa parte del disegno che Dio ha formato in se stesso, e che Dio per certo eseguirà. “La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigî bugiardi; e con ogni sorta d’inganno d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno ricevuto l’amore della verità affinché fossero salvati. E perciò Iddio manda loro efficacia d’errore onde credano alla menzogna; affinché tutti quelli che non han creduto alla verità, ma si son compiaciuti nell’iniquità, siano giudicati” (2 Tessalonicesi 2:8-12), dice Paolo ai santi. Empio – che come ci dice sempre l’apostolo Paolo – “il Signor Gesù distruggerà col soffio della sua bocca, e annienterà con l’apparizione della sua venuta” (2 Tessalonicesi 2:8).

Sapendo dunque tutte queste cose, fratelli, cosa dobbiamo fare? Quello che abbiamo fatto fino ad ora: “Rinunziare all’empietà e alle mondane concupiscenze, per vivere in questo mondo temperatamente, giustamente e piamente, aspettando la beata speranza e l’apparizione della gloria del nostro grande Iddio e Salvatore, Cristo Gesù” (Tito 2:12-13).

Vi esorto infine a non farvi travolgere la mente, né a farvi turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, come se l’anticristo fosse già sorto ed è fra gli uomini. L’anticristo deve venire, certamente, ma quando verrà, sarà riconosciuto da tutti, e non ci sarà alcun dubbio sulla sua identità, in quanto farà e dirà tutto quello che è scritto, e che è stato innanzi determinato da Dio. Quindi, state calmi e fiduciosi nel Signore.

Siate avveduti, e non andate a dietro a quelli che appoggiandosi sulle immaginazioni del loro cuore dicono di Tizio o di Caio: «Ecco l’anticristo!», e trascinano dietro a loro sempre i soliti disavveduti, che poi rimarranno come al solito delusi e confusi.

Vegliate e pregate dunque del continuo.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Massoneria, Nuovo Ordine Mondiale | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Cosa pensa di Gesù l’ambasciatore d’Israele in Italia Dror Eydar, che ha ‘benedetto’ e imposto le mani ad Alessandro Iovino delle ADI

L’ambasciatore d’Israele a Roma Dror Eydar è amico e fratello di Alessandro Iovino, membro comunicante delle Assemblee di Dio in Italia, il quale ieri ha postato un video in cui si vede l’ambasciatore trasmettergli in ebraico tramite imposizioni delle mani la benedizione scritta nella legge in Numeri 6:24-26. Ora, volete sapere cosa pensa Dror Eydar di Gesù? Ecco qua cosa ha detto Dror Eydar: «Io sono uno storico esperto anche in storia delle religioni e ha spesso colloqui con prelati della Chiesa. Recentemente, – ha raccontato Eydar – negli Stati Uniti ho incontrato un Vescovo che mi ha detto ‘Io amo gli ebrei e Israele, ma se non riconoscete che Gesù è morto e dopo tre giorni è risorto, andrete all’inferno. Gli ho risposto: ‘Pastore, prima di tutto Gesù era ebreo e quindi questa è una questione interna alla nostra famiglia, nella quale voi non dovreste entrare. Poi quando è finita la seconda guerra mondiale? Nel 1945. Quando è nato lo Stato di Israele? Nel 1948. Dopo la Shoah il nostro popolo, tutto il popolo ebraico era annientato; i vivi e i morti giacevano in un’unica fossa desolata. Ma dopo tre anni il popolo ebraico è risorto nello Stato di Israele. Dalla distruzione alla Redenzione, siamo tornati a casa. Siete voi che dovere credere a questo miracolo» (https://www.mosaico-cem.it/comunita/news/lambasciatore-disraele-a-roma-dror-eydar-in-visita-alla-comunita-di-milano/). Non ci meravigliamo affatto di queste sue affermazioni naturalmente, visto e considerato che lui fa parte di tutta quella parte degli Ebrei induriti da Dio, che intoppano nella Parola, e quindi non credono che Gesù di Nazareth è il Cristo (o Messia), e quindi non credono nell’Evangelo. Peraltro, dalla sua risposta a quel vescovo traspare rabbia e gelosia. Iovino dunque ha voluto mandare un chiaro messaggio non solo alle ADI: un messaggio di fratellanza universale, che è un messaggio massonico. Ma il fatto più inquietante è che il video pare proprio una cerimonia in cui il rappresentante degli Ebrei che negano che Gesù è il Cristo ha trasmesso a Iovino una missione da compiere in mezzo alle Chiese, soprattutto quelle Pentecostali. C’è da rabbrividire nel vedere quel video, credetemi. Io ve lo ripeto, fratelli, uscite e separatevi dalle ADI e da tutte le altre denominazioni: siete in gravissimo pericolo. Io vi ho avvertiti.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Ebrei, Massoneria, Nuovo Ordine Mondiale | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Menzogne!

Ecco alcune delle menzogne che vengono dette da preti e pastori su chi è morto nei suoi peccati ed è nel fuoco dell’inferno dove è tormentato e che chi è all’inferno non può sentire.

“E’ passato a miglior vita”

“E’ andato in un mondo migliore”

“Ha finito di soffrire”

“Ora si riposa”

“E’ tra le braccia di Gesù”

“In cielo c’è un altro angelo che ci protegge”

“Da lassù ora ci guarda”

“Dio lo ha accolto nel Suo regno celeste”

Queste menzogne illudono coloro che le accettano, e oltre ad illuderli fortificano le mani dei malfattori. Aborritele. La Sacra Scrittura insegna in maniera inequivocabile che coloro che non sono nati da Dio (in quanto non hanno creduto nella Buona Novella che Gesù di Nazareth è il Cristo – cfr. Atti 5:42; 1 Corinzi 15:1-8), quando muoiono essi muoiono nei loro peccati e la loro anima scende nell’Ades (inferno), dove c’è un fuoco non attizzato da mano d’uomo e dove sono tormentati, in attesa di risuscitare nel giorno del giudizio, quando compariranno davanti al trono di Dio per essere giudicati secondo le loro opere e poi gettati nello stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati nei secoli dei secoli.Nessuno dunque si illuda e illuda il suo prossimo. Ai peccatori sia annunciato con franchezza il ravvedimento e la Buona Novella che Gesù il Cristo, e venga detto loro con altrettanta franchezza che se non si ravvederanno e non crederanno nella Buona Novella moriranno nei loro peccati e andranno nell’Ades, cioè all’inferno. La condanna infatti è certa per coloro che non hanno creduto nella Buona Novella, in quanto Gesù ha detto: “Ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16)

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Confutazioni | Contrassegnato | Lascia un commento

Scomparso Antonio Moscatiello, membro di una Chiesa ADI

Con questo commento su questo blog mi è stata segnalata la scomparsa di un membro di una Chiesa ADI di Rotondi (Avellino):

‘Giacinto, come mai non dici nulla di Antonio Moscatiello, il credente delle ADI di Cervinara (AV), scomparso il 26 giugno 2021 e di cui hanno parlato a “Speciale – Chi l’ha visto”? Tutti lo stanno cercando, in particolare la sorella, e parecchie chiese pregano per il suo ritrovamento. Frequenta(va) la chiesa ADI di Rotondi (AV)’.

Io non ne sapevo niente, quindi ora che so esorto chi sa qualcosa a recarsi dalle autorità preposte da Dio per aiutarle a ritrovare questo uomo.

Giacinto Butindaro

P.s. Qui un servizio giornalistico che si occupa della sua scomparsa

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Le ADI predicano un altro vangelo: la prova ce la dà Gennaro Chiocca!

Gennaro Chiocca, «pastore» delle ADI, in questo video dal titolo « Una parola per te | GESU’ TI CERCA» caricato sul canale YouTube delle Assemblee di Dio in Italia in data 4 Marzo 2021, spiega cos’è l’Evangelo in questa maniera: «Il vangelo del regno, la buona notizia, la notizia che è possibile essere salvati, la notizia che Dio ha interesse per noi, che Dio ha un piano per noi, che Dio ha un futuro, ha un avvenire, ha pensieri di pace per noi. E’ questo il vangelo del regno: Dio ti ama e ha interesse per te, Dio ha cura di te e ha interesse anche per la tua famiglia, per i tuoi figli» (https://youtu.be/irOETVq2enc – min. 4:16-49).

Ma quello che Gennaro Chiocca afferma è falso, in quanto l’Evangelo del Regno che Cristo ha comandato di predicare e che “sarà predicato per tutto il mondo” (Matteo 24:14), è la Buona Novella che Gesù di Nazareth è il Cristo, che è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; e che apparve ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio (cfr. Atti 5:42; 1 Corinzi 15:1-7). Ed è credendo nella Buona Novella che Gesù è il Cristo che l’uomo viene salvato dai suoi peccati, rigenerato, giustificato, riconciliato con Dio ed ottiene la vita eterna. Coloro che invece rifiutano di credere nella Buona Novella restano dei peccatori, morti nei loro falli e nei loro peccati, l’ira di resta sopra di loro, e quando muoiono se ne vanno nelle fiamme dell’inferno.

Le ADI dunque predicano un altro vangelo, e perciò sono anatema, in quanto l’apostolo Paolo afferma: “Se alcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema” (Galati 1:9).

Vi esorto dunque per l’ennesima volta a uscire e separarvi dalle ADI. Ve lo ripeto, le ADI non predicano l’Evangelo che predicavano gli apostoli di Gesù Cristo. Non vi fate sedurre dai loro vani ragionamenti, lo ripeto, non vi fate sedurre, perché le ADI predicano un altro vangelo.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Confutazioni, Massoneria | Contrassegnato , , | 2 commenti

Gennaro Chiocca chiama Dio «Grande Architetto», come fanno i massoni!

Vi avevamo già avvertito, fratelli, da Gennaro Chiocca (‘pastore’ ADI) tempo addietro, in quanto sentivamo uno strano odore massonico provenire da alcune sue affermazioni. E non ci eravamo sbagliati, infatti stamattina siamo venuti a sapere che Chiocca chiama Dio «Grande Architetto» (Seminario Teologico. La Genesi “Dal nulla un capolavoro” (Relatore pastore Gennaro Chiocca – https://youtu.be/cGf5_ZFNGuI – min. 1:09:20-21 – video caricato sul canale YouTube di Come Tralci il 5 Gennaio 2019), esattamente come fanno i massoni.

La Scrittura non chiama mai Dio «Grande Architetto». Dio viene chiamato l’architetto della città che ha i veri fondamenti, infatti nell’epistola agli Ebrei è detto che Abramo “aspettava la città che ha i veri fondamenti e il cui architetto e costruttore è Dio” (Ebrei 11:10), ma mai nella Scrittura Dio viene definito Grande Architetto. Adesso si comprende appieno perché alla domanda «Chi è il “Grande Architetto dell’Universo” (GADU) della massoneria? E’ Satana oppure pensi che sia Yahweh, il Dio d’Israele e Padre del Signore Gesù Cristo?», Chiocca diede questa risposta ambigua e strana: «Dio non è architetto dell’universo della massoneria. Per adesso nell’aria abbiamo il principe della potestà dell’aria, satana. Ma presto, molto presto arriverà Gesù Cristo come Re dei re e Signore dei Signore il quale distruggerà ogni cosa che appartiene alle tenebre, compresa la massoneria» (http://giacintobutindaro.org/2017/02/10/pastore-adi-risponde-a-delle-domande-sulla-massoneria/). Adesso quindi possiamo dire che TUTTO SQUADRA! Guardatevi e ritiratevi da Gennaro Chiocca. Ma soprattutto uscite e separatevi dalle ADI.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Massoneria | Contrassegnato , , | 3 commenti

“Crocifiggilo, crocifiggilo!”

La crocifissione di Gesù Cristo (compiuta dai Giudei in quanto l’apostolo Pietro disse ai Giudei: “Sappia dunque sicuramente tutta la casa d’Israele che Iddio ha fatto e Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso” Atti 2:36), è parte fondamentale dell’Evangelo mediante il quale siamo stati liberati dai nostri peccati.

E’ grazie alla sua crocifissione che noi che abbiamo creduto nell’Evangelo possiamo dire che «il nostro vecchio uomo è stato crocifisso con lui, affinché il corpo del peccato fosse annullato, onde noi non serviamo più al peccato” (Romani 6:6).

Quando quel giorno a Gerusalemme, mentre il nostro Signore Gesù si trovava davanti a Ponzio Pilato, i Giudei chiesero a Pilato gridando: “Crocifiggilo, crocifiggilo!” (Luca 23:21), e quando Pilato “dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso” (Matteo 27:26), tutto ciò avvenne affinché si adempissero le Scritture secondo le quali il Cristo doveva essere “trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità” (Isaia 53:5), e annullare così il peccato con il suo sacrificio (cfr. Ebrei 9:26).

Il nostro cuore si commuove pensando alle sofferenze che Gesù dovette patire per noi, ma sappiamo che il terzo giorno Dio lo risuscitò dai morti e apparve ai testimoni che erano stati prima scelti da Dio, ed Egli non muore più: Egli vive in eterno.

A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Pubblicato in Insegnamenti | Contrassegnato , | Lascia un commento

L’importanza che ha annunciare l’Evangelo

E nell’Evangelo che è rivelata da fede a fede la giustizia di Dio, secondo che è scritto: “Ma il giusto vivrà per fede” (Romani 1:17). Considerate dunque quanto sia importante annunciare l’Evangelo ai peccatori, siano essi Giudei che Gentili.

Questo spiega perché Gesù Cristo comandò ai suoi apostoli di andare per tutto il mondo e predicare l’Evangelo ad ogni creatura (cfr. Marco 16:15). Perché è soltanto credendo nell’Evangelo che l’uomo viene giustificato, cioè che l’uomo consegue la giustizia di Dio che viene dalla fede. E non credendo nell’Evangelo invece cosa accade all’uomo? L’ira di Dio resta sopra di lui e sarà condannato, secondo che  è scritto: “Chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedrà la vita, ma l’ira di Dio resta sopra lui” (Giovanni 3:36), ed anche: “Chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16).

E l’Evangelo che Gesù Cristo ha comandato di predicare è che Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; e che apparve ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio (cfr. Atti 10:38-41; 15:7; 1 Corinzi 15:1-11). Se alcuno annunzia un vangelo diverso sia anatema (cfr. Galati 1:8-9).

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Insegnamenti | Contrassegnato , | Lascia un commento

Questo è l’Evangelo da predicare!

L’Evangelo che Gesù Cristo ha comandato di predicare è che Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; e che apparve ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio. Se alcuno annunzia un vangelo diverso sia anatema.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Esortazioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dal vangelo secondo Chiocca: ecco la pietra del sepolcro che parla!

Dal vangelo secondo Chiocca apprendiamo che la pietra che Giuseppe D’Arimatea aveva rotolato contro l’apertura del sepolcro in cui aveva posto il corpo di Gesù, secondo che è scritto: “E Giuseppe, preso il corpo, lo involse in un panno lino netto, e lo pose nella propria tomba nuova, che aveva fatta scavar nella roccia, e dopo aver rotolata una gran pietra contro l’apertura del sepolcro, se ne andò” (Matteo 27:59-60), quando Gesù risuscitò parlò. Sì, Chiocca afferma chiaramente che quando Gesù risuscitò la pietra del sepolcro parlò. Ecco il contesto del suo discorso e le parole che pronunciò la pietra: “E quella pietra rotolata non è stata rotolata dai Romani, è stata rotolata dalla sua risurrezione, non da Gesù, non è Gesù che l’ha rotolata, non è che Gesù si è svegliato e ha detto: ‘Mo sposto la pietra per uscire’. Appena Gesù ha aperto gli occhi, la pietra è saltata da sola, è saltata, ha detto: ‘Qui c’è la vita, come faccio a contenere? questo non è un morto qualunque, questo è il Figlio di Dio, alleluia’. Prova a immaginare la pietra i salti che ha fatto, da sola, nel giardino, che si muoveva. Pensate un po’, fratelli, quale potenza, la pietra si è spostata perché il Figlio di Dio stava uscendo, alleluia» (“È risorto” Giovanni cap.20:1-10 – https://youtu.be/1i99tdF9Hpg – min. 31:17-32:05).

Insomma, Chiocca ci racconta la resurrezione di Gesù come è avvenuta secondo lui. Poche parole: innanzi tutto, secondo quanto dice la Scrittura, la pietra fu rotolata da un angelo di Dio disceso dal cielo che dopo averla rotolata vi si sedette sopra, secondo che è scritto: “Ed ecco si fece un gran terremoto; perché un angelo del Signore, sceso dal cielo, si accostò, rotolò la pietra, e vi sedette sopra” (Matteo 28:2), per cui dire che la pietra si mise a saltare per il giardino è una invenzione di Chiocca. Poi, attribuire quelle parole alla pietra è da insensati, perché la pietra non disse quelle parole, anche qui ci troviamo davanti a immaginazioni del cuore di Chiocca; e poi Gesù, una volta risuscitato, non aveva bisogno per uscire dal sepolcro che la pietra fosse rimossa o rotolata, per cui è falso che «la pietra si è spostata perché il Figlio di Dio stava uscendo», e questo perché Gesù, una volta risuscitato, era in grado di entrare ed uscire da posti chiusi, infatti quando apparve ai suoi discepoli è scritto: “Or la sera di quello stesso giorno, ch’era il primo della settimana, ed essendo, per timor de’ Giudei, serrate le porte del luogo dove si trovavano i discepoli, Gesù venne e si presentò quivi in mezzo, e disse loro: Pace a voi!” (Giovanni 20:19-20). La pietra fu rotolata dall’angelo di Dio per mostrare alle donne il luogo dove il corpo di Gesù era stato posto, e quindi per mostrare loro che Gesù era risorto, infatti è scritto: “Ma l’angelo prese a dire alle donne: Voi, non temete; perché io so che cercate Gesù, che è stato crocifisso. Egli non è qui, poiché è risuscitato come avea detto; venite a vedere il luogo dove giaceva” (Matteo 28:5-6).

Dunque, io vi avverto per l’ennesima volta, Gennaro Chiocca predica immaginazioni del suo cuore, e non quello che sta scritto.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Confutazioni | Contrassegnato , , | 1 commento

La Parola di Dio è verità

Ricordatevi sempre queste cose fratelli.

1. Chi smette di credere ad una sola cosa scritta nella Bibbia sarà trascinato a non credere a tante altre cose scritte nella Bibbia

2. Chi inizia a inventarsi una sola cosa non scritta nella Bibbia si inventerà tante altre cose non scritte nella Bibbia

3. Chi si mette a contorcere o a manipolare un solo versetto della Bibbia sarà trascinato a contorcere e a manipolare tanti altri versetti

4. Chi si mette a negare un solo insegnamento biblico, ne negherà altri.

5. Chi si mette ad aggiungere e togliere una sola cosa dalla Bibbia, ne aggiungerà e toglierà tante altre.

Un po’ di lievito fa lievitare tutta la pasta. Ecco perché quando leggete e investigate le Sacre Scritture vi esorto a credere a tutto quello che è scritto, a non inventarvi nulla ma proprio nulla, a non contorcere né manipolare alcunché, e a non negare alcun insegnamento trasmessoci da Gesù e dagli apostoli, e a non aggiungere o togliere alcunché. E imparate a citare i versetti biblici esattamente così come sono scritti. E naturalmente vi esorto a tagliare rettamente la Parola della verità per non rimanere confusi.

Sicuramente nelle Scritture ci sono scritte alcune cose difficili a capire, e alcune cose che al momento non possiamo capire perchè capiremo solo a suo tempo, ma le Scritture dicono la verità su tutto e su tutti.

Le Scritture sono la Parola di Dio, e la Sua parola è verità. Quindi, accostatevi con timore e tremore alla Sacra Scrittura, e non seguite l’esempio degli scellerati.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Bibbia | Contrassegnato , | Lascia un commento

C’è qualcosa di inquietante in alcune risposte di Gennaro Chiocca!

Stavo rileggendo le risposte che Gennaro Chiocca diede nel 2017 a queste semplici domande: «1- La Massoneria è da Dio o da Satana? 2- I principi massonici «libertà, fratellanza e uguaglianza» sono da Dio o da Satana? 3 – Un Cristiano può affiliarsi alla Massoneria? 4 – Un massone che si professa Cristiano può essere membro delle A.D.I.? 5- Chi è il “Grande Architetto dell’Universo” (GADU) della massoneria? E’ Satana oppure pensi che sia Yahweh, il Dio d’Israele e Padre del Signore Gesù Cristo?», ed ho notato che alcune risposte di Chiocca sono state ambigue.

Per esempio, alla prima domanda non rispose: «La Massoneria è da Satana»; e alla quarta domanda non rispose che un massone che si professa Cristiano non può essere membro delle ADI, anzi ha fatto capire che lo può anche essere e la cosa è molto inquietante; ed infine alla quinta domanda, Chiocca non ha detto che il grande architetto dell’universo che adorano e servono i massoni è Satana.

Questa ambiguità di Chiocca è molto, e ripeto molto pericolosa. Lui in effetti nel rispondere ad alcune domande ha usato l’astuzia del serpente antico, e questo spiega la mancanza di chiarezza in quelle risposte. Io continuo a mettervi in guardia da Gennaro Chiocca. Ha un parlare ambiguo, e questo perché è molto astuto. Ma Dio gli astuti li prende nella loro astuzia.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Massoneria, Pentecostali | Contrassegnato , , | Lascia un commento