Un altro astuto menestrello

Si chiama Marcelo Rodriguez e viene dall’Argentina. E’ venuto qui in Italia a portare altra confusione e ribellione, oltre a quella che c’era già. Niente velo per le donne, niente ornamento esteriore modesto e verecondo per le donne, donne pastore, musica moderna con fumo e tutto ciò che può creare emozioni tra i giovani, ed altro ancora.

Il suo motto è ‘La chiesa di oggi non è la chiesa di vent’anni fa’. L’Italia è veramente diventata terra di conquista da parte di tanti astuti predicatori sudamericani, che sanno fare molto bene gli intrattenitori.

La Chiesa ha bisogno di uomini santi, di predicatori di giustizia, che facciano tremare con le loro predicazioni questa generazione di credenti ribelli predicandogli il ravvedimento, la conversione dalle loro vie malvagie, e i giudizi di Dio contro i ribelli, nella speranza che tornino a camminare sui sentieri antichi. E non di intrattenitori.

Ritiratevi da tutti questi astuti menestrelli, che la sana dottrina la calpestano con ambedue i piedi.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Cose strane, Marcelo Rodriguez, Mondane concupiscenze, Musica 'cristiana' moderna, Ornamento esteriore della donna, Video e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Un altro astuto menestrello

  1. copploa Beatriz scrive:

    La sa una cosa sono stufa di trovare su internet tutte queste cose….in tanto Marcelo Rodriguez è un uomo di Dio appartiene al ministero di Armando Alducin un uomo davvero con un grande discernimento per trasmettere la parola di Dio quindi con una dottrina sana e vera.Il suo problema quale è? se a lei non piace continui sinceramente per la sua strada io penso che quando si segue al Signore con tutto il cuore è proprio lui a farci capire se siamo nel posto giusto… grazie

    • giacintobutindaro scrive:

      Se tu dici che Marcelo Rodriquez ha una dottrina sana e vera, allora vuol dire che tu non conosci proprio la dottrina vera e sana! Svegliati, svegliati, svegliati! Ma fino a quando dormirete per la gioia del diavolo?

    • vincenzo scrive:

      Copploa Beatriz, hai detto bene nel tuo commento. “Marcello Rodriguez…(che non conosco e non voglio conoscerlo )… e` un uomo di Dio che appartiene al ministerio di Armando Alducin. Chi e` questo Alducin ? Per favore , leggi
      1 Cor. 1: 10-12 – “Questo io (Paolo) dico , che ciascuno di voi va intorno dicendo : Io sono di Paolo, ed io di Apollo, ed io di Cefa, ed io di Cristo. Cristo e` egli diviso ? Tu stai seguendo un uomo col ministerio di un’altro uomo. La magioranza di voi cosi` chiamati cristiani dell’America latina, state infettando il mondo con un falso e pericoloso (forma) di evangelo. INSENZATI !Ravvedetevi ! Io non sono ne` di Giacinto, ne` di altri ministri quanto buoni possono essere, ma sono un membro del corpo dello stesso Gesu` di Giacinto. Chiedete a Dio di darvi gratuitamente il collirio dello Spirito Santo per aprire i vostri occhi . Vince

  2. Giacomo scrive:

    Io sto dalla parte di quelli che non sono obbligati a fidarsi ciecamente della musica cristiana, che per giunta piace anche a me , ma in certi casi bisogna anche stare all’erta

  3. Massimo scrive:

    @ Giacomo, la Chiesa del Dio Vivente e vero non ha nulla a che fare con questi mercanti, falsi apostoli, falsi profeti, falsi testimoni, falsi operai, falsi fratelli, emeriti intrusi, spine nel fianco del Corpo di Cristo! Sono quegli “amici” di cui ne parla Gesù in Matteo 22:12.
    La Chiesa di Cristo ha un grande ed impellente bisogno : di uomini di Dio che siano sottomessi al loro Capo e vivano in santa obbedienza solo alla Parola di Dio!
    La musica cristiana Giacomo, che si sente in molte chiese oggi è solo un fuoco estraneo (Lev. 10:1). Dov’è l’offerta agitata di chi è santo e che deve santificarsi di più? Chi è il santo per Dio e chi sono mai i suoi figli Giacomo? Obbedienza, obbedienza!
    Che se la canti pure quel pastore e cantino pure uniti tutti in coro quelle sue pecore, ma è e resterà sempre e solo “un gran belar di pecore” (1° Samuele 15:14).
    “Oramai la scure è posta alla radice degli alberi: ogni albero dunque che non fa buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco” (Luca 3:9). Non solo in certi casi Giacomo, ma sempre…bisogna esser vigili : “Io starò al mio posto di guardia, mi metterò sopra una torre e starò attento a quello che il Signore mi dirà” (Abacuc 2:1). Ma parlerà mai Dio a tanti disobbedienti? Guai!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.