Contro la teoria dell’evoluzione

La teoria dell’evoluzione sia del pianeta terra che dell’uomo non è assolutamente compatibile con ciò che insegna la Bibbia, perché la teoria dell’evoluzione oltre che a sostenere che non ci fu nessun atto creativo da parte di Dio dal quale venne fuori l’universo, sostiene che il pianeta terra si è evoluto nell’arco di miliardi di anni fino a diventare quello che è adesso, e che l’essere umano all’inizio era una scimmia (o un bruto) e poi si è evoluto nell’arco di miliardi di anni fino a diventare l’essere che oggi si conosce. E tutto ciò va apertamente contro la Parola di Dio che afferma che è Dio che ha creato i cieli, la terra, il mare e tutte le cose che sono in essi: “Signore, tu sei Colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e tutte le cose che sono in essi” (Atti 4:24); tutte queste cose quindi non sono venute fuori in seguito ad una esplosione accidentale (il cosiddetto ‘big bang’) verificatasi nel cosmo.

Tutte queste cose poi furono create tali e quali a come noi le conosciamo oggi nell’arco di sei giorni di ventiquattro ore, tale fu il tempo che durò tutta la creazione (cfr. Gen. 1:1-31; 2:1-3; Es. 20:11). In merito all’uomo, creatura di Dio, la Parola di Dio dice che esso fu fatto ad immagine e somiglianza di Dio il sesto giorno, con la capacità di parlare, sentire, ragionare, fare delle scelte, dare i nomi agli animali dei campi, agli uccelli del cielo, e a tutto il bestiame (cfr. Gen. 1:27; 2:7-20). Questo esclude che l’uomo all’inizio possa essere stato una scimmia o un bruto e sia diventato quell’essere intelligente che noi sappiamo essere dopo un evoluzione di milioni o di miliardi di anni che dir si voglia.

La teoria dell’evoluzione va dunque rigettata essendo una menzogna generata dal diavolo, il nemico di Dio, che sin da quando è venuto all’esistenza ha sempre cercato di fare credere agli uomini cose non vere essendo bugiardo e padre della menzogna (cfr. Giov. 8:44).
Vorrei concludere mettendo in guardia anche da quella teoria evolutiva che se da un lato riconosce l’atto creativo di Dio, per cui coloro che la sostengono dicono che sia l’origine della terra che quella dell’uomo è riconducibile a Dio, dall’altro afferma che Dio prima creò la materia e poi fece sì che nell’arco di miliardi di anni si evolvesse fino a diventare la terra così come la conosciamo oggi, e a riguardo dell’uomo dice che prima Dio fece un essere inferiore da cui fece discendere con il passare dei milioni di anni l’uomo così come lo conosciamo oggi. Anche questa teoria è menzogna; la insegna la Chiesa Cattolica Romana.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Dottrine false, Evoluzione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Contro la teoria dell’evoluzione

  1. Stefano scrive:

    Eppure la posizione della chiesa cattolica é più accettabile. Oramai, per me, la disputa tra evoluzionisti e creazionisti, non ha granché senso. Ben inteso, io condivido la posizione evoluzionista non darwiniana. Ciò di cui si lamentava Zichichi, che non esistesse una formula matematica che descrivesse l’evoluzione, se in parte era vero circa 15/20 anni fa, per cui essa era una ‘teoria’, oggi non lo é più: la genetica ha dimostrato che vi é sia evoluzione endogena che esterna al soggetto. Fin quando l’evoluzione era una teoria, alcuni studiosi tra cui Teilhard de Chardin, si sono sforzati di includere nell’evoluzionismo l’idea di progresso e questa rimane, per me, la linea di interesse maggiore. Sulla durata della creazione in senso biblico rilevo che vi sono posizioni contrastanti: i Testimoni di geova ritengono che un giorno della creazione sia di 7000 anni, voi lo ritenete di 24 ore, nel Salmo 90-4 e in Pietro 3-8 ci si riferisce a una durata di mille anni. Ciò significa che non vi é un’interpretazione univoca delle scritture.

    • giacintobutindaro scrive:

      Stefano, certo che voi massoni preferite credere alle menzogne anzichè alla verità. E’ più forte di voi, già più forte; e questo perchè siete sotto la potestà delle tenebre. Ravvediti e credi in Gesù, e così conoscerai la verità che ti renderà libero, avrai la luce della vita e smetterai di brancolare nel buio pesto della Massoneria.

      • Stefano scrive:

        Ascoltami, Giacinto, faccio una domanda diretta:come interpretate voi i passi della Bibbia che ho citato? E’ una domanda per conoscere e senza spirito di polemica.

    • giacintobutindaro scrive:

      Stefano, i giorni della creazione sono di 24 ore, infatti Dio quando comandò agli Israeliti di osservare il sabato disse: “Lavora sei giorni e fa’ in essi ogni opera tua; ma il settimo è giorno di riposo, sacro all’Eterno, ch’è l’Iddio tuo; non fare in esso lavoro alcuno, né tu, né il tuo figliuolo, né la tua figliuola, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né il forestiero ch’è dentro alle tue porte; poiché in sei giorni l’Eterno fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò ch’è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò l’Eterno ha benedetto il giorno del riposo e l’ha santificato” (Esodo 20:9-11). Noi crediamo a Dio. Sia Dio riconosciuto verace, ma ogni uomo bugiardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.