C’è un prezzo da pagare

Quanto costa piacere al Signore anziché agli uomini?

Molto, ma vale la pena pagare questo prezzo. Prima di noi lo hanno pagato i profeti e gli apostoli, che furono approvati da Dio e da Lui onorati e ricompensati.

Coloro che invece vogliono piacere agli uomini anziché a Dio, sono dei ribelli e non sono per nulla approvati da Dio, quantunque a molti danno l’impressione di esserlo.

Chi ha orecchi da udire oda.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Pentecostali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a C’è un prezzo da pagare

  1. Salvatore scrive:

    Il prezzo da pagare è fortemente scontato. Non è un prezzo gonfiato. Quasi, quasi si tratta di un regalo. La salvezza è un regalo, un dono di Dio. Il prezzo da pagare è il ravvedimento e la fede in Gesù Cristo. Con una fede verace in Cristo Gesù, il gioco diviene leggero, quasi inesistente. Perchè chi ha fede in Cristo Gesù, non pecca. Possiamo presentarci in ogni momento alla presenza di Dio senza macchia, puri da ogni iniquità. Come mai potremo fare ciò, ed essere sicuri di ciò? La riposta la troviamo nel sangue versato spontaneamente da Cristo Gesù, sul Golgota, per volere di Dio Padre, col fine di salvare tutti coloro che, ravvedutisi dalla proprie vie storte, avrebbero accettato Gesù come proprio personale Salvatore.

    • butindaro scrive:

      Salvatore, ‘il prezzo da pagare’ a cui mi riferivo non è la salvezza che noi credenti abbiamo ricevuto gratuitamente in Cristo Gesù, ma LE RINUNCE, LE AFFLIZIONI, LE PERSECUZIONI, LE OFFESE, LE INGIUSTIZIE ED ALTRE COSE, che coloro che predicano tutto il consiglio di Dio devono sopportare per amore del Signore e degli eletti.

  2. Salvatore scrive:

    Chiedo venia, non avevo afferrato. Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.