Le ADI gettano la maschera: Dio non ci parla tramite sogni e visioni

In questo spezzone di una predicazione di Luigi Arcella, pastore della Chiesa ADI di Catania – Librino, si sente chiaramente dire (dal min 1:44):

‘…. Dio fa sognare, però questo succede a quanti non conoscono ancora la Parola di Dio, non hanno realizzato il Signore. Noi fratelli sappiamo che quando abbiamo conosciuto il Signore, Dio ci parla direttamente con la Sua Parola. Amen? Gloria al nome del Signore! E quando proprio non si conosce la Bibbia, a volte il Signore usa anche i sogni, parla per via di visioni notturne ….’.

Ma le cose non stanno affatto così, perchè Dio non parla soltanto agli increduli tramite sogni e visioni, per trarli all’ubbidienza della fede, ma anche a noi Suoi Figliuoli, per avvertirci, ammonirci, guidarci a fare determinate cose che sono nella Sua volontà, preannunciarci eventi futuri; quando e se Lui vuole certamente, ma lo fa eccome se lo fa, esattamente come lo faceva sotto l’Antico Testamento. Egli non è cambiato.

L’apostolo Pietro, nel citare il profeta Gioele ha detto:
“E avverrà negli ultimi giorni, dice Iddio, che io spanderò del mio Spirito sopra ogni carne; e i vostri figliuoli e le vostre figliuole profeteranno, e i vostri giovani vedranno delle visioni, e i vostri vecchi sogneranno dei sogni”
(Atti 2:17).

Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti.

Chi ha orecchi da udire, oda

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Confutazioni, Video e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Le ADI gettano la maschera: Dio non ci parla tramite sogni e visioni

  1. Antonella scrive:

    E’ proprio vero, ormai alle ADI non manca più niente, eppure continuano a sentirsi sempre un palmo sopra tutti gli altri, come la chiesa adi di un paese vicino al mio (sciacca) dove nell’ultimo anno è stato un susseguirsi di scandali, (pancione a sorpresa tra due “fidanzatini” che erano nel gruppo lode, altra addetta alla lode che è “scappata” con uno sposato con prole, altra addetta alla lode, sposata, che si è”messa” con un altro sposato della comunità, chiusura della scuola domenicale per “accapigliamento generale” delle mamme e monitrici con sproloqui non proprio edificanti e tanto altro ancora; ma nonostante tutto questo sono sempre pronti a giudicare gli “altri” perchè non appartenendo alle adi, non sono salvati.
    Ma quando capiranno che per essere salvati bisogna appartenere a gesù e non a una sigla ?

    • Antonella Lombardo scrive:

      Intanto spiega se sei Antonella, e dove vivi e dove ti possiamo rintracciare, perchè io sono di S. Margherita di B. e ho questo nome, ma non ho scritto quello che tu hai scritto. Ciò vuol dire che mi stai causando problemi, perchè si pensa in giro, che sia stata io l’autrice.

  2. vincenzo scrive:

    carissimo amico non so’ se tu sei un fratello o meno so solo che quando si parla del popolo di Dio e della chiesa si sta parlando del corpo di cristo quindi di Dio e della sua opera ,stai molto attento a non pronunciarti troppo,io non direi nemmeno piu’ che la chiesa manca di amore visto che la chiesa e il corpo di cristo e cristo racchiude in se tutto l’amore che esiste cioe’ l’amore di DIO,mi sa che ti stai trovando ad andare contro Dio io non lo farei “convertiti”

    • butindaro scrive:

      Vincenzo, grazie per il tuo commento, che anche se insensato, è utile a far capire alla fratellanza di che pasta siete fatti voi delle ADI (presumo infatti che sei membro ADI dato che hai lasciato un commento proprio in questo post): ormai i vostri ragionamenti vani, i vostri sofismi, le vostre offese, e le vostre accuse ingiuste, le conoscono tutti, comunque è bene che ogni tanto persone come te escano allo scoperto per risvegliarci la memoria a tutti quanti. Per il resto, le mie esortazioni a voi che fate parte di Chiese ADI si possono sia leggere che ascoltare, quindi mi fermo qua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.