Un’anima salvata

Poco fa ho ricevuto dalla Calabria la telefonata di un fratello di nome Guido, che mi ha voluto telefonare perchè quando più di un anno fa mi aveva chiamato era ancora nelle tenebre, in quanto faceva parte della Chiesa Cattolica Romana – recitava molti Rosari – e allora nella sua ignoranza mi aveva contrastato in quanto mi vedeva ‘un pò critico e un pò rigido’. Era molto disturbato soprattutto dal fatto che noi Evangelici affermiamo con certezza di essere salvati, e quindi me lo disse. Io dal canto mio gli dissi il perchè noi siamo sicuri di essere salvati, ed anche se alla mia domanda: ‘Sei salvato?’ mi aveva risposto: ‘Sì’, in effetti mi rispose in maniera presuntuosa in quanto non lo era affatto salvato, e difatti di questo mi ero accorto e per questo lo esortai. La telefonata si concluse con lui che mi diceva: ‘Pregherò per te!’, al che io gli risposi: ‘Sono io che devo pregare per te!’ Dopo quella telefonata, Dio ha continuato ad operare in lui per portarlo a Cristo, e nel Marzo del 2010 il Signore lo ha fatto nascere di nuovo. Ora, essendosi ricordato di me, cioè di quella sua telefonata piuttosto polemica nei miei confronti, mi ha chiamato per farmi sapere che Dio lo ha salvato ed ora frequenta una Chiesa Pentecostale, e quindi per darmi questa buona notizia. Ed io da parte mia ho voluto darla a voi.

“Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia”

Romani 9:16

A Dio sia la gloria ora e in eterno

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Conversioni, Pentecostali, Testimonianze, Varie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.