Sul pane da usare nella Cena del Signore

pagnotta-pane-azzimo

Fratelli nel Signore, in merito alla cena del Signore voglio trattare brevemente questo argomento, vale a dire che tipo di pane va usato per celebrarla, e lo faccio per evitare che vengano a crearsi divisioni o dispute inutili tra la fratellanza.

Dunque, cosa dice la Bibbia in merito al pane da usare nella cena del Signore? Il pane deve essere con o senza lievito, lievitato o azzimo?

Ecco la risposta. Quantunque la cena del Signore fu istituita da Cristo con pane senza lievito (ossia pane azzimo), non ritengo che noi Cristiani abbiamo l’obbligo di usare pane senza lievito quando la celebriamo, e questo per le seguenti ragioni:

– Innanzi tutto perché quando Cristo istituì la Cena del Signore era la festa della Pasqua dei Giudei o festa degli azzimi (Luca 22:1) e durante quella festa il pane da mangiare era quello azzimo, secondo che Dio ordinò ad Israele: “Per sette giorni mangerete pani azzimi. Fin dal primo giorno toglierete ogni lievito dalle vostre case; poiché, chiunque mangerà pane lievitato, dal primo giorno fino al settimo, sarà reciso da Israele” (Esodo 12:15), ma noi in Cristo non siamo chiamati a celebrare la Cena del Signore mentre celebriamo la festa della Pasqua dei Giudei perché non ci è comandato di festeggiare la Pasqua in quanto la Pasqua era un’ombra di futuri beni mentre noi oggi abbiamo la realtà stesse delle cose (Ebrei 10:1; Colossesi 2:16-17), e di conseguenza non siamo obbligati ad usare pane senza lievito.
– In secondo luogo perché ciò da cui noi figliuoli di Dio dobbiamo guardarci non è il lievito del pane, ma un altro tipo di lievito, che è il “lievito di malizia e di malvagità” (1 Corinzi 5:8).

Questo tuttavia non significa che quelle Chiese che celebrano la Cena del Signore usando pane azzimo sbaglino; esse sono libere nel Signore di usare pane azzimo, ma devono astenersi dal giudicare o sprezzare quelle Chiese che preferiscono usare pane lievitato. La stessa cosa vale però anche per quelle Chiese che usano il pane lievitato, anch’esse devono astenersi dal giudicare o sprezzare quelle Chiese che usano pane azzimo. Esse fanno quello che fanno per il Signore, e rendono grazie a Dio prima di rompere il pane, e quindi chi siamo noi da metterci a giudicare o sprezzare i nostri fratelli perché usano pane azzimo?

Come dice Paolo poi: “Il pane che noi rompiamo, non è egli la comunione col corpo di Cristo? Siccome v’è un unico pane, noi, che siam molti, siamo un corpo unico, perché partecipiamo tutti a quell’unico pane” (1 Corinzi 10:16-17).

Accogliamoci dunque gli uni gli altri, come Cristo ha accolto noi, e cerchiamo le cose che contribuiscono alla pace e alla mutua edificazione, evitando dispute e contese, che sono inutili e vane.

Coloro quindi che si atterranno a questa regola, non avranno alcun problema ed ostacolo a partecipare alla Cena del Signore in una comunità dove sono di passaggio ma che usa un tipo di pane diverso da quello che usano loro. E in questo dimostreranno maturità spirituale nonché carità non finta.

La grazia del nostro Signore Gesù sia con tutti quelli che lo amano con purità incorrotta

Giacinto Butindaro

Sul significato della Cena del Signore leggi questo mio scritto

Questa voce è stata pubblicata in Cena del Signore, Insegnamenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Sul pane da usare nella Cena del Signore

  1. Vince scrive:

    Scusa fratello Giacinto , Voglio chiederti se potrai elaborare sulla santa cena , non nel pane che si usa , sia con o senza lievito . Questo l’ho capito . Ma vorrei sapere da te se al posto del pane e` usato un “Craker ” tipo Kellogs ed un po` di acqua colore vino , come succo di uva, che poi e` solo acqua col gusto dell’uva . Se questi elementi si usano nelle chiese Anglofoni , se mi trovo presente ho la liberta` di partecipare , oppure no . Nelle nostre chiese evangeliche in America/Canada sono state sostituite il pane ed il vino, solo per fare a piacere a certi membri che usano gli altri elementi . Quindi , siamo stati noi membri della nostra comunita` che siamo stati forzati a prenderci la santa cena con quei elementi non biblici . Anche se loro dicono che la parola di Dio si riferisce al frutto della vigna , allora mi domando : perche` non usare un coccio di uva ? perche` non spremere dell’uva natural ? Aspetto un tuo commento . Grazie, e pace del Signore . Vince

    • giacintobutindaro scrive:

      Vincenzo, ho parlato di pane lievitato e pane azzimo. Bisogna usare pane quindi. Per quanto riguarda il calice del Signore, esso può contenere anche succo d’uva (nera) perchè comunque si tratta pur sempre del frutto della vigna. Quindi anche qui, le Chiese sono libere di usare vino o succo d’uva non fermentato. Pace.

  2. vera poloni scrive:

    Pace fratelli.
    Ho da poco scoperto una cosa abominevole. Un falso predicatore, tale Dante Gebel che afferma che celebrare la Santa Cena con patatine fritte e coca cola non è peccato. Fratello Giacinto ne eri a conoscenza? Sono disgustata. Chi è questo eretico?
    Vera Poloni

  3. vera poloni scrive:

    Pace fratello.
    Se vai su you tube e cerchi tomar la Santa Cena lo trovi. Purtroppo sono video in spagnolo. Fammi sapere se lo hai trovato e cosa ne pensi
    Vera Poloni

    P.s ho scritto purtroppo perché non conosco lo spagnolo e quindi non posso comprendere quello che dice
    Vera

    • giacintobutindaro scrive:

      Sì è proprio così, in questo video si capisce piuttosto bene quello che costui dice. E’ veramente scandaloso quanto ha affermato. E’ evidente che costui non conosce le Scritture e non ha timore di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.