La ‘grazia’ che predicano gli impostori che si sono intrusi fra noi

“…. si sono intrusi fra noi certi uomini, (per i quali già ab antico è scritta questa condanna), empî che volgon in dissolutezza la grazia del nostro Dio e negano il nostro unico Padrone e Signore Gesù Cristo” (Giuda 4).
La grazia che questi impostori predicano quindi è una grazia che ti dà licenza di peccare, di vivere nel peccato, e quindi che fa ritornare a servire il peccato. Vuoi convivere? Puoi farlo. Vuoi commettere adulterio? Puoi fare pure questo. Vuoi gozzovigliare e ubriacarti? Ma fai anche questo. Vuoi rubare? Anche questo ti è concesso da costoro. Costoro quindi ti dicono: ‘Non dare retta a quelli che predicano ‘non fare questo’ e ‘non fare quest’altro’, sono ‘legalisti’! Hanno fatto del Cristianesimo una cosa noiosa e monotona, nonché pesante da portare. Il Cristianesimo invece è libertà e ‘gioia di vivere’!’
State attenti fratelli, perché questi predicatori sono degli uomini malvagi diretti nelle fiamme dell’inferno, perché con il loro parlare dolce e lusinghiero pongono davanti alle anime intoppi a non finire per farle cadere nel peccato e menarle in perdizione. Lasciateli, sono guide cieche. E mettete in guardia i santi da essi, affinchè non cadano nelle loro grinfie.
“Che dunque? Peccheremo noi perché non siamo sotto la legge ma sotto la grazia? Così non sia. Non sapete voi che se vi date a uno come servi per ubbidirgli, siete servi di colui a cui ubbidite: o del peccato che mena alla morte o dell’ubbidienza che mena alla giustizia?” (Romani 6:15-16)

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.