Non vogliono essere perseguitati a motivo di Cristo

L’apostolo Paolo ha detto: “Per questo io mi compiaccio in debolezze, in ingiurie, in necessità, in persecuzioni, in angustie per amor di Cristo; perché, quando son debole, allora sono forte” (2 Corinzi 12:10).

E’ dunque molto inquietante vedere molti che si dicono Cristiani che hanno il sentimento opposto a quello dell’apostolo Paolo. Evidentemente non vogliono imitare Paolo, e di conseguenza non vogliono imitare Cristo, perchè Paolo ha detto: “Siate miei imitatori, come anch’io lo sono di Cristo” (1 Corinzi 11:1).

Attenzione dunque a tutti quelli che si dicono Cristiani ma fanno di tutto per non essere perseguitati a motivo di Cristo, e quindi a questo scopo contorcono le Scritture, manipolano la dottrina di Dio, evangelizzano con sapienza di parola, amano il mondo e le sue concupiscenze, si mettono con gli infedeli e scendono in Egitto in cerca di aiuto! Guardatevi e ritiratevi da essi.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.