Chiesa Cristiana Rinnovata? No, setta eretica

chiesa-rinnovata-trapani

Fratelli nel Signore che vivete nel trapanese vi scrivo per mettervi in guardia dalla Chiesa Cristiana Rinnovata Bethel che si raduna in Via Pietro Mascagni 20 a Trapani (di cui è ‘pastore’ Ignazio Vultaggio), perchè insegna diverse eresie di perdizione.

Innanzi tutto rigettano la dottrina della Trinità in quanto affermano: ‘… noi non crediamo al dogma della Trinità, perché andando ad investigare le Sacre Scritture, scopriamo che esse non parlano di Trinità …’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/la-trinit-dopo-tutto-quello-che-abbiamo.html).

Poi negano la nascita verginale di Cristo che loro mettono tra le leggende: ‘Sembra ovvio che tanto Matteo che Luca, che non si sono conosciuti e che hanno scritto i loro Vangeli in paesi diversi, rispettivamente Egitto e Roma, abbellirono il racconto su Gesù, ispirandosi a leggende già esistenti, che però non riscuotevano lo stesso favore nei due posti. E’ per questo che Matteo, conferì alla nascita di Gesù, un alone orientale e popolare, mentre Luca forzò la mano, per adattare la storia, a tradizioni mitiche più credibili nella capitale dell’Impero’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/la-purezza-dellinsegnamento-la_15.html), negano la divinità di Cristo Gesù in quanto affermano che Gesù fu creato da Dio: ‘…. si comprende che quest’Angelo, è la più importante Creatura, poiché per prima conobbe il Creatore di tutte le cose, giacché, è il principio della Creazione Spirituale, prodotta dall’Increato. Attraverso la narrazione di questo capitolo, notiamo lo scaturire dell’immenso Amore del Creatore, verso la sua prima Creatura Spirituale, e viceversa. Che nome aveva questa Creatura, ammesso che n’avesse uno, nel suo Luogo Spirituale presso l’Eterno, noi non lo sappiamo, ma possiamo affermare che questo Spirito, quando si muoveva con il mandato dell’Increato, portava nomi quali: Sapienza, Potenza, Parola, Verbo, Io sono. [….] Lo vediamo ancora, nel Nuovo Testamento, ove compie la volontà dell’Increato, cominciando ad incarnarsi nel seno della fanciulla Maria, per tabernacolare il corpo umano del futuro Messia. Riceve il nome alla nascita, del e dal suo Creatore, che è Gesù [….]'(http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/lo-spirito-sapienzaleges-leggendo-i.html), e per questo rifiutano di adorarlo: ‘Noi non adoriamo il Signor Gesù Cristo, ma ciò non ci toglie di amarlo, onorarlo e glorificarlo, per tutto quello che ha fatto e farà per la sua Chiesa e per il genere umano’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/ladorazione-oltre-tutto-quello-che.html).

Negano pure che la morte di Gesù Cristo sia stata preordinata da Dio e preannunziata tramite i suoi profeti: ‘Isaia 53 … Alcuni, riferendosi a questo capitolo, dicono il contrario, ma questo testo, deve essere letto, nel contesto della sventura, subita dal popolo ebraico, nel suo esilio e nella sua prigionia, in Babilonia nei secoli, VI – V a.C. Il profeta, che parla in nome del suo popolo, annuncia la liberazione, dalla schiavitù babilonese, e molti stentano a crederci. Si descrive ancora, il profondo stato di umiliazione del Servo, che qui, è la personificazione, e la rappresentazione del popolo d’Israele, durante la prigionia, e viene affermato, che il castigo con cui era stato punito, non l’aveva meritato, egli soffriva invece, dei veri colpevoli, che avrebbero dovuto perire. Anche se questo testo, non ha nulla a che vedere, con la passione e la morte di Gesù, sarà considerato dai cristiani, un pilastro fondamentale della loro fede, tanto da definirlo il Quinto Vangelo. Fuorviando di proposito, il vero significato del racconto, e trasformandolo in profetico, la Chiesa non la primitiva, ma la successiva, riuscì a dare un senso trionfante, glorioso e divino, all’esecuzione di Gesù, ovvero ad un fatto, che al contrario, poteva essere interpretato, solo in chiave di fallimento. Per giustificare, l’esecuzione di Gesù, si è propagata l’idea, che la sua morte era necessaria: “Secondo le Scritture” Ovvero, che la sua crocifissione, era voluta, fin dalla notte dei tempi, dai piani di Dio, come dimostrato dai testi biblici. Per documentare tale sproposito, sono stati spogliati, tutti i testi dell’Antico Testamento, per rintracciare quei versetti, che dovutamente manipolati, e decontestualizzati, sono stati trasformati, in profezie virtuali, del mistero della passione di Cristo. In definitiva il testo, è stato manipolato e falsificato, come ci dimostra, un’attenta lettura, del medesimo capitolo, nella versione dei LXX, a nostra disposizione’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/note.html). E quindi negano il valore espiatorio della sua morte: ‘Abbiamo visto, come nel tempo, si sono susseguite, le varie idee, sulla giustificazione della crocifissione, di Gesù Cristo. Vogliamo farvi conoscere ancora, alcuni pensieri moderni, sull’argomento trattato per capire, se è rimasto tutto uguale, o qualcosa è cambiato: Dominique Simonnet, Giornalista dell’Express dice: La necessità della sofferenza, il Sacrificio di Cristo, il Peccato Originale, secondo una lettura critica della Bibbia, non farebbero parte, degli insegnamenti di Gesù, e dovrebbero essere gettati, alle ortiche’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/note.html), ‘Cristo nel cielo, dunque non è stato scelto dall’Increato, per andare a morire, ma è stato scelto per testimoniare, gli uomini rifiutandolo lo uccidono, e di rincalzo l’Eterno lo risuscita, per testimoniare che Egli, è dalla parte del Cristo, e non di quel popolo malvagio’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-sacrificio-per-il-cristiano.html), ‘Ciò che voleva l’Eterno, non era, che Gesù morisse, per cancellare i peccati degli uomini, ….’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-sacrificio-per-il-cristiano.html), ‘la morte di Gesù alla croce, non è stata un sacrificio, ma un’esecuzione martirizzante, e con tutto il massimo rispetto, e onore che noi possiamo avere per essa, non è servita a cancellare i peccati, e tale idea sembra essere fondamentalmente opposta, al suo insegnamento’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-sacrificio-per-il-cristiano.html), ‘a volere la morte del Signor Gesù, a prescindere che sia o non sia stato un sacrificio, non è stato l’Iddio Altissimo, per i suoi fini redentori, ma il Diavolo che ha spinto gli uomini di allora (come quelli di adesso), ad amare la menzogna nella sua figura, e ad odiare la Verità nella persona del Maestro, fino ad ucciderlo’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-sacrificio-per-il-cristiano.html).

Affermano poi che lo Spirito Santo è un angelo infatti lo definiscono ‘una Creatura al Servizio dell’Eterno per l’uomo’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/lo-spirito-santo.html).

Rigettano il peccato originale: ‘il peccato originale, è respinto dall’Antico Testamento …’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-sacrificio-per-il-cristiano.htm), e dato che negano il valore espiatorio della morte di Cristo, negano anche che la remissione dei peccati si ottenga grazie allo spandimento del suo sangue: ‘Quindi, se non è per il sangue di Gesù, versato alla croce, come avviene il perdono, quando pecchiamo o volontariamente sbagliamo? Semplicemente, per mezzo della preghiera, rivolta all’Eterno, nel nome di Gesù, con un cuor rotto, e uno spirito contrito, dicendo a Lui, come Gesù c’insegnò, in Luca 11, 4: “Padre nostro perdonaci i nostri peccati, poiché anche noi perdoniamo ad ogni nostro debitore”. L’Eterno, siamo sicuri ci ascolterà, perché indirizziamo la nostra preghiera, a Lui nel nome di Gesù …’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-sacrificio-per-il-cristiano.html).

Rifiutano di credere nell’ispirazione verbale e plenaria della Sacra Scrittura infatti affermano: ‘Attraverso i secoli, noi sappiamo che la Bibbia, è stata interpretata in un contesto greco, e tutto il Nuovo Testamento, è stato interpretato, sulle basi di Platone e Aristotele, infatti, non c’è alcuna prova convincente, che possa spingerci a supporre, che dei quattro Evangeli sopravvissuti (sappiamo anche come), qualcuno sia stato scritto da testimoni oculari. Un gruppo d’importanti studiosi della bibbia, che si definiscono, “Il Seminario di Gesù”, sponsorizzati dal Westar Institute di Sonora, California, ha recentemente completato, un’analisi durata sei anni, di tutti i Logia, o Detti di Gesù, ed ha dichiarato, che almeno 80% dei detti, non sono autentici. Se questi giudizi, sono ben fondati, e noi crediamo che lo siano, (anche se non diamo la percentuale), allora né la teologia cattolica, né la protestante, sono basate sulla teologia di Gesù Cristo’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/la-purezza-dellinsegnamento-la_15.html), ‘Non si capisce, dunque perché, molte persone, o molte chiese, continuano ancora a credere e ad insegnare, che tutta quanta la Sacra Scrittura, è la Parola di Dio’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/le-sacre-scritture.html).

Rigettano il battesimo in acqua, infatti affermano: ‘… il battesimo in acqua, per l’Increato, non ha alcun valore o utilità, perché se n’avesse avuto, essendo Egli un Essere d’ordine, non avrebbe dato lo Spirito, prima del battesimo. Il battesimo, quindi, non è necessario per la salvezza, essendo un simbolo ancestrale, che è stato voluto dagli uomini, e non da Gesù, o dall’Eterno’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/il-battesimo-il-termine-battesimo.html), come anche la cena del Signore perchè dicono: ‘Noi pensiamo, che Gesù non abbia istituito questo rito, quello che Egli fece, era semplicemente un’ultima cena con i suoi, e questa cena, non era neanche la cena commemorativa pasquale ebraica, in quanto la festa di Pasqua ebraica, cominciava di Sabato e non di Giovedì sera, momento in cui fu arrestato, Giovanni 13, 1. Gesù, non ha istituito questo rito, perché Egli, per farci ricordare di Lui, e delle cose che ha fatto o detto, ci ha lasciato qualcuno come memoriale, questi è lo Spirito Santo, e non qualcosa di simbolico come il pane e il vino della cena. Noi non possiamo pensare, che Gesù il Cristo, amante delle anime, può essersi permesso, di usare un simbolo ancestrale retorico, ritualistico, umano, per ricondurle proprio a quelle pratiche, che Egli era venuto ad abolire, perché tutto questo, non si accorda con il fatto, che Egli è venuto, ad abolire il Tempio, sia giudaico sia pagano’ (http://la-conoscenza.blogspot.it/2006/12/la-cena-del-signore-fate-questo-in.html).

Come potete vedere, fratelli questa cosiddetta Chiesa Cristiana Rinnovata è rimasta vittima della seduzione del diavolo che è riuscito a farle accettare eresie di perdizione.

E’ assolutamente falso quindi quello che dicono quelli del Cesnur su questa Chiesa: ‘La dottrina è quella tipica delle Chiese pentecostali indipendenti’.

trapani-bethel-cesnur

Fonte: http://www.cesnur.org/religioni_italia/p/pentecostali_10.htm

Guardatevi e ritiratevi dai membri di questa setta e da chiunque professi queste stesse loro eresie.

La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con tutti quelli che lo amano con purità incorrotta.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cristiana rinnovata, Confutazioni, Sètte e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.