Beato l’uomo che Dio castiga

Dice la Scrittura: “Beato l’uomo che Dio castiga! E tu non isdegnar la correzione dell’Onnipotente; giacché egli fa la piaga, ma poi la fascia; egli ferisce, ma le sue mani guariscono” (Giobbe 5:17-18).

Quando dunque Dio ti castiga, fratello, devi sapere che devi considerarti una persona beata! Lo so, “ogni disciplina sembra, è vero, per il presente non esser causa d’allegrezza, ma di tristizia; però rende poi un pacifico frutto di giustizia a quelli che sono stati per essa esercitati” (Ebrei 12:11). E sai perchè? Perchè Dio ci castiga “per l’util nostro, affinché siamo partecipi della sua santità” (Ebrei 12:10), in altre parole affinché noi siamo spinti a santificarci nel Suo cospetto, e quindi a piacergli perchè chi si santifica è gradito a Dio perchè porta del frutto a Dio. E quando ci si santifica ci si sente pieni di pace e di gioia. Se dunque questa è l’utilità del suo castigo, non possiamo che riconoscere che Dio ci castiga perchè ci ama. A Dio sia la gloria ora e in eterno in Cristo Gesù. Amen.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Meditazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.