Si sono profondamente corrotti

Dice il profeta Osea: “I giorni della punizione vengono; vengono i giorni della retribuzione; Israele lo saprà! Il profeta è fuor de’ sensi, l’uomo ispirato è in delirio, a motivo della grandezza della tua iniquità e della grandezza della tua ostilità. Efraim sta alla vedetta contro il mio Dio; il profeta trova un laccio d’uccellatore su tutte le sue vie, e ostilità nella casa del suo Dio. Essi si sono profondamente corrotti come ai giorni di Ghibea! L’Eterno si ricorderà della loro iniquità, punirà i loro peccati” (Osea 9:7-9).
Gli Israeliti dunque si erano profondamente corrotti, abbandonandosi ad ogni sorta di iniquità. E rifiutavano di ascoltare la voce di Dio che parlava loro attraverso i Suoi profeti, che li scongiuravano a ravvedersi e convertirsi per tornare a Dio. Ma loro, essendo diventati nemici di Dio, combattevano contro i profeti di Dio, i quali venivano da essi perseguitati e vituperati. Ma Dio promise che si sarebbe ricordato delle loro iniquità e a suo tempo li avrebbe puniti.
La storia si ripete, perchè oggi stiamo assistendo alla stessa cosa nella Chiesa di Dio. Tanti che si professano Cristiani si sono profondamente corrotti, si abbandonano ad ogni sorta di peccato, prendono la Parola di Dio e se la gettano dietro le spalle, e perseguitano e vituperano coloro che li esortano a ravvedersi e convertirsi dalle loro vie malvagie. Prendono piacere a schernire e oltraggiare i messaggeri di Dio. Ma Dio è giusto, e a suo tempo si ricorderà dei loro peccati, della loro ostilità verso coloro che parlano da parte di Dio, e quindi li castigherà.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Meditazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Si sono profondamente corrotti

  1. vera poloni scrive:

    Pace.
    Due casi per commentare.
    Una sorella che doveva avere il giusto compenso dopo un lavoro, non ha avuto il denaro dal credente che doveva pagarla. Dato che questo fratello era di un’altra chiesa ha contattato il di lui pastore che si era impegnato a farle avere il denaro. Dopo più di un anno ancora aspetta che il pastore si faccia sentire e il suo compenso.
    Io stessa ho prestato un’ingente somma a un credente che me la sta restituendo goccia a goccia dopo che, esasperata, ho dovuto mettere di mezzo il mio pastore altrimenti non avrei rivisto un soldo. Questo è un fratello che gira le chiese con la sua testimonianza e quindi dopo che è intervenuto il pastore all’improvviso ha trovato il denaro che prima non aveva.
    Naturalmente non mi ha chiesto mai scusa per i suoi comportamenti ( mi ha preso in giro più di un anno promettendo e non mantenendo) e nemmeno per le bugie che ha detto (alla fine io gli avrei detto che non volevo più i soldi ed altre cose non vere).
    Questi sono gli “stupendi” comportamenti di fratelli che girano le chiese, vengono adulati da pastori e altri credenti e si riempiono la bocca di essere creature nuove.
    Dio ci benedica
    Vera Poloni

  2. vera poloni scrive:

    Pace
    Fratello Giacinto vorrei farti una domanda che forse ti sembrerà un po’ sciocca ma vorrei conoscere il tuo parere visto che le tue risposte sono sempre equilibrate e soprattutto basate sulla Parola.
    Perché alcuni credenti si comportano peggio dei pagani? Mi spiego, sono un insegnante e ho a che fare con molte persone
    Perché le azioni più brutte le ho ricevute da persone che si riempiono la bocca del Signore? Perché ci sono tanti chr che pur non essendo credenti nella società si comportano meglio di alcuni “fratelli ” e “sorelle”? Perché ad esempio alcuni non credenti si comportano male e poi ti chiedono scusa e cercano di non ripetere l’errore, mentre alcuni credenti ti calpestano senza ritegno e vogliono anche avere ragione? C’è una spiegazione a tutto questo?
    Ti ringrazio per una tua eventuale risposta e per quelle eventuali di altri fratelli
    Dio ci benedica
    Vera Poloni

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace sorella, ascolta, questa è una cosa che ho riscontrato pure io. Ti posso rispondere dicendo che questo accadeva già ai giorni degli apostoli, infatti l’apostolo Paolo disse ai santi di Corinto: “Si ode addirittura affermare che v’è tra voi fornicazione; e tale fornicazione, che non si trova neppure fra i Gentili; al punto che uno di voi si tiene la moglie di suo padre” (1 Corinzi 5:1). Comunque, sappi che Dio ci mette alla prova anche in questa maniera, quindi rimaniamo saldi nella fede e continuiamo a camminare in maniera degna del Signore. Temiamo Dio e osserviamo i suoi comandamenti. Il Signore poi renderà a quelli che si comportano iniquamente secondo le loro opere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.