Gesù conosce le calunnie che ci lanciano gli avversari

Nella lettera che Gesù ordinò a Giovanni di scrivere all’angelo della Chiesa di Smirne si legge tra le altre cose: “E all’angelo della chiesa di Smirne scrivi: Queste cose dice il primo e l’ultimo, che fu morto e tornò in vita: Io conosco la tua tribolazione e la tua povertà (ma pur sei ricco) e le calunnie lanciate da quelli che dicono d’esser Giudei e non lo sono, ma sono una sinagoga di Satana” (Apocalisse 2:8-9).
Voglio che notiate che Gesù era a conoscenza delle calunnie che taluni lanciavano contro l’angelo della Chiesa di Smirne. Le chiamò calunnie, perchè sapeva che quelle accuse lanciate contro quel suo servitore erano false. E difatti chi erano coloro che le lanciavano? Furono chiamati da Gesù ‘una sinagoga di Satana’, quindi un’assemblea (il termine sinagoga infatti significa ‘assemblea’) capeggiata da Satana, che è chiamato anche diavolo che significa ‘calunniatore’ perchè lui prende piacere a lanciare calunnie contro i santi. Ecco dunque spiegato perchè costoro calunniavano quel fedele servitore di Dio, perchè erano dal diavolo. Chi è dal diavolo infatti non può che accusare falsamente – perchè calunniare significa proprio questo – i veri servi di Dio, perchè fa i desideri del nemico di Dio.
Gesù dunque non si schiera a favore dei calunniatori, ma contro di essi e difatti prende le difese di chi viene calunniato. Quindi, fratelli, la cosa che consola grandemente sapere è che Gesù, poichè è la verità, odia le accuse false (ossia le calunnie), e quindi la Sua faccia è contro i calunniatori. Chi invece ama le accuse false è il diavolo, che è padre della menzogna, che quindi appoggia e sostiene i calunniatori. E consola grandemente anche sapere che siccome Dio è giusto e fa giustizia ad ognuno, viene il giorno in cui il Signore renderà ai calunniatori secondo le loro opere facendo ricadere su di essi il male fatto dalle loro lingue, in quanto “chi spande la calunnia è uno stolto” (Proverbi 10:18), e la verga di Dio colpisce gli stolti; ed inoltre il Signore li farà venire a prostrarsi davanti a coloro che sono amati e approvati da Dio e che essi hanno calunniato, secondo che è scritto: “ecco, io li farò venire a prostrarsi dinanzi ai tuoi piedi, e conosceranno ch’io t’ho amato” (Apocalisse 3:9).

La grazia del Signore Gesù sia con voi

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Meditazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.