Dentro e fuori il locale di culto

La donna deve essere vestita con verecondia e modestia, non di trecce e d’oro o di perle o di vesti sontuose (1 Timoteo 2:9), e si deve velare il capo quando prega (1 Corinzi 11:10,5), anche quando non è nel locale di culto. Poichè questi precetti sono validi anche fuori dal locale dove si raduna la Chiesa ossia anche quando non è in corso una riunione di culto. In altre parole, la donna deve essere vestita con verecondia e modestia anche quando va a fare una passeggiata con suo marito, va a fare la spesa, va ad accompagnare i figli a scuola, in qualche ufficio, ecc. E così la donna si deve velare il capo anche quando prega prima di mangiare o nella sua cameretta da sola.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Ornamento esteriore della donna e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.