Li costringe l’amore del denaro

amore-denaro-blog

L’apostolo Paolo diceva giustamente ai santi di Corinto: “Perché, se siamo fuor di senno, lo siamo a gloria di Dio e se siamo di buon senno lo siamo per voi; poiché l’amore di Cristo ci costringe; perché siamo giunti a questa conclusione: che uno solo morì per tutti, quindi tutti morirono; e ch’egli morì per tutti, affinché quelli che vivono non vivano più per loro stessi, ma per colui che è morto e risuscitato per loro” (2 Corinzi 5:13-15). Ecco dunque l’amore di Cristo cosa costringeva a fare gli apostoli, che erano servitori del Signore.
Ma esiste anche l’amore del denaro, che è quello che costringe i servitori di Mammona a insegnare cose che non dovrebbero. E’ più forte di loro, la cupidigia li domina, e nella loro cupidigia sfruttano i santi con parole finte, estorcendo loro del continuo denaro.
Vedete dunque che differenza esiste tra i servitori del Signore e i servitori di Mammona. I servitori di Dio, costretti dall’amore di Cristo, insegnano la sana dottrina e si conducono in maniera degna di Cristo, facendo in questa maniera glorificare il nome di Dio; mentre i servitori di Mammona, costretti dall’amore del denaro, insegnano dottrine d’uomini che voltano le spalle alla verità, e si comportano in maniera scandalosa e vergognosa, facendo biasimare la dottrina di Dio e diffamare la via della verità.
Abbiate dunque stima dei servitori del Signore, ma guardatevi e ritiratevi dai servi di Mammona.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Li costringe l’amore del denaro

  1. vera poloni scrive:

    Pace Giacinto.
    Purtroppo l’amore del denaro sta dilagando sempre più.
    Ultimamente ho avuto bisogno di alcune prestazioni mediche e come sempre faccio in questi casi ho preferito far guadagnare una sorella. Questa sorella è venuta a casa, ho speso circa 150 euro ma il problema non è stato risolto
    Allora mi sono recata allo studio di una non credente e con 50 euro e una seduta in più ho risolto il problema. Naturalmente non mi rivolgero’ più a questa sorella anche se il fatto mi ha molto rattristato. E’giusto pagare una persona per i suoi servigi ma il fatto che questa sorella ci abbia lucrato sinceramente mi ha sconcertato

  2. Giovan battista scrive:

    Vera mi dispiace tanto poi se i pagani parlano male di alcuni credenti non meravigliamoci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.