Israele, deputato strappa pagine del Nuovo Testamento

Questa è una notizia che mostra quanto odio esista tra gli Ebrei verso il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo (a motivo dell’induramento parziale che si è prodotto in Israele per volere di Dio), in particolare tra gli Ortodossi e Ultraortodossi. Comunque ricordatevi che tutti gli Ebrei disubbidienti – ossia quelli indurati da Dio – rifiutano Gesù di Nazareth come il Messia promesso da Dio tramite i Suoi santi profeti, e quindi rifiutano tutto il Nuovo Testamento. Per cui anche quegli Ebrei che condannano questo plateale gesto, certamente sono d’accordo nel rigettare gli scritti del Nuovo Testamento.

Ricordiamoci però sempre quello che diceva Paolo in merito agli Ebrei : “Per quanto concerne l’Evangelo, essi sono nemici per via di voi; ma per quanto concerne l’elezione, sono amati per via dei loro padri; perché i doni e la vocazione di Dio sono senza pentimento. Poiché, siccome voi siete stati in passato disubbidienti a Dio ma ora avete ottenuto misericordia per la loro disubbidienza, così anch’essi sono stati ora disubbidienti, onde, per la misericordia a voi usata, ottengano essi pure misericordia. Poiché Dio ha rinchiuso tutti nella disubbidienza per far misericordia a tutti” (Romani 11:28-32).

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Michael-Ben-Ari-knesset-bibbia

Israele, deputato strappa pagine della Bibbia: “Libro ignobile”

19 luglio 2012

“Questo libro abominevole ha promosso l’uccisione di milioni di ebrei durante l’inquisizione e gli autodafé”. Con queste parole il deputato Michael Ben-Ari, esponente del partito di estrema destra HaIhud HaLeumim (Unione nazionale), ha strappato le pagine di un Nuovo Testamento. Il libro è stata la risposta a quella che il parlamentare ha definito una ”provocazione inaccettabile”: nei giorni scorsi la Società biblica israeliana ha inviato ai parlamentari israeliani una copia del Nuovo Testamento in ebraico. Così scrisse nella lettera di accompagnamento Victor Kalisher, presidente dell’associazione evangelica israeliana: ”Siamo lieti di offrirle questo libro che illumina le Sacre Scritture e aiuta a comprendere il legame tra la Torah e il Nuovo Testamento. Nella sua importante posizione al servizio della gente speriamo e preghiamo che questo libro possa aiutarla”.

Ecco il perché del gesto di Ben-Ari. Che ha deciso di farsi immortalare con orgoglio nella sua azione, svoltasi non in un luogo qualunque, ma nella Knesset: “Non c’è dubbio che questo libro e coloro che lo hanno inviato appartengano alla spazzatura della storia”.

Ma chi è Ben-Ari? Cresciuto nella periferia sud di Tel Aviv e attualmente residente nell’insediamento di Karnei Shomron, è il primo deputato israeliano che non ha nascosto (anzi!) di essere stato un seguace di Meir Kahane, fondatore del partito razzista Kach (per intenderci il partito messo al bando per incitazione all’odio contro gli arabi dopo la strage della Grotta dei Patriarchi a Hebron). Per questo motivo gli Stati Uniti gli hanno addirittura negato il visto di ingresso, numerose volte, facendo riferimento alla legislazione antiterrorismo.

Il portavoce del governo israeliano, Mark Regev, ha condannato ufficialmente l’atto: “Deploriamo totalmente questo comportamento – ha detto, secondo quanto riportato da Ynet – e lo condanniamo apertamente. Questa azione è in totale contrasto con i nostri valori e le nostre tradizioni. Israele è una società tollerante, ma abbiamo tolleranza zero verso questo spregevole e odioso atto”. Anche Ilan Gilon, deputato del partito di sinistra Meretz, ha condannato l’azione di Ben Ari: “è scioccante che qualcuno come lui sia membro della Knesset”.

Valerio Evangelista

Fonte: http://frontierenews.it/2012/07/israele-deputato-strappa-pagine-della-bibbia-libro-ignobile/

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Confutazioni, Ebrei, Persecuzioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.