ABOMINAZIONE! Le ADI nel dialogo interreligioso

Fratelli che frequentate Chiese ADI, torno ad avvertirvi solennemente affinchè usciate e vi separiate dalle ADI perchè la strada che hanno intrapreso (che è quella dell’ecumenismo e del dialogo interreligioso) è quella tracciata per loro dalla Massoneria, che è una istituzione diabolica che si prefigge la distruzione del Cristianesimo. Questa notizia e il successivo video (veramente molto inquietante) confermano ciò, perchè la Chiesa ADI di La Spezia ha aderito alla Consulta delle Religioni del Comune della Spezia. Chi ha orecchi da udire, oda. Giacinto Butindaro

P.s. Ovviamente l’esortazione ad uscire e separarsi la rivolgo pure a quei credenti che fanno parte delle altre Chiese Evangeliche che camminano sulla stessa strada.

La Spezia, inaugurato il Giardino della Pace – Parco 2 Giugno

4 maggio 2011

La Spezia. Un melograno, una palma, un ciliegio, ulivi: dodici piante, sistemate all’interno del Parco del 2 giugno quale testimonianza visibile del dialogo interreligioso nella nostra città.
Così la Consulta delle Comunità delle religioni della Spezia ha voluto rappresentare il proprio percorso di dialogo fra fedi differenti e lo ha chiamato il “giardino della pace”: uno spazio aperto, di incontro, un modo per rappresentare la dimensione religiosa come ricco patrimonio di idee e di pratiche che fa emergere valori come la ricerca della pace, della giustizia e della cittadinanza attiva, collocato non casualmente in un luogo quale il Parco del 2 giugno, testimone di ricordi e di significati che oggi più che mai richiamano proprio a tali valori.
Ad inaugurarlo il Sindaco della Spezia Massimo Federici, il prefetto Giuseppe Forlani e i 12 rappresentati della Consulta delle Comunità delle religioni.

Ciascuna comunità ha sistemato nel Parco una pianta e vi ha collocato accanto una targa che riporta un breve testo ricavato dagli scritti propri, mentre una, più grande, accoglie il visitatore con una riflessione sul valore del dialogo, quale via più efficace, seppur faticosa da percorrere, per superare la diffidenza e i conflitti: infatti, se nel passato, e purtroppo anche oggi, le appartenenze religiose sono state usate per innalzare barriere e armare conflitti, la scommessa della Consulta spezzina è che le religioni dispongano di grandi strumenti di dialogo e di apertura per costruire un’umanità migliore.

La cerimonia si aprirà con la proiezione, rivolta gli studenti del complesso scolastico del “2 giugno”, del cortometraggio “I colori della fede”, realizzato dalla Consulta nel 2009, alla quale farà seguito l’inaugurazione del “giardino” alla presenza del Sindaco e del Prefetto della città.

Dopo Roma e Genova, La Spezia è la terza città italiana ad aver istituito una Consulta delle Religioni un organismo partecipato, rappresentativo e permanente, in grado di interloquire con l’amministrazione comunale per favorire il dialogo fra le comunità religiose e la cittadinanza.

La Consulta raccoglie al suo interno i rappresentanti delle religioni presenti sul territorio comunale, indipendentemente dal loro avvenuto o richiesto riconoscimento dello Stato, che hanno scelto liberamente di aderire: Assemblee di Dio in Italia, Chiesa Battista , Chiesa Cattolica , Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno, Chiesa Cristiana Evangelica dei Fratelli della Spezia, Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni, Chiesa Metodista, Chiesa Ortodossa Rumena, Chiesa Internazionale del Vangelo Quadrangolare, Comunità Ebraica La Spezia, Comunità Islamica, Istituto Buddista Italiano “Soka Gakkai”.

Fonte: http://www.liguria2000news.com/la-spezia-inaugurato-il-giardino-della-pace-%e2%80%93-parco-2-giugno.html

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Chiesa cattolica romana, Chiese protestanti storiche, Confutazioni, Ecumenismo, Illuminati, Massoneria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a ABOMINAZIONE! Le ADI nel dialogo interreligioso

  1. Gaetano scrive:

    La cosa appare grave,molto grave,con la scusa di risolvere i problemi sociali,serpeggia l’intonazione ecumenica.

  2. massimo scrive:

    Desidero parteciparvi di una chicca che ritengo molto interessante. E ciò, affinchè possa far riflettere, non solo con la misera mente carnale, ma piuttosto, con il cuore e mente spirituali, con altrettanti occhi spirituali, molti signori, non solo delle ADI, ma anche di altre denominazioni evangeliche, eventualmente orientate a questo tipo di dialogo interreligioso!
    Infatti, ho letto recentemente il libro pubblicato dalla Mondadori e scritto dell’ ottimo giornalista e scrittore CORRADO AUGIAS (edizione 201o/11) dal titolo : “I SEGRETI DEL VATICANO”. Nel libro, sono così testualmente riportate tali parole:

    ” Ebrei e cristiani erano accusati di odiare il genere umano perchè vivevano in comunità separate, non partecipavano alla vita pubblica, tanto meno alle cerimonie religiose, che a Roma avevano anche un connotato patriottico e civile; non accettavano di mettere il loro Dio nel pantheon accanto agli altri dei, si arroccavano in un incomprensibile monoteismo, proclamando che il loro era l’unico vero Dio. Sulla convivenza delle religioni era basata la PAX ROMANA, che riuniva innumerevoli culti e popoli; la pretesa dei cristiani e degli ebrei minava l’intera costruzione, tanto più che l’imperatore reincarnava una doppia autorità, religiosa e civile….”.

    Era il tempo in cui Nerone imperava, ovvero, nella seconda metà del I° secolo d.C.
    ed AUGIAS, contestualmente scrive :
    ” La religione di Roma era essenzialmente pubblica, cioè politica…si esigeva che nessuno avesse – per proprio conto, degli “dei nè nuovi nè forestieri, se non riconosciuti dallo Stato”.

    Sono trascorsi più di 2000 anni, ma temo che la Storia voglia ripetersi! Riunire molte religioni per un unico scopo? Per la PAX ROMANA?
    Ma…non sarà forse lo scopo per così com’è scritto :
    “ESSI HANNO UN UNICO SCOPO E DARANNO LA LORO POTENZA ED AUTORITA’ ALLA BESTIA. ESSI COMBATTERANNO CONTRO L’AGNELLO…” (Apocalisse 17:13-14). Ma il Signore stesso interverrà, se questo è il loro piano : “L’AGNELLO LI VINCERA’ PERCHE’ EGLI E’ IL SIGNORE DEI SIGNORI ED IL RE DEI RE” (Apocalisse 17:14). Non posso dimenticare quel passo così forte al mio cuore : ” GETTALO PER IL VASAIO, IL MAGNIFICO PREZZO CON CUI SONO STATO DA LORO VALUTATO.” ALLORA PRESI I TRENTA SIGLI D’ARGENTO E LI GETTAI NELLA CASA DELL’ETERNO PER IL VASAIO” (Zaccaria 11:12). La profezia si avverrò. Infatti, il nostro amato Signore Gesù Cristo venne barattato da Giuda con i capi dei Farisei e dei sacerdoti anziani, per 30 sicli d’argento ( Matteo 27: 3). Dobbiamo forse usare le parole di Gesù? : ” Padre, perdona loro, perchè non sanno quello che fanno” (Luca 23:34). Ma i capi possono mai non sapere quello che fanno? Che lo Spirito di Dio illumini tutti, affinchè chiunque voglia veramente servire l’ IDDIO VIVENTE e VERO, faccia presto una scelta coraggiosa! Amen.

  3. Davide scrive:

    Lo scopo è indicato in Rivelazione 17:16-17, ovvero:
    “E le dieci corna che hai vedute e la bestia odieranno la meretrice e la renderanno desolata e nuda, e mangeranno le sue carni e la consumeranno col fuoco. Poiché Iddio ha messo in cuor loro di eseguire il suo disegno e di avere un medesimo pensiero e di dare il loro regno alla bestia finché le parole di Dio siano adempite”.
    I dieci Re, si alleeranno con la Bestia che sale dal Mare e distruggeranno la Meretrice (sistema religioso). La Bestia, inoltre, individuerà Gerusalemme quale città dalla quale governare (all’interno del Tempio nel frattempo ricostruito).

  4. Davide scrive:

    Daniele 12:4. Ma tu, Daniele, tieni nascoste queste parole e sigilla il libro fino al tempo della fine; molti andranno avanti e indietro e la conoscenza aumenterà. Quei molti siamo noi cari fratelli. In questi tempi, la conoscenza sta aumentando a vista d’occhio!

  5. massimo scrive:

    Pace f.llo Davide, ti scrivo quanto riporta il buon Dizionario Biblico di Renè Pache:
    “Babilonia diviene il simbolo della confusione di un mondo allontanato dalla benedizione e dal governo di Dio. Perciò nell’Apocalisse, Giovanni la pone in violento contrasto con la nuova Gerusalemme, tipo della Chiesa, sposa dell’ Agnello. Babilonia rappresenta al contrario la Chiesa apostata, la FALSA RELIGIONE, la GRANDE PROSTITUTA, la cui infedeltà, lo spirito di lucro, e la sete di dominio saranno infine smascherati e condannati (Apocalisse 17 e 18). Questa Babilonia ha evidenti rapporti con ROMA, la città dai sette colli che dominava tutta la terra (Apocalisse 17:9-18). L’Anticristo, capo politico degli ultimi tempi, sarà lo strumento della sua distruzione (Apoc. 17:16-17).

    Mi risulta che qualche eminente “padre” già anni fa, abbia avviato questo dialogo interreligioso. Perdonate questo ardire! Si attribuisca, piacer volendo a mia pazzia questa verità! Un tempo…comunque, i pazzi erano tenuti in considerazione perchè considerati saggi! (1° Samuele 21:13). Del resto è scritto : “poichè la pazzia di Dio è più saggia degli uomini e la debolezza di Dio più forte degli uomini” (1° Corinzi 1:25). Che ci possiamo fare…”Dio si è scelto le cose stolte del mondo per svergognare le savie, le cose deboli del mondo per svergognare le forti, le cose ignobili e spregevoli e che non sono per ridurre al niente quelle che sono, affinchè nessuna carne si glori alla sua presenza” (1° Corinzi 1: 27-29). Teniamoci stretti alla Parola ed alla Roccia Eterna! Pace!

  6. Davide scrive:

    Non credo che la Bestia che sale dal Mare sarà un capo politico. Credo sarà il capo di una religione. Un capo di una forza politica/militare credo sarà, invece, il falso profeta, la Bestia che sale dalla Terra. Che sia il falso profeta il capo di una forza politica/militare, si evince serenamente dal cap. 14 di Rivelazione

  7. Davide scrive:

    Chiedo scusa. Non il cap. 14 ma il cap. 13:11,18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.