La Bibbia che salvò la vita del soldato

Questa è una storia vera accaduta nel nord est della Francia nel 1917. Durante una lunga guerra di trincea, un fante tedesco di nome Kurt Geiler stava dormendo come al solito con la sua Bibbia sotto la testa quando all’improvviso un colpo distrusse quasi completamente la sua trincea, ferendo e uccidendo molti dei suoi commilitoni. Geiler non riportò alcun danno e riuscì ad uscire dalle macerie. Solo più tardi quando recuperò la sua Bibbia scoprì con sua sorpresa che essa lo aveva salvato. Il professore Gottfried Geiler, che è suo figlio, ha detto che un grosso pezzo di granata strappò la Bibbia sotto la sua testa, penetrando attraverso di essa ma non interamente, e per questa ragione suo padre rimase illeso.

bibbia-guerra-01

bibbia-guerra-02

Fonte: http://www.warhistoryonline.com/featured-article/life-saving-bible-from-wwi-stopped-shrapnel.html

La Bibbia ci dice che “all’Eterno, al Signore, appartiene il preservar dalla morte” (Salmo 68:20). In quella circostanza Dio si usò di una Bibbia per salvare la vita ad un uomo.

A Dio sia la gloria ora e in eterno.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Liberazioni, Testimonianze e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La Bibbia che salvò la vita del soldato

  1. Aldo Prendi scrive:

    Gloria a Dio!

  2. massimo scrive:

    Leggendo questo argomento, chissa perchè, f.llo Giacinto, mi è venuto alla mente questo passo : ” DIO DOPO AVER ANTICAMENTE PARLATO MOLTE VOLTE E IN SVARIATI MODI AI PADRI PER MEZZO DEI PROFETI, IN QUESTI ULTIMI GIORNI HA PARLATO A NOI PER MEZZO DI SUO FIGLIO..” (Ebrei 1:1-2).

    Posso pensare che quel fante tedesco avesse un “certo” timore di Dio, altrimenti non si sarebbe mai portato con sè quella bibbia. Ma oserei altresì pensare, non escludendolo affatto, che uno della sua stessa famiglia, magari un genitore già credente e convertito, gliel’ avesse affidata. Per prima cosa, perchè quella bibbia gli avrebbe fatto ricordare quel familiare, sì da sentirselo o immaginarselo a lui vicino; in secondo luogo perchè si ricordasse di Dio e della sua PAROLA, nei momenti difficili, di sconforto e di paura! Del resto, come tutti sappiamo, la I° guerra mondiale è stato un conflitto bellico tremendo, di distruzione e di morte spaventose. Noi Italiani ricordiamo ancora con viva commozione, i “ragazzi del 99”, morti a 16/17 anni sul Piave.

    Chissà…. e poi mi chiedo se Dio abbia preservato quel Kurt, da situazioni limite o tali da essere costretto a sparare, uccidendo anche uomini e ragazzi che nemmeno conosceva, solo perchè facenti parte di un esercito nemico?
    E magari, tra quei quei nemici vi saranno stati anche dei cristiani!
    La guerra purtroppo, abbruttisce sì fuori, ma moltissimo anche dentro, nell’anima.

    Pertabnto, f.llo Giacinto, io sarei, più dell’avviso che Dio abbia voluto dare un estremo ammonimento a quel soldato, preservandolo così da morte certa. Perchè si sa, Dio adotta modi diversi e tutti suoi, per parlare all’uomo, per ritrarlo dal male e dall’errore e per farlo un suo santo figliolo! Ne convieni?

    E mi chiedo : “dovesse oggi o domani, malauguratamente, scoppiare un conflitto bellico, sarebbe legittimo per un cristiano parteciparvi? Sarebbe forse approvato da Dio? E se magari mi trovassi io stesso in quella situazione, costretto ad uccidere altri, solo perchè devo obbedire agli ordini dei miei superiori? Sarei io, invece, giustificato davanti a Dio, perchè altri me lo hanno imposto e pertanto la colpa ricadrà automaticamente su loro e basta. Sarei forse io, innocente del sangue di altri?
    O mi dovrei invece sentire un PILATO, il quale disse :” Io sono innocente del sangue di quel giusto”(Matteo 27:24). Vero è, che anche quelli, ovvero i miei nemici, magari non sono tanto giusti nemmeno loro! Ricordo il detto latino : “MORS TUA VITA MEA”.

    Ci sono stati alcuni che si sono rifiutati di andare in guerra e sono stati considerati traditori della patria e per questo motivo, sono stati condannati a morte con la fucilazione alle spalle! Ad alcuni è andata meglio, perchè sono stati soltanto imprigionati per lungo tempo!
    F.llo Giacinto…te la senti di rispondermi?
    I tuoi argomenti del resto, suscitano sempre interesse, almeno per me! Ma so benissimo che così lo è anche per molti altri. Pace.

    • giacintobutindaro scrive:

      Massimo, pace. Non so cosa sia poi accaduto a quel soldato. Comunque noi siamo contrari ad andare in guerra. Non dobbiamo uccidere. L’amore non fa male alcuno al suo prossimo. Gesù ci andrebbe? Paolo ci andrebbe? No, quindi noi in caso scoppi una guerra diciamo ai santi di rifiutarsi di partecipare alla guerra. Non importa quello che questa disubbidienza comporterà; noi dobbiamo ubbidire a Dio anzichè agli uomini.

  3. massimo scrive:

    Grazie Giacinto. Il Signore comunque, sa preservare i suoi figlioli da circostanze pericolose e guidare in scelte difficili! Del resto c’erano egli obiettori di coscienza, dedicatisi al servizio civile, nel periodo in cui c’era ancora il servizio di Leva.
    La guerra arreca sempre e comunque, un’ immensa sofferenza sia per i civili che per chi è chiamato a combattere. Meglio che pensiamo ai combattimenti spirituali, che del resto, non sono pochi e neppure meno pericolosi e mortali!
    La morte I° fa parte della vita di ogni essere vivente, ma è la II° morte che dovrebbe preoccupare tutti e maggiormente! Purtroppo, c’è poca sensibilità su questa realtà spirituale, molti respingono il pensiero, dicendo: “Ci penserò dopo, quando sarà! Intanto mi godo la vita!” La bibbia invece e chiara! I più pensano alle cose che vedono, toccano e credono in esse, ma di ciò che non vedono, invece, fanno molti e bizzarri ragionamenti! Ovviamente è il nemico che lavora come una “scimmia” sulle menti.
    E’ scritto : POICHE’ IN LUI SONO STATE CREATE TUTTE LE COSE, QUELLE CHE SONO NEI CIELI E QUELLE CHE SONO SULLA TERRA, LE COSE VISIBILI E LE COSE INVISIBILI. TRONI, SIGNORIE, PRINCIPATI E POTESTA’, TUTTE LE COSE SONO STATE CREATE PER MEZZO DI LUI E IN VISTA DI LUI” (Colossesi 1:16). Ma queste parole per certuni sanno di arcaico, antico, lontano e pertanto fumo!
    Che il Signore abbia pietà e misericordia di questo agnosticismo e ateismo, che conducono solo all’ estrema indifferenza. Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.