Promuovono un Cristianesimo finto

Quelli che promuovono un cristianesimo finto, che non somiglia neppure lontanamente al cristianesimo degli apostoli, ci accusano falsamente di avere svuotato il cristianesimo del suo messaggio divino riducendolo a una semplice interpretazione letterale della Bibbia, e questo perché essi hanno rifiutato di prendere la parola di Dio così com’è – cioè alla lettera – per poter trasformare il cristianesimo in un affare o in un’azienda, e i locali di culto in spelonche di ladroni, bugiardi, fornicatori, oltraggiatori, massoni, ecc. che li applaudono e osannano! Il loro messaggio è annacquato, adulterato, debole, senza potenza, e difatti quando parlano ti fanno addormentare nonché adirare perché usano parole finte. La loro vita è piena di compromessi, perché cercano di piacere agli uomini anziché al Signore. Confrontate il loro modo di predicare, di parlare e ragionare e di comportarsi con quello degli apostoli, e vi renderete subito conto che costoro non seguono l’esempio che abbiamo negli apostoli, e questo perché essi sono dei ribelli fra i ribelli. I loro esempi sono il terrorista e massone Nelson Mandela, o il fornicatore ed eretico Martin Luther King che diffondeva i principi massonici di ‘libertà, fratellanza e uguaglianza’, o qualche massone che ha lottato per la libertà religiosa in Italia o all’estero, o qualche servitore di Mammona che con i suoi insegnamenti e i suoi comportamenti dimostra di odiare e disprezzare l’Iddio vivente e vero.
Non vi lasciate dunque sedurre dai loro vani ragionamenti, che hanno presa sugli ignoranti e instabili che non sanno – spiritualmente parlando – discernere la destra dalla sinistra.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Esortazioni, Illuminati, Massoneria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Promuovono un Cristianesimo finto

  1. massimo scrive:

    L’apostolo Paolo, chissà quanti ne ha incontrati di questi “finti cristiani”, ecco perchè esorta del continuo: “Guardatevi dai cani, guardatevi dai cattivi operai, guardatevi da quelli che si fanno mutilare, perchè i veri circoncisi siamo noi, che offriamo il nostro culto per mezzo dello Spirito di Dio, che ci vantiamo in Cristo Gesù e non mettiamo la nostra fiducia nella carne” (Filippesi 3:2-3). Paolo così scrivendo ed agendo, era forse un mormoratore, un accusatore, un giudice dei suoi fratelli? Anzi, lui esorta : “Siate miei imitatori, come anch’io lo sono di Cristo” (1° Corinzi 11:1). E lo ribadisce più volte! Eh….ma se lo fai tu, caro Giacinto, o io o altri…. allora no…non va più bene, e pertanto vieni subito schedato e sorvegliato a vista!
    Giacinto, quei signori di cui parli tu, potremmo mai confrontarli con gli apostoli? E’ impensabile, c’ è un abisso di differenza! Credo che questi invece, Gesù li abbia sapientemente inquadrati, quando afferma : “Il mercenario, che non è pastore, a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e si dà alla fuga, e il lupo le rapisce e disperde. Il mercenario si dà alla fuga perchè è mercenario e non si cura delle pecore” (Giovanni 10:12-13). Hanno mire personali, sono ambiziosi, temerari, vanagloriosi, etc. ma quello di raccogliere e pascere il gregge del Signore, è l’ultimo dei loro pensieri! Ma il risultato ora lo si vede chiaramente, sono stati smascherati! Ma ringraziamo il Signore che gli armadi cominciano pian piano ad aprirsi e ogni giorno escono fuori sempre nuovi scheletri! “Non c’è niente di nascosto, che non sarà svelato” (Luca 12:2).
    Pace Giacinto e ai santi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.