Francesco: «uomo del dubbio» secondo la Massoneria

massoneria-bisi-francesco

Riflettete su quello che ha detto Stefano Bisi, il gran maestro del Grande Oriente d’Italia, che è la più grande ed importante obbedienza massonica in Italia, su Francesco:

“Il Goi spera oggi in papa Francesco. S’È DIMOSTRATO IN CERTE OCCASIONI COME UOMO DEL DUBBIO, COME QUANDO HA DETTO ‘CHI SONO IO PER GIUDICARE UN GAY?’. È STATA UNA RISPOSTA RIVOLUZIONARIA, QUELLA. Ebbene, visto che ha dimostrato questo tipo di apertura, perché non dialogare anche con la massoneria?”.

Fonte: http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2014/08/12/news/massoneria-89304067/

Ecco dunque chi sono coloro che la Massoneria cerca e approva per dialogarci, gli «uomini del dubbio». Infatti Francesco per avere espresso e propagandato un dubbio quando ha detto ‘chi sono io per giudicare un gay?’ è stato approvato dai massoni, i quali infatti si rifiutano di giudicare il pensiero o il credo altrui, ritenendo che ognuno ha la sua verità, e nessuno ha la verità assoluta.

I Massoni invece riprovano coloro che giudicano i gay con giusto giudizio definendoli peccatori, ossia persone che violano la legge di Dio. E non solo i gay, ma anche coloro che non credono in Gesù Cristo, definendo anche questi peccatori che sono sulla via della perdizione.

Avete compreso allora perché quei sedicenti Cristiani che si rifiutano di giudicare, sono graditi alla Massoneria? Perché si comportano come uomini del dubbio.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana, Confutazioni, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I, Massoneria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Francesco: «uomo del dubbio» secondo la Massoneria

  1. Adriano scrive:

    ‘chi sono io per giudicare un gay?’ dice Francesco… egli è ancora un “uomo naturale” come lo definisce Paolo e quindi non può capire le cose di Dio.

    la Parola di Dio (1 cor 2) ci insegna che l’uomo spirituale giudica ogni cosa (ed infatti qui si giudica il fatto di essere gay, non questo o quel gay)

    12 Ora noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che viene da Dio, affinché conosciamo le cose che ci sono state donate da Dio. 13 Di queste anche parliamo, non con parole insegnate dalla sapienza umana, ma insegnate dallo Spirito Santo, esprimendo cose spirituali con parole spirituali. 14 Or l’uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché sono follia per lui, e non le può conoscere, poiché si giudicano spiritualmente. 15 Ma colui che è spirituale GIUDICA OGNI COSA ed egli non è giudicato da alcuno. 16 Infatti chi ha conosciuto la mente del Signore per poterlo ammaestrare? Or noi abbiamo la mente di Cristo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.