Gesù Cristo è l’unica via che porta in cielo

gesu-unica-via

C’è solo una via che porta in cielo, ed è Colui che è disceso dal cielo per morire per i nostri peccati, e poi dopo essere risuscitato dai morti a cagione della nostra giustificazione è tornato in cielo, andandosi a sedere alla destra di Dio dove angeli, principati e potenze gli sono sottoposti. Il suo nome è Gesù Cristo, infatti Egli stesso disse: “Io son la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Giovanni 14:6), ed anche: “Io son la porta; se uno entra per me, sarà salvato, ed entrerà ed uscirà, e troverà pastura” (Giovanni 10:9). Gli uomini dunque per essere salvati nel regno di Dio, devono credere in Gesù Cristo, secondo che è scritto: “E in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12). Coloro che non avranno creduto in Lui, non saranno salvati nel Regno di Dio, ma saranno condannati (cfr. Marco 16:16). Quando moriranno infatti se ne andranno nel fuoco dell’Ades (cfr. Luca 16:19-31), e poi nel giorno del giudizio risorgeranno per essere giudicati e gettati nel fuoco eterno, perché la parte degli increduli sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (cfr. Apocalisse 21:8), dove saranno tormentati nei secoli dei secoli.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Gesù Cristo è l’unica via che porta in cielo

  1. Giuseppe Loiacono scrive:

    Sai come ha commentato Giancarlo Farina in uno dei suoi ultimi “simposi0” (come li chiama lui, poveretto, deve fare l’intelletuale a tutti i costi) dove commentava il Vangelo secondo Giovanni? Spiegando Giovanni 14:6 ha detto che la via per giungere al padre è una sola ed è Cristo, ma ci si può arrivare su quella “strada maestra” attraversi tante altre strade secondarie, comprese le religioni orientali. Quando un buddista o un induista o anche un ateo mettono in pratica “per istinto” (sue parole) il Vangelo, sono sulla retta via.

    Cita il Catechismo Cattolico Parte III, articolo 6 paragrafi 1776 – 1782 dove viene scritto che la moralità determina la fede (quanto mai? forse l’opposto!) e che quindi le persone “buone” sono “salvate” e poi si contraddice in quanto sostiene che tutti gli uomini sono salvati nell’amore di Dio. In un altro “somposio” ha sostenuto che la trinità è superata dall’idea Unitariana di Dio facendo una presentazione della dottrina unitariana e universalista di Ralph Waldo Emerson, che invita ad una visione d’insieme della Natura e della Vita, l’unitarianesimo americano tenderà verso una metareligione, uscendo così dal ristretto grembo cristiano per abbracciare le saggezze religiose e spirituali del mondo intero, una sorta di unità che riunisca la diversità delle culture religiose e spirituali esprimendone la realtà fondamentale.

    Quell’uomo è una serpe nel seno della chiesa dei santi. Portando autori come Tim Keller e Andrea Maurer in Italia ha introdotto le più perniciose dottrine del diavolo. ha poi parlato bene, esaltandolo, un certo Hiram Abif che non so chi sia e spiegando la teoria di “landmark” (o qualcosa del,genere, anche questa teoria non la conosco, ma penso non sia nulla di buono visto il soggetto reietto e blasfemo).

    Come fare per fermare la sua influenza? Ci hanno provato in molti, ma non ci sono riusciti perché lui è potente e influente e sa parlare bene sotto l’influenza del demonio.

  2. Salvatore scrive:

    HIRAM ABIF rappresenta l’uomo che ha raggiunto l’illuminazione. E’ l’uomo che muore e risorge illuminato.
    L’inganno è sempre lo stesso. Si vuole permeare nelle menti che la Salvezza può essere raggiunta autonomamente dall’uomo mediante la cd. scintilla divina che sarebbe naturalmente presente nell’uomo. In sostanza, con la leggenda di Hiram Abif, che coincide con il diventare Maestro Massone, si bestemmia contro lo Spirito Santo poichè si abbraccia la dottrina perversa della Salvezza mediante la cd. opera di Autoredenzione Gnostica costituita da progressivi stadi di Illuminazione raggiungibili in via autonoma dall’uomo seguendo un preordinato percorso mistico.
    Suono di Tromba:
    La Salvezza si può raggiungere soltanto mediante la fede nel Sangue dell’Agnello. Quel Gesù Cristo che, per volontà di YHWH, è morto sulla croce per espiare i peccati di molti ed è risorto il terzo giorno per la giustificazione di molti.
    Rigettate la bugia diabolica che ci si può Salvare da soli. E’ impossibile. Abbiamo bisogno di un Salvatore. Questo Salvatore si chiama Gesù Cristo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.