Russell Moore dichiara che andrebbe al ricevimento nuziale di un matrimonio gay

russell-ricevimento-nuziale

Russell Moore, il presidente della Ethics & Religious Liberty Commission, della Convenzione Battista del Sud (Southern Baptist Convention) – che è una potente e grande denominazione evangelica americana completamente in mano alla Massoneria – e di cui le ADI hanno recentemente pubblicato un articolo dal titolo «Unioni gay? Niente panico», ha affermato che mentre non parteciperebbe alla cerimonia nuziale di un amico omosessuale, «parteciperebbe al ricevimento nuziale» (https://baptistnews.com/2015/10/15/sbc-leader-says-christians-should-not-attend-a-same-sex-wedding/ – il testo in inglese è il seguente: «Russell Moore, head of the SBC Ethics and Religious Liberty Commission, said during a three-day conference on “The Gospel, Homosexuality, and the Future of Marriage” in 2014 that while he would not attend a gay friend’s wedding ceremony, he would attend the wedding reception». Per il significato dell’espressione «wedding ceremony» vedi qua http://www.wordreference.com/enit/wedding%20reception).
Il che mostra quanto sia doppio e ipocrita questo Moore, perché da un lato dice di essere favorevole alla famiglia tradizionale, così come la presenta la Bibbia, e poi dice che andrebbe al ricevimento nuziale di un matrimonio gay! Ma non vi pare che ci troviamo davanti ad un ipocrita? E’ chiaro, il Moore è doppio e strizza l’occhio alle coppie omosessuali, e dicendo questo se le vuole fare in un certo senso amiche e non nemiche! Mi pare che questa posizione del Moore assomigli alla nota posizione assunta da tanti sedicenti Evangelici sui matrimoni omosessuali, che da un lato dicono di essere contrari a che le unioni omosessuali siano equiparate ai matrimoni, ma dall’altro sono favorevoli al riconoscimento di una parte dei diritti delle coppie omosessuali! E quindi si mostrano favorevoli all’omosessualità, non condannandola! Ecco perchè questi stessi Evangelici chiamano queste unioni omosessuali «libere espressioni di stili di vita»!
Allora, fratelli che frequentate Chiese ADI, io vi avverto per l’ennesima volta, guardate che i vostri dirigenti vi stanno ingannando. Se infatti la linea delle ADI è quella di Russell Moore, andrà a finire che presto vedremo pastori e membri delle ADI ai ricevimenti nuziali dei matrimoni gay! Fatevi dunque dire dai vostri ‘pastori’ se sposano la posizione di questo loro fratello Russell Moore.
Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Battisti in America, C.C.I.N.E., Confutazioni, Massoneria, Omosessualità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Russell Moore dichiara che andrebbe al ricevimento nuziale di un matrimonio gay

  1. Massimo scrive:

    Giacinto, credi che : “…presto vedremo pastori e membri delle ADI ai ricevimenti nuziali dei matrimoni gay”. Beh.. temo che la risposta sia sempre la stessa :
    “E che ci fa? Magari poi si convertono….e il Signore salva anche loro!”.
    Già da tempo oramai certi pastori delle ADI entrano nelle chiese cattoliche, presenziano anche ai loro funerali, chè nessuno dica più : “Le ADI sono settarie;
    si prendono cura soltanto del loro orticello.”
    Questi soldati proseguono imperterriti, non “risolutamente” (Luca 9:51), per la loro strada al grido : “Avanti Savoia”, ah no…no…mi sbaglio, al grido :”Nobiscum Deus”.
    “Giacinto, sei troppo duro, troppo radicato nella Parola di Dio! Per questo non ti possiamo sopportare e ti rendi odioso! Se invece tu usassi un pò più di tatto, fossi un tantino un pò più morbido, accondiscendente, puntassi di meno il dito, più tollerante….sai con certuni devi saperci proprio fare, devi saperli prendere per il verso giusto! Dovresti usare quel pizzico di diplomazia che non guasta mai, saper tenere le relazioni pubbliche è importante” Non è forse questo in sostanza quello che certuni dicono? Si sa’ : “Una mano lava l’altra; chi è ricco di amici è scarso di guai”.
    Non sono forse questi i “proverbi”, non quelli biblici, più in voga fuori dai locali di culto?
    E se dicono: “Del resto all’assemblea non possiamo dire certe cose, non siamo tenuti a dire proprio tutto quello che discutiamo, le decisioni che prendiamo quando ci riuniamo nelle nostre stanze interne!”. Mi sbaglio forse? Sono e saranno sempre i fatti a confermarlo o meno!
    Pace Giacinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.