Una nostra foto su una pagina massonica su Facebook

Anche i massoni condividono sulle loro pagine quello che pubblichiamo. Molto interessante. D’altronde sappiamo che loro tengono tantissimo all’opera dei loro fratelli massoni in favore della libertà religiosa. Come anche sappiamo che sono molto attenti a quello che pubblichiamo sul loro conto.
massoneria-piemonte

Fonte della foto: MASSONERIA Collegio Circoscrizionale Piemonte E Valle D’Aosta ITALIA

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Massoneria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Una nostra foto su una pagina massonica su Facebook

  1. Massimo scrive:

    Certo Giacinto che questo quadretto di famiglia è sempre più caro a molti! Cinque su dieci erano ufficialmente fratelli massoni, i rimanenti cinque sono diventati subito dopo loro confratelli (framassoni) aggregandosi, aggiungendosi a loro!
    Ma tanto, anche di fronte all’evidenza dei fatti, foto e documentazioni, certuni hanno imparato un’astuzia che serpeggia nelle patrie galere : “Tu nega, nega sempre; anche se le prove contro di te sono schiaccianti, anche se ti hanno preso e ripreso con le mani nel sacco, tu nega, nega sempre”.
    Ed infatti quel membro del Consiglio Generale delle Adi non perse tempo durante un culto a dire : ” Far parte delle Massoneria? Questa è soltanto un’enorme sciocchezza ed un’assurda bugia. Ammesso che qualcuno dei NOSTRI fratelli italo-americani nei primi anni del NOSTRO movimento facessero parte dei Servizi Segreti Americani o anche della CIA, cosa significa? Dio li ha usati durante le persecuzioni fasciste…e negli anni successivi per farci riconoscere come persone affidabili e come Ente Morale della NOSTRA Nazione. Perchè accusarli? …E’ come voler mettersi a discutere se alcuni NOSTRI fratelli allora fossero stati o fossero ancora fascisti o partigiani, dopo si sono convertiti e sono diventati dei figli di Dio! NOI oggi che cosa centriamo in tutta questa storia?” (Paolo Lombardo non accusa i Massoni ma coloro che smascherano.. – Post di Giacinto Butindaro).
    Giacinto, riportare le testuali parole di questo pastore credo possa servire a rinfrescare la memoria di molti fedelissimi, affinchè ben comprendano che l’albero buono si vede dai frutti! E per fare un albero ci vuole un seme! Ecco il seme, quello massonico, non il corpo ed il sangue del nostro amatissimo Signore Gesù Cristo, non la Parola di Dio fatta carne che è morto per poi risuscitare!
    Sarebbero questi gli operai, secondo Lombardo, di cui il Signore si sarebbe servito per dar vita a questa parte di vigna? Operai che erano massoni e che invece hanno continuato ad esserlo fino alla morte! Lombardo, da come si è espresso, li ha praticamente paragonati a tanti apostoli Paolo, che da persecutore divenne perseguitato per la causa del Vangelo!
    Che pongano ben mente invece quei molti fedelissimi che non è avvenuto affatto questo! Non sono quei Massoni dei Servizi Segreti, della Cia ecc.. che si sono poi convertiti, ma piuttosto è avvenuto il contrario, ovvero che certi fratelli evangelici si sono convertiti alla Massoneria, aggiungendosi a loro e ingrossando le loro fila! E si è aggiunta l’ennesima bugia alle altre bugie già preconfezionate… Ahimè!
    Non è forse altresì scritto :” Tale è la condotta della donna adultera: essa mangia, si pulisce la bocca, e dice :” Non ho fatto nulla di male” (Proverbi 30:20).
    Eh sì, non c’è coscienza, nè pentimento… nè ravvedimento!
    Che quei fedelissimi considerino e giudichino secondo Giustizia!
    Se quel quadretto è sempre più caro a molti, ci sarà un motivo ben profondo!
    Che ragionino pertanto in cuor loro nei loro letti… (Salmo 4:4).
    “Ubbidire è meglio del sacrificio, dare ascolto vale più del grasso dei montoni; infatti la ribellione è come il peccato di divinazione e l’OSTINATEZZA è come l’adorazione degli idoli e degli dei domestici” (1° Samuele 15:22-23).
    Che ragionino quei molti fedelissimi e prendano sul serio la Parola di Dio! (Giobbe 33:14-18). Pace Giacinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.