Chiesa Universale del Regno di Dio: chi non paga la decima è paragonato ad un fornicatore e un omosessuale

Il clip che vedrete fa parte di un reportage investigativo su una delle sette più pericolose in ambito pentecostale, che è quella della Chiesa Universale del Regno di Dio fondata da Edir Macedo in Brasile e che ha piantato le tende anche qui in Italia. I giornalisti sono entrati con una telecamera nascosta per assistere ad un culto. Essi dicono che dietro il nome di Chiesa si nasconde una azienda religiosa il cui unico obbiettivo è il denaro. Ed è vero, infatti Edir Macedo predica il messaggio della prosperità che esige anche il pagamento della decima (il 10% del proprio stipendio o della propria pensione o di una eredità ricevuta), per potere ottenere le benedizioni di Dio (ricchezze, guarigione, lavoro, soluzione di problemi familiari, e così via). La decima è obbligatoria e non volontaria. E se qualcuno non la paga, allora viene accusato dai pastori. Essi gli dicono che chi non paga la decima pecca ed è come chi tradisce la propria moglie e chi è omosessuale, e quindi non erediterà il Regno di Dio. Il pagamento della decima fa anche sì che il membro della setta si sbarazzi del diavolo, praticamente libera il membro di Chiesa dalle macchinazioni di Satana! Guardatelo attentamente, e vedrete come le anime siano ammaliate da questi finti pastori e abbiano paura di loro. E badate che anche la Parola della Grazia, Missione Paradiso, Ministerio Sabaoth, le ADI, e la Chiesa Apostolica in Italia e tante altre organizzazioni, predicano nella sostanza la stessa cosa, cioè l’obbligatorietà del pagamento della decima per essere benedetti ed esauditi da Dio! Uscite e separatevi da queste organizzazioni dove regna l’amore per il denaro, e il cui unico scopo è fare soldi e creare un impero sulla terra. Sono della aziende!

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Edir Macedo, Massoneria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Chiesa Universale del Regno di Dio: chi non paga la decima è paragonato ad un fornicatore e un omosessuale

  1. Paola De angelis scrive:

    Oh mio DIO, ma dove si andrà a finire di questo passo, il Signore Gesù l aveva detto che sarebbero sorti falso cristi e falsi profeti… Ma questi che cosa gli raccontano a Gesu quando RITORNERÀ?

  2. Paola De angelis scrive:

    Siamo negli ultimi tempi

  3. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Purtroppo non conoscendo la lingua del video non sono riuscito a capire cosa dicevano ma a volte le immagini parlano più di mille parole mi è bastato vedere il sacco pieno di denaro, le persone che andavano con le loro scatonline nelle mani contenenti le loro decime, fermo restando che Dio ama un donatore gioioso (2Corinzi 9:7), ma mi hanno ricordato quello che vide Gesù e che si legge in Marco 12:41 Sedutosi di fronte alla cassa delle offerte, Gesù guardava come la gente metteva denaro nella cassa; molti ricchi ne mettevano assai.

    Con questo non voglio dire che tutti coloro che hanno dato la loro decima siano stati ricchi certamente vi saranno tante famiglie che con sacrificio avranno dato quello che hanno potuto ritrovandosi magari in “bolletta” a livello familiare ma ciò che mi è venuto alla mente sono le parole che recentemente ho riletto quelle che si leggono in Ebrei 13:5-6 La vostra condotta sia senza avarizia; accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: Non ti lascerò e non ti abbandonerò. Così possiamo dire con fiducia:
    Il Signore è il mio aiuto, non temerò.
    Che mi potrà fare l’uomo?

    Ma tutti questi rappresentanti sembra proprio da come vestono, da ciò che posseggono e da come parlano che non si accontentino affatto di ciò che Dio da ai suoi, altro che accontentarsi di quello che hanno questi ne vogliono sempre di più non badando affatto se mettono poi in difficoltà famiglie semplici che per mancanza di conoscenza vanno dietro ai loro falsi venti di dottrina.

    Io credo che il vero dono nasca dal cuore e la vera offerta è quella che gli altri neppure vedono ma solo Dio la può vedere come si legge in Matteo 6:3-8 Quando invece tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti segreta; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. Pregando poi, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate.

    Pace

  4. Stefano scrive:

    Pace Giacinto, quando scrivi devi essere sicuro di quello che dici, posso assicurarti che la Chiesa Apostolica in Italia non predica l’obbligatorietà della decima, ne tanto meno dice che se la metti sei benedetto o riceverai benedizioni.
    E’ una libera scelta.
    Grazie dell’attenzione

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace, infatti mi sono informato: ecco cosa dice la chiesa apostolica: ‘Un punto che spesso crea sospetto è il momento delle offerte. Tutte le chiese pentecostali ed apostoliche insegnano la pratica del “rendere la decima al Signore”, cioè di portare alla comunità la decima parte del reddito di una persona come gesto di ringraziamento a Dio per averci provveduto in ogni aspetto della vita. Questa pratica, definita spesso negli articoli di fede delle varie chiese come “dovere responsabile” o “obbligo morale” si fonda sull’insegnamento biblico che parte da Abrahamo, passa per Mosè e viene citato anche da Gesù; normalmente le decime vengono usate per sostenere le persone al servizio delle chiese, come nel Vecchio Testamento venivano adoperate per il mantenimento dei Leviti per il servizio del Tempio’.

      https://www.chiesapostolica.it/chiesanew/e-i-pentecostali-che-differenza-c

      Per cui se la decima è un dovere, ciò significa che è obbligatoria. Va da sè quindi che anche per la Chiesa apostolica per chi la dà Dio apre le cateratte del cielo riversando benedizioni abbondanti, mentre maledice chi non la dà.

  5. Raffaele scrive:

    Di male in peggio. Il loro Dio è il denaro

  6. Massimo scrive:

    Oramai Giacinto siamo nel 2019 e se l’accozzaglia di gente raccogliticcia, pur simulando di far parte del popolo di Dio, desidera restare volutamente e coscientemente nell’ ignoranza della Parola di Dio, se confida più negli uomini, se dà retta a spiriti seduttori, per loro non c’è più alcuna speranza di salvezza!
    Chi ascolta e conosce invece la voce dell’unico Buon Pastore non resterà confuso nè deluso!
    La Parola di Dio non è affatto un libro di lettura dai contenuti religiosi che poi uno a proprio piacimento mette in pratica o meno, a seconda della convenienza e/o proprio tornaconto personale, bensì è il CODICE PENALE MILITARE DI GUERRA per soli “SOLDATI di CRISTO”. Ma quanti realizzano questa Verità?
    Pertanto, tutti gli altri schierati nei loro molteplici eserciti denominazionali se scelgono di servire l’altro unico capo e padrone crudele, facciano pure!
    La tromba tu Giacinto la stai suonando da tempo e lo farai ancora…chi ha orecchi da udire, oda!

  7. Massimo scrive:

    E a proposito Giacinto di certi soldati, Gesù stesso dice :”Il MERCENARIO, CHE NON E’ PASTORE, a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e si dà alla fuga, e il lupo le rapisce e le disperde. Il MERCENARIO si dà alla fuga perchè è mercenario e non si cura delle pecore” (Giovanni 10:12-13).
    Quindi il MERCENARIO è colui che combatte per DENARO!
    Ecco chi sono veramente questi signori che non sono affatto pastori, perchè affatto mandati da Dio! E’ scritto altresì in Esodo 12:43-45 :
    ” Il Signore disse a Mosè e ad Aronne “Questa è la norma della PASQUA : Nessun straniero ne mangi, ma ogni schiavo che avrai comprato potrà mangiarne, dopo essere stato circonciso. Lo straniero di passaggio e il MERCENARIO non potranno mangiarne”.
    Pertanto, ogni credente che prima era schiavo del peccato e che è stato reso libero in Cristo Gesù è ritenuto degno di mangiare la carne dell’Agnello di Dio ed essere salvato ed ereditare il regno dei cieli.
    Mentre l’incredulo ed il Mercenario, ovvero colui che combatte per vil guadagno, per Denaro non potranno far parte del banchetto ed ereditare il regno dei cieli.
    Perciò non s’illuda quella così gran schiera di MERCENARI, che NON sono affatto pastori (Giov. 10:12); per loro la via della salvezza è preclusa, perchè hanno fatto delle cose di Dio solo una questione di business, di vil guadagno, per assicurarsi una vita terrena prospera, come tanti “vitelli da ingrasso” (Geremia 46:21), non sapendo che su di loro sta per piombare il giorno della loro calamità, il tempo del loro castigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.