Cattolici Romani, non date ascolto a questo seduttore di uomini

Simon Pietro era un pescatore di uomini, mentre quello che si dichiara il suo successore è un seduttore di uomini che trascina le anime in perdizione. Che differenza abissale! Cattolici Romani, ascoltatemi, rigettate il falso Vangelo che vi predica il vostro papa, e credete nell’Evangelo che Simon Pietro per ordine di Cristo Gesù annunciò sia agli Ebrei che ai Gentili (cfr. Atti 2:22-32; Atti 10:37-41) e sarete salvati dai vostri peccati, giustificati e riconciliati con Dio. E una volta che avete creduto nell’Evangelo, uscite e separatevi dalla Chiesa papista, e unitevi ad una assemblea di santi e fatevi subito battezzare per immersione nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Messaggi per i peccatori e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Cattolici Romani, non date ascolto a questo seduttore di uomini

  1. Nunzio scrive:

    Persino la foto che è stata usata per questo articolo è inquietante, con questo rosso oscuro che sembra soffocare l’osservatore! rende benissimo tutta la pericolosità della chiesa cattolica e dei suoi abissi concettuali spacciati per “teologia”, che è sempre stata una delle potenze di questo mondo, servita e riverita anche da tanti dittatori, anche in tempi recenti: basti pensare alla stretta di mano (massonica, per giunta) di Giovanni Paolo II e Pinochet, una foto che è ancora visibile su internet; Pinochet e la sua polizia segreta (DINA) si resero responsabile di torture e stupri.
    La cosa che fa riflettere è che molti atei e non cristiani si sentono scandalizzati a pensare ad un papa che si professa “cristiano” che stringe la mano ad un dittatore che, tramite i suoi gendarmi, fece commettere violenze e torture di ogni tipo (usando anche gli animali, per esempio le donne venivano torturate usando dei topi che le mangiavano vive), mentre invece tanti cattolici difendono pure l’operato di Giovanni Paolo II! Del resto, i falsi profeti si riconoscono dai loro frutti, che sono malvagi perché gli alberi sono malvagi. “Così ogni albero buono fa frutti buoni, ma l’albero cattivo fa frutti cattivi. Un albero buono non può fare frutti cattivi, nè un albero cattivo far frutti buoni” (Matteo 7:17-18).
    Ebbene, noi li riconosceremo dai loro frutti, e anche questa foto comunica molto a chi sa riconoscere i frutti!

    Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.