Mario Marchiò afferma che pregare Dio affinchè salvi qualcuno è una preghiera a vanvera

Secondo Mario Marchiò – che Walter Biancalana ha definito «un vero padre nella fede» – pregare Dio affinchè salvi i peccatori è una preghiera a vanvera e quindi inutile. Egli ha detto infatti: «Pregare: ‘Signore, salva zia Teresa’, è una preghiera a vanvera» (dal min. 27).

Avete capito quindi? Quando Paolo pregava Dio affinchè salvasse i Giudei, secondo che disse: “La mia preghiera a Dio per loro è che siano salvati” (Romani 10:1), pregava a vanvera, secondo questo uomo ignorante e insensato che si chiama Mario Marchiò. Fratelli, guardatevi e ritiratevi da Mario Marchiò e da chiunque altro porti questo insegnamento che contrasta la verità. Costoro hanno rigettato la dottrina di Dio che insegnavano gli apostoli.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Mario Marchiò, Walter Biancalana e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Mario Marchiò afferma che pregare Dio affinchè salvi qualcuno è una preghiera a vanvera

  1. Mario scrive:

    Giacinto, come non doveva venire il covid, come non si devono adempiere le nefaste paroli di apocalisse.
    Uomini come questo hanno stancato Dio di tutte le abominazioni che pronunciano con le loro bocche.
    La cosa che più mi rattrista le persone che lo ascoltano….
    Lui e biancalana hanno lo spirito dell’anticristo quando professano dottrine di demoni….

  2. Giovan battista scrive:

    Un eresia pericolosa dice si e messo sul pulpito da solo , pregare per i credenti o increduli va fatto allora Mosè parlò a vanvera secondo lui esodo 32:11-13

  3. vincenzo scrive:

    Ma perchè lo scopo è sempre quello di rinnegare la predestinazione, se ci fate caso, ha detto che zia teresa deve decidere da sola! quando sento queste cose rabbrividisco, quasi quasi come il mio Salvatore Gesù che ha dato la Sua vita sulla croce, deve chiedere l’elemosina a qualcuno per farlo entrare nel suo cuore. ” hei amico sai sono morto per te che dici mi scegli? dai su sceglimi.. ” Signore abbi pietà!

  4. Mario scrive:

    Scusate, se intervengo come i cavoli a merenda, ma un punto di vista totalmente esterno al vostro forse può essere positivo. Sono cattolico praticante, ma mi piace ascoltare l’ interpretazione della Parola di Dio da altri punti di vista. Io ho ascoltato qualcosa del Biancalana, oggi ho ascoltato questo Marchiò (riguardo la zia Teresa, mi riservo di approfondire il resto) Per quel che ho sentito finora, non mi pare che dicano eresie. Il secondo in particolare, spiega chiaramente il suo punto di vista a riguardo. Si tratta di un equivoco, molto evidentemente, perché lui non contesta l’ intenzione, cioè il motivo per cui si prega che è sempre legittimo (come tutti voi rilevate), ma contesta la forma, perché può essere equivoca. Ed io sono perfettamente d’ accordo, anche io però sulle sue intenzioni, cioé di mettere dei distinguo e aiutare a fare un migliore discernimento, mentre non condivido la forma con cui si esprime che appare saccente e sarcastica, che secondo me sono fuori luogo, soprattutto perché lui contesta proprio la forma in altri!

    • Daniele Baiocco scrive:

      @Mario.
      Non esistono “interpretazioni” della parola di Dio, ma solo la guida dello Spirito Santo che ti farà tagliare la parola RETTAMENTE.

      Ci possono essere approfondimenti culturali, rimandi, richiami, collegamenti ad altri versi e perfino tesori nascosti, ma la Verità é una.
      E non é opinionabile.

    • Andrea DB scrive:

      Mario, se sei “cattolico praticante” cosa vuoi capire delle cose di Dio? È chiaro che Marchiò e Biancalana ti sembra dicano cose sensate… se già accetti le eresie della chiesa cattolica… figurati come sei nelle tenebre.
      Tu hai bisogno di ravvedimento e non di fare il maestro di cose che non sai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.