Gesù Cristo: l’Agnello di Dio che è stato immolato quando fu ucciso dai Giudei

L’agnello che doveva essere mangiato alla festa di Pasqua stabilita da Dio in Egitto, doveva essere immolato dagli Ebrei, secondo che è scritto nella legge: “L’Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d’Egitto, dicendo: ‘Questo mese sarà per voi il primo dei mesi: sarà per voi il primo dei mesi dell’anno. Parlate a tutta la raunanza d’Israele, e dite: Il decimo giorno di questo mese, prenda ognuno un agnello per famiglia, un agnello per casa; e se la casa è troppo poco numerosa per un agnello, se ne prenda uno in comune col vicino di casa più prossimo, tenendo conto del numero delle persone; voi conterete ogni persona secondo quel che può mangiare dell’agnello. Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, dell’anno; potrete prendere un agnello o un capretto. Lo serberete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta la raunanza d’Israele, congregata, LO IMMOLERÀ sull’imbrunire. E si prenda del sangue d’esso, e si metta sui due stipiti e sull’architrave della porta delle case dove lo si mangerà. E se ne mangi la carne in quella notte; si mangi arrostita al fuoco, con pane senza lievito e con dell’erbe amare. Non ne mangiate niente di poco cotto o di lessato nell’acqua, ma sia arrostito al fuoco, con la testa, le gambe e le interiora” (Esodo 12:1-9).L’agnello pasquale prefigurava l’Agnello di Dio ben preordinato prima della fondazione del mondo che doveva essere manifestato negli ultimi tempi per noi, e difatti quando l’Agnello di Dio è stato manifestato è stato anch’egli immolato, difatti l’apostolo Paolo ha scritto: “Poiché anche la nostra pasqua, cioè Cristo, È STATA IMMOLATA” (1 Corinzi 5:7). Che Gesù Cristo, l’Agnello di Dio, è stato immolato, è chiaramente attestato da Giovanni nel libro dell’Apocalisse quando afferma: “Poi vidi, in mezzo al trono e alle quattro creature viventi e in mezzo agli anziani, un Agnello in piedi, che PAREVA ESSERE STATO IMMOLATO, ed avea sette corna e sette occhi che sono i sette Spiriti di Dio, mandati per tutta la terra. Ed esso venne e prese il libro dalla destra di Colui che sedeva sul trono. E quando ebbe preso il libro, le quattro creature viventi e i ventiquattro anziani si prostrarono davanti all’Agnello, avendo ciascuno una cetra e delle coppe d’oro piene di profumi, che sono le preghiere dei santi. E cantavano un nuovo cantico, dicendo: Tu sei degno di prendere il libro e d’aprirne i suggelli, perché SEI STATO IMMOLATO e hai comprato a Dio, col tuo sangue, gente d’ogni tribù e lingua e popolo e nazione, e ne hai fatto per il nostro Dio un regno e de’ sacerdoti; e regneranno sulla terra. E vidi, e udii una voce di molti angeli attorno al trono e alle creature viventi e agli anziani; e il numero loro era di miriadi di miriadi, e di migliaia di migliaia, che dicevano con gran voce: Degno è L’AGNELLO CHE È STATO IMMOLATO di ricever la potenza e le ricchezze e la sapienza e la forza e l’onore e la gloria e la benedizione. E tutte le creature che sono nel cielo e sulla terra e sotto la terra e sul mare e tutte le cose che sono in essi, le udii che dicevano: A Colui che siede sul trono e all’Agnello siano la benedizione e l’onore e la gloria e l’imperio, nei secoli dei secoli. E le quattro creature viventi dicevano: Amen! E gli anziani si prostrarono e adorarono” (Apocalisse 5:6-14).Ma quando fu immolato l’Agnello di Dio? Quando fu ucciso dai Giudei, sì, perché furono i Giudei a ucciderlo, infatti Gesù lo aveva preannunciato ai suoi discepoli in questi termini: “Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini; E L’UCCIDERANNO, e al terzo giorno risusciterà” (Matteo 17:22-23). E l’apostolo Pietro, il giorno della Pentecoste, lo confermò pienamente dicendo agli Ebrei a Gerusalemme: “Uomini israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra voi mediante opere potenti e prodigî e segni che Dio fece per mezzo di lui fra voi, come voi stessi ben sapete, quest’uomo, allorché vi fu dato nelle mani, per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, VOI, per man d’iniqui, inchiodandolo sulla croce, LO UCCIDESTE” (Atti 2:22-23).Dunque, se qualcuno vi viene a dire che Gesù non fu ucciso da nessuno, o che non fu ucciso dai Giudei, sappiate che vi sta predicando una menzogna, vi sta annunciando un altro Gesù e quindi un altro Vangelo. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.A Gesù Cristo, il Giusto, che fu ucciso dai Giudei (affinché morisse per i nostri peccati), ma Dio risuscitò dai morti il terzo giorno, affinché si adempissero le Scritture, sia la gloria e la lode ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Dottrine false, Esortazioni, Gesù Cristo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gesù Cristo: l’Agnello di Dio che è stato immolato quando fu ucciso dai Giudei

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Hai scritto giustamente, perché questo ci fa conoscere LA PAROLA DI DIO, così noi crediamo e così noi testimoniamo, anche quando ci troviamo di fronte a chi vuole nascondere LA VERITÀ o modificarla a proprio vantaggio.

    LA VERITÀ va proclamata anche quando siamo noi i primi a sbagliare infatti l’apostolo Paolo servo del nostro SIGNORE GESÙ CRISTO, non ha mai tenuto nascosto o cambiato niente tanto che in una lettera scrisse in 1Corinzi 15,9
    Io infatti sono l’infimo degli apostoli, e non sono degno neppure di essere chiamato apostolo, perché ho perseguitato la Chiesa di Dio.

    Eppure a Dio è piaciuto che l’apostolo Paolo divenisse apostolo dei gentili perché LA PAROLA arrivasse per GRAZIA di DIO fino a noi infatti sempre si legge in 1Corinzi 15,10
    Per grazia di Dio però sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana; anzi ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me.

    Quando penso alla franchezza dell’apostolo Paolo, con la quale testimoniava e parlava senza nascondere niente credo che questo ad ognuno di noi ci dovrebbe insegnare che per essere nella VERITÀ è fondamentale parlare nella VERITÀ e ricercarla anche quando QUESTA ci esamina personalmente.

    Pace

  2. fabio scrive:

    Pace,
    Vorrei se permetti Giacinto scrivere ancora su questo post perché ciò che è avvenuto è stato co.e hai riportato nel post secondo quanto si legge in Atti 2:23-24 quest’uomo, quando vi fu dato nelle mani per IL DETERMINATO CONSIGLIO E LA PRESCIENZA DI DIO, voi, per mano di iniqui, inchiodandolo sulla croce, lo uccideste; ma Dio lo risuscitò, avendolo sciolto dagli angosciosi legami della morte, perché non era possibile che egli fosse da essa trattenuto.

    Che dire poi se non quello che rispose l’angelo all’apostolo Giovanni in Apocalisse 19,10
    Allora mi prostrai ai suoi piedi per adorarlo, ma egli mi disse: «Non farlo! Io sono servo come te e i tuoi fratelli, CHE CUSTODISCONO LA TESTIMONIANZA DI GESÙ. È DIO CHE DEVI ADORARE ». LA TESTIMONIANZA DI GESÙ È LO SPIRITO DI PROFEZIA.

    Quindi quando leggiamo le profezie nell’antico Patto noi vediamo solo un ombra di quello che doveva accadere infatti anche l’apostolo Petro scrisse nella sua seconda lettera al capitolo 1,21
    poiché non da volontà umana fu recata mai una profezia, ma mossi da Spirito Santo parlarono quegli uomini da parte di Dio

    Ed è sempre il nostro AMATO SIGNORE GESÙ CRISTO che conferma tutto ciò con queste sue parole che si leggono in Luca 24:25-27 Allora Gesù disse loro: «O insensati e lenti di cuore a credere a tutte le cose che i profeti hanno dette! Non doveva il Cristo soffrire tutto ciò ed entrare nella sua gloria?» E, cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture le cose che lo riguardavano.

    Si “le cose che LO riguardavano” tra le quali vorrei ricordare come lo scrittore agli ebrei quello che fu detto in
    Ebrei 10:5-10 Ecco perché Cristo, entrando nel mondo, disse:
    «Tu non hai voluto né sacrificio né offerta
    ma mi hai preparato un corpo;
    non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato. Allora ho detto: “ECCO, VENGO”
    (nel rotolo del libro è scritto di me)
    “PER FARE, O DIO, LA TUA VOLONTÀ”».
    Dopo aver detto:
    «Tu non hai voluto e non hai gradito né sacrifici, né offerte,
    né olocausti, né sacrifici per il peccato»
    (che sono offerti secondo la legge), 9 aggiunge poi:
    «Ecco, vengo per fare la tua volontà».
    Così, egli abolisce il primo per stabilire il secondo. IN VIRTÙ DI QUESTA «VOLONTÀ » NOI SIAMO STATI SANTIFICATI, MEDIANTE L’OFFERTA DEL CORPO DI GESÙ CRISTO FATTA UNA VOLTA PER SEMPRE.

    Non ci stupisce neppure il fatto delle false affermazioni che spuntano fuori come i funghi dopo una giornata di pioggia, perché il Vangelo che Paolo annunciava e del quale non si vergognava è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del Giudeo prima e poi del Greco.(Romani 1:16)

    E il Vangelo che Paolo annunciava è lo stesso che più volte il nostro Signore GESÙ CRISTO annunciava ai suoi prima ancora che i fatti avvenissero come si legge in Matteo 20:17-19 Poi Gesù, mentre saliva verso Gerusalemme, prese da parte i dodici; e strada facendo, disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà dato nelle mani dei capi dei sacerdoti e degli scribi; essi lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché sia schernito, flagellato e crocifisso; e il terzo giorno risusciterà».

    Ma vorrei ringraziare DIO il PADRE nel nome del Suo Figlio GESÙ, perché sospinge molti tra cui tu Giacinto a difendere questa VERITÀ che molti cercano con astuzia di cambiare anche la più piccola virgola e vorrei esortare i molti come ha già fatto anche Andrea Db nell’altro post a chiedere a Dio il dono più importante quello di ricevere LO SPIRITO SANTO, COLUI CHE CI FA PROFESSARE LA NOSTRA FEDE IN GESÙ CRISTO infatti sempre si legge in 1Giovanni 4,2
    Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio;

    E non abbiate dubbi alcuni perché quando domandate qualsiasi cosa secondo LA SUA VOLONTÀ, DIO CON CERTEZZA vi darà ciò che avete chiesto o vi risponderà a ciò che abbiamo domandato e a LUI SOLO PER MEZZO DI GESÙ SIA OGNI I ONORE E GLORIA DI ETERNITÀ IN ETERNITÀ
    Pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.