Dal vangelo secondo Chiocca: ecco la pietra del sepolcro che parla!

Dal vangelo secondo Chiocca apprendiamo che la pietra che Giuseppe D’Arimatea aveva rotolato contro l’apertura del sepolcro in cui aveva posto il corpo di Gesù, secondo che è scritto: “E Giuseppe, preso il corpo, lo involse in un panno lino netto, e lo pose nella propria tomba nuova, che aveva fatta scavar nella roccia, e dopo aver rotolata una gran pietra contro l’apertura del sepolcro, se ne andò” (Matteo 27:59-60), quando Gesù risuscitò parlò. Sì, Chiocca afferma chiaramente che quando Gesù risuscitò la pietra del sepolcro parlò. Ecco il contesto del suo discorso e le parole che pronunciò la pietra: “E quella pietra rotolata non è stata rotolata dai Romani, è stata rotolata dalla sua risurrezione, non da Gesù, non è Gesù che l’ha rotolata, non è che Gesù si è svegliato e ha detto: ‘Mo sposto la pietra per uscire’. Appena Gesù ha aperto gli occhi, la pietra è saltata da sola, è saltata, ha detto: ‘Qui c’è la vita, come faccio a contenere? questo non è un morto qualunque, questo è il Figlio di Dio, alleluia’. Prova a immaginare la pietra i salti che ha fatto, da sola, nel giardino, che si muoveva. Pensate un po’, fratelli, quale potenza, la pietra si è spostata perché il Figlio di Dio stava uscendo, alleluia» (“È risorto” Giovanni cap.20:1-10 – https://youtu.be/1i99tdF9Hpg – min. 31:17-32:05).

Insomma, Chiocca ci racconta la resurrezione di Gesù come è avvenuta secondo lui. Poche parole: innanzi tutto, secondo quanto dice la Scrittura, la pietra fu rotolata da un angelo di Dio disceso dal cielo che dopo averla rotolata vi si sedette sopra, secondo che è scritto: “Ed ecco si fece un gran terremoto; perché un angelo del Signore, sceso dal cielo, si accostò, rotolò la pietra, e vi sedette sopra” (Matteo 28:2), per cui dire che la pietra si mise a saltare per il giardino è una invenzione di Chiocca. Poi, attribuire quelle parole alla pietra è da insensati, perché la pietra non disse quelle parole, anche qui ci troviamo davanti a immaginazioni del cuore di Chiocca; e poi Gesù, una volta risuscitato, non aveva bisogno per uscire dal sepolcro che la pietra fosse rimossa o rotolata, per cui è falso che «la pietra si è spostata perché il Figlio di Dio stava uscendo», e questo perché Gesù, una volta risuscitato, era in grado di entrare ed uscire da posti chiusi, infatti quando apparve ai suoi discepoli è scritto: “Or la sera di quello stesso giorno, ch’era il primo della settimana, ed essendo, per timor de’ Giudei, serrate le porte del luogo dove si trovavano i discepoli, Gesù venne e si presentò quivi in mezzo, e disse loro: Pace a voi!” (Giovanni 20:19-20). La pietra fu rotolata dall’angelo di Dio per mostrare alle donne il luogo dove il corpo di Gesù era stato posto, e quindi per mostrare loro che Gesù era risorto, infatti è scritto: “Ma l’angelo prese a dire alle donne: Voi, non temete; perché io so che cercate Gesù, che è stato crocifisso. Egli non è qui, poiché è risuscitato come avea detto; venite a vedere il luogo dove giaceva” (Matteo 28:5-6).

Dunque, io vi avverto per l’ennesima volta, Gennaro Chiocca predica immaginazioni del suo cuore, e non quello che sta scritto.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Confutazioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Dal vangelo secondo Chiocca: ecco la pietra del sepolcro che parla!

  1. Francesco Tullio Giannotti scrive:

    Un fratello mi disse che il pastore della chiesa ADI che frequentava ha detto, predicando su Gesú nel getsemani, che Gesú nell’agonia fu rafforzato dal pensiero della donna col vaso di Alabastro..insomma i pastori ADI, visto che non conoscono le Scritture, si dilettano ad inventare storielle per intrattenere l’uditorio..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.