Le ADI predicano un altro vangelo: la prova ce la dà Gennaro Chiocca!

Gennaro Chiocca, «pastore» delle ADI, in questo video dal titolo « Una parola per te | GESU’ TI CERCA» caricato sul canale YouTube delle Assemblee di Dio in Italia in data 4 Marzo 2021, spiega cos’è l’Evangelo in questa maniera: «Il vangelo del regno, la buona notizia, la notizia che è possibile essere salvati, la notizia che Dio ha interesse per noi, che Dio ha un piano per noi, che Dio ha un futuro, ha un avvenire, ha pensieri di pace per noi. E’ questo il vangelo del regno: Dio ti ama e ha interesse per te, Dio ha cura di te e ha interesse anche per la tua famiglia, per i tuoi figli» (https://youtu.be/irOETVq2enc – min. 4:16-49).

Ma quello che Gennaro Chiocca afferma è falso, in quanto l’Evangelo del Regno che Cristo ha comandato di predicare e che “sarà predicato per tutto il mondo” (Matteo 24:14), è la Buona Novella che Gesù di Nazareth è il Cristo, che è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; e che apparve ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio (cfr. Atti 5:42; 1 Corinzi 15:1-7). Ed è credendo nella Buona Novella che Gesù è il Cristo che l’uomo viene salvato dai suoi peccati, rigenerato, giustificato, riconciliato con Dio ed ottiene la vita eterna. Coloro che invece rifiutano di credere nella Buona Novella restano dei peccatori, morti nei loro falli e nei loro peccati, l’ira di resta sopra di loro, e quando muoiono se ne vanno nelle fiamme dell’inferno.

Le ADI dunque predicano un altro vangelo, e perciò sono anatema, in quanto l’apostolo Paolo afferma: “Se alcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema” (Galati 1:9).

Vi esorto dunque per l’ennesima volta a uscire e separarvi dalle ADI. Ve lo ripeto, le ADI non predicano l’Evangelo che predicavano gli apostoli di Gesù Cristo. Non vi fate sedurre dai loro vani ragionamenti, lo ripeto, non vi fate sedurre, perché le ADI predicano un altro vangelo.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Confutazioni, Massoneria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le ADI predicano un altro vangelo: la prova ce la dà Gennaro Chiocca!

  1. fabio scrive:

    Pace Giacinto,
    Perché? Mi domandavo in questi giorni rispondendo ad una persona perché molti invece di portare L’UNICO VANGELO DI CRISTO del quale si legge in Romani 1:16
    Infatti non mi vergogno del vangelo; perché esso è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede; del Giudeo prima e poi del Greco;
    Ecco dicevo perché invece di annunciare quest’unica messaggio che ci è stato comandato, molti preferiscono annunciare un’altro?

    Quello che Chiocca afferma che DIO È AMORE è certo VERITÀ ma come anche tu Giacinto hai spesso riflettuto nelle predicazioni non è questo il messaggio che un cristiano deve portare e è evidente che sia unaltro messaggio da quello che portavano gli apostoli perché quando una persona sentirà la frase DIO TI AMA di certo non si scandalizzare mentre si legge altresì in 1Corinzi 1:22-23 I Giudei infatti chiedono miracoli e i Greci cercano sapienza, ma noi predichiamo Cristo crocifisso, che per i Giudei è scandalo, e per gli stranieri pazzia;

    Molti oggi appartenenti a svariate organizzazioni invece di predicare, di annunciare con poche parole quello che GESÙ annunciò che doveva avvenire secondo le scritture in Matteo 20:18-19
    «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà dato nelle mani dei capi dei sacerdoti e degli scribi; essi lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché sia schernito, flagellato e crocifisso; e il terzo giorno risusciterà».

    Ora io non credo che Chiocca ed altri non conoscano queste parole ma nonostante questo si preferisce annunciare agli altri messaggi diversi tipo slogan studiati a tavolino come “DIO TI AMA, oppure come DIO VUOLE RISOLVERE I TUOI PROBLEMI” e molti altri, ma perché?

    Riflettendo sono giunto alla conclusione che lo fanno perché non credono nella POTENZA DI DIO, IL QUALE non ha bisogno di infiocchettare il messaggio che ci ha comandato di predicare perché gli altri giungano alla fede, DIO infatti È POTENTE DA FAR GRAZIA ad una persona affinché dopo aver ascoltato il VANGELO DI CTISTO, essa possa CREDERE IN GESÙ IL SUO FIGLIO come del resto si legge in Romani 9:16
    Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.

    Un’altra motivazione di questo loro comportamento credo dia per il fatto che non conoscono come Egli opera infatti noi dobbiamo ANNUNCIARE IL VANGRLO FI CTISTO GESÙ, e nel momento in cui lo facciamo sia davanti a tante o poche persone lo facciamo senza sapere prima chi sono voluto che crederanno ma certamente coloro che DIO HA PREDESTINATO A VITA ETERNA CREDERANNO e questo lo si vede leggendo in Atti 13:45-48
    Ma i Giudei, vedendo la folla, furono pieni di invidia e, bestemmiando, contraddicevano le cose dette da Paolo. Ma Paolo e Barnaba dissero con franchezza: «Era necessario che a voi per primi si annunciasse la Parola di Dio; ma poiché la respingete e non vi ritenete degni della vita eterna, ecco, ci rivolgiamo agli stranieri. Così infatti ci ha ordinato il Signore, dicendo:
    “Io ti ho posto come luce dei popoli,
    perché tu porti la salvezza fino all’estremità della terra”».
    Gli stranieri, udendo queste cose, si rallegravano e glorificavano la Parola di Dio; E TUTTI QUELLI CHE ERANO ORDINATI A VITA ETERNA, CREDETTERO.

    Ed anche qui quali erano le cose dette dall’apostolo Paolo che i giudei contraddicevano e delle quali alcuni lo pregarono invece di riparlarne il sabato seguente?
    Eccole ancora una volta a dimostrazione di qual MESSAGGIO ANNUNCIAVANO e vorrei Giacinto riportarle una ad una quando si legge in Atti 13:26-41
    Fratelli miei, figli della discendenza d’Abraamo, e tutti voi che avete timor di Dio, a noi è stata mandata la Parola di questa salvezza. Infatti gli abitanti di Gerusalemme e i loro capi non hanno riconosciuto questo Gesù e, condannandolo, adempirono le dichiarazioni dei profeti che si leggono ogni sabato. BENCHÉ NON TROVASSERO IN LUI NULLA CHE FOSSE DEGNO DI MORTE, CHIESERO A PILATO CHE FOSSE UCCISO. DOPO AVER COMPIUTO TUTTE LE COSE CHE ERANO SCRITTE DI LUI, LO TRASSERO GIÙ DAL LEGNO, E LO DEPOSERO IN UN SEPOLCRO. MA DIO LO RISUSCITÒ DAI MORTI; E PER MOLTI GIORNI EGLI APPARVE A QUELLI CHE ERANO SALITI CON LUI DALLA GALILEA A GERUSALEMME, I QUALI ORA SONO SUOI TESTIMONI DAVANTI AL POPOLO.
    E noi vi portiamo il lieto messaggio che la promessa fatta ai padri, Dio l’ha adempiuta per noi, loro figli, risuscitando Gesù, come anche è scritto nel salmo secondo:
    “TU SEI MIO FIGLIO,
    OGGI IO T’HO GENERATO”. Siccome lo ha risuscitato dai morti, in modo che non abbia più a tornare alla decomposizione, Dio ha detto così:
    “Io vi manterrò le sacre e fedeli promesse fatte a Davide”.
    Difatti egli dice altrove:
    “Tu non permetterai che il tuo Santo subisca la decomposizione”.
    Or Davide, dopo aver eseguito il volere di Dio nella sua generazione, si è addormentato, ed è stato unito ai suoi padri, e il suo corpo si è decomposto; ma colui che Dio ha risuscitato, non ha subìto decomposizione.
    VI SIA DUNQUE NOTO, FRATELLI, CHE PER MEZZO DI LUI VI È ANNUNCIATO IL PERDONO DEI PECCATI; E, PER MEZZO DI LUI, CHIUNQUE CREDE È GIUSTIFICATO DI TUTTE LE COSE, DELLE QUALI VOI NON AVETE POTUTO ESSERE GIUSTIFICATI MEDIANTE LA LEGGE DI MOSÈ. Guardate dunque che non vi accada ciò che è detto nei profeti:
    “Guardate, o disprezzatori,
    stupite e nascondetevi,
    perché io compio un’opera ai giorni vostri,
    un’opera che voi non credereste, se qualcuno ve la raccontasse”».

    Chiocca termina dicendo “OGGI”, vorrei rivolgere un esortazione a tutti quella che si legge in Ebrei 3:7-10
    Perciò, come dice lo Spirito Santo:
    «Oggi, se udite la sua voce,
    non indurite i vostri cuori come nel giorno della ribellione,
    come nel giorno della tentazione nel deserto,
    dove i vostri padri mi tentarono mettendomi alla prova,
    pur avendo visto le mie opere per quarant’anni!
    Perciò mi disgustai di quella generazione, e dissi:
    “Sono sempre traviati di cuore;
    non hanno conosciuto le mie vie”;

    Ecco DIO il PADRE ha STABILITO UN UNICA VIA E SI CHIAMA GESÙ CRISTO E IL NOSTRO ANNUNCIO DEVE ESSERE A LUI IL SIGNORE DEI SIGNORI E IL RE DEI RE.
    Pace

  2. fabio scrive:

    Pace, avrei avuto inserire questa testimonianza che avevo letto tempo fa sempre qui nel blog e solo oggi ne riporto il link http://giacintobutindaro.org/2020/08/05/rientro-nel-suo-ufficio-salvato/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.