Non è un dono se te lo devi guadagnare  – Predicazione del 3 Aprile 2024

Per scaricarla vai qua

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Non è un dono se te lo devi guadagnare  – Predicazione del 3 Aprile 2024

  1. Massimo Samadello scrive:

    Che tristezza Giacinto, riscontrare nessun commento da parte di qualcuno su questo argomento così davvero importante! O tutti coloro che ti ascoltano pensano di sapere già tutto, oppure si limitano meramente ad ascoltarti astenendosi però dall’ubbidire alla Parola di Dio! Quanti sapientoni ci sono nelle chiese religiose o settarie! Quanti!….Eh..loro hanno già i loro pastori benedetti dal Signore, pieni di Spirito Santo e via dicendo…pertanto ti ascoltano magari solo per curiosità per poi ridersela tra di loro, criticandoti e facendo di te un argomento su cui ironizzare e ridacchiare davanti alle loro tavole imbandite a spese della fratellanza, serviti e riveriti, occupando sempre i primi posti! Che amarezza!
    Pertanto Giacinto, se permetti vorrei farti una domanda. E’ scritto in Luca 15 : 7 “Vi dico che così ci sarà più gioia in cielo per un solo peccatore che si ravvede, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di ravvedimento”. Ed anche : “Io non sono venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori” (Luca 5:32). Queste parole di Gesù attestano pertanto che nel mondo ieri come anche oggi, vi sono dei giusti davanti a Dio, i quali non hanno bisogno di ravvedimento in quanto già scelti da Lui prima della fondazione del mondo e salvati per grazia! Mentre ve ne sono altri che la grazia ancora non li ha raggiunti e sono sulla via della perdizione…MA…ravvedendosi, il Signore farà grazia anche a loro! Giusto? Come gli operai dell’ultima ora, giusto?
    Qualche giorno fa mi sono imbattuto verbalmente con un mio conoscente che è chiaramente filomassone, il quale alla domanda se crede che la sua anima vivrà dopo la morte, mi ha risposto serenamente : “Non lo so”. Gli rispondevo che la sua era una risposta fasulla. O si o no! La via di mezzo non esiste! Gli chiedevo se credevo in Gesù, riconoscendolo quale figlio di Dio e Salvatore di chiunque crede in Lui. Mi rispondeva che lui credeva in Gesù alla stessa stregua dei Mussulmani, ovvero considerando Gesù un profeta! Quindi uno dei tanti profeti di Dio! Alla mia contestazione che si sbagliava, mi richiamava Matteo 7:21 : “Non chiunque mi dice Signore, Signore entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”. Perchè da buon filomassone questa persona, nonostante sia intelligente secondo questo mondo, preparata e capace nel suo lavoro, è convinta che quando morirà, male che vada potrà comunque giustificarsi davanti a Dio, pur ignorando Gesù, la sua Parola e la sua opera salvifica, menzionandoGli le opere compiute sulla terra quand’era in vita! Si dedica infatti anche ad attività umanitarie. Alla mia risposta che non credendo in Gesù non credeva nemmeno in Dio e pertanto le sue opere non sarebbero servite a nulla e che così facendo non avrebbe affatto salvata la sua anima, andava su tutte le furie, minacciandomi e indossato il giaccone si allontanava dal luogo dove ci trovavamo insieme ad altri conoscenti! Da ultimo, trovo molto interessante considerare altresì queste parole di Gesù : “Molti mi diranno in quel giorno : “Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato in nome tuo e in nome tuo cacciato demoni e fatto in nome tuo molte opere potenti?. Allora dichiarerò loro :” Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori” (Matteo 7:22-23). Tremenda realtà spirituale questa! Significa che molti sono convinti di fare la volontà di Dio, ma in realtà Dio non li ha mai conosciuti! Pertanto privi della Grazia di Dio, agiscono non secondo Verità. Operano quindi alle dipendenze dell’altro signore, che è il principe di questo mondo, ovvero Satana e non se ne rendono nemmeno conto! Quante anime purtroppo s’illudono di vivere secondo la Volontà di Dio facendo opere umanitarie, per scopi sociali, ma rifiutano la Parola di Dio perchè a dir loro è stata scritta da uomini affatto ispirati da Dio. E così vivono nell’ignoranza spirituale fino alla morte. Doppia amarezza! Pace.

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace Massimo, i giusti sono coloro che sono stati già giustificati da Dio, ovviamente per la Sua grazia mediante la fede.

  2. fabio scrive:

    Pace Massimo, Giacinto…
    La Scrittura parla molto chiaramente in Efesini 2:4-8
    4 Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore con cui ci ha amati, 5 anche quando eravamo morti nei peccati, ci ha vivificati con Cristo (è per grazia che siete stati salvati), 6 e ci ha risuscitati con lui e con lui ci ha fatti sedere nei luoghi celesti in Cristo Gesù, 7 per mostrare nei tempi futuri l’immensa ricchezza della sua grazia, mediante la bontà che egli ha avuta per noi in Cristo Gesù.
    8 INFATTI È PER GRAZIA CHE SIETE STATI SALVATI, MEDIANTE LA FEDE; E CIÒ NON VIENE DA VOI; È IL DONO DI DIO.

    purtroppo Massimo come sempre ricordi “non c’è niente di nuovo sotto il sole” e come prima anche oggi si cerca di insinuare nelle menti delle genti che la salvezza sia qualcosa che uno si meriti per qualcosa che ha fatto in vita, come una sorta di baratto, basti pensare alle non poche controversie che si legge in Atti 15:1
    Alcuni, venuti dalla Giudea, insegnavano ai fratelli, dicendo: «Se voi non siete circoncisi secondo il rito di Mosè, non potete essere salvati».

    Eppure si legge a chiarimento di ciò in Romani 3:9-26
    9 Che dire dunque? Noi siamo forse superiori? No affatto! Perché abbiamo già dimostrato che tutti, Giudei e Greci, sono sottoposti al peccato, 10 com’è scritto:
    «Non c’è nessun giusto,
    neppure uno.
    11 Non c’è nessuno che capisca,
    non c’è nessuno che cerchi Dio.
    12 Tutti si sono sviati, tutti quanti si sono corrotti.
    Non c’è nessuno che pratichi la bontà,
    no, neppure uno».
    13 «La loro gola è un sepolcro aperto;
    con le loro lingue hanno tramato frode».
    «Sotto le loro labbra c’è un veleno di serpenti».
    14 «La loro bocca è piena di maledizione e di amarezza».
    15 «I loro piedi sono veloci a spargere il sangue.
    16 Rovina e calamità sono sul loro cammino
    17 e non conoscono la via della pace».
    18 «Non c’è timor di Dio davanti ai loro occhi».
    19 Or noi sappiamo che tutto quel che la legge dice, lo dice a quelli che sono sotto la legge, affinché sia chiusa ogni bocca e tutto il mondo sia riconosciuto colpevole di fronte a Dio; 20 perché mediante le opere della legge nessuno sarà giustificato davanti a lui; infatti la legge dà la conoscenza del peccato.
    21 Ora però, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, della quale danno testimonianza la legge e i profeti: 22 vale a dire la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo, per tutti coloro che credono – infatti non c’è distinzione: 23 tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio – 24 ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. 25 Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare la sua giustizia, avendo usato tolleranza verso i peccati commessi in passato, 26 al tempo della sua divina pazienza; e per dimostrare la sua giustizia nel tempo presente affinché egli sia giusto e giustifichi colui che ha fede in Gesù.

    Cos’altro dire tutti hanno peccato senza distinzione, perché come spiega la Parola di Dio il peccato è la trasgressione della legge e secondo quanto letto prima non c’è nessun uomo TRANNE IL FIGLIO DI DIO GESÙ CRISTO, che abbia messo in pratica tutta la legge infatti se uno non uccide ma ruba è sotto maledizione in quanto Colui che ha detto di non uccidere è LO stesso che ha detto di non rubare, quindi se uno disubbidisce anche ad un solo comando delka Parola di Dio, xi rende colpevole di peccato e quindi è sotto il giudizio.

    Ha Dio è piaciuto farci grazia eh si Massimo, e noi tutti siamo testimoni che non è dipeso da noi, da meriti attribuibili a qualcosa che abbiamo fatto o detto, ma è dipeso tutto dalla volontà di DIO IL PADRE, che ci ha fatto GRAZIA ATTIRANDOCI AL SUO UNIGENITO FIGLIO GESÙ CRISTO, E CI HA FATTI PASSARE DALLA MORTE ALLA VITA SOLO PER LA FEDE IN LUI, CHE NEI TEMPI STABILITI DAL PADRE È STATO MANDATO SULLA TERRA PER OFFRIRE SE STESSO IN SACRIFICIO COME AGNELLO SENZA MACCHIA NE DIFETTO, MORI SULLA CROCE E RISORSE AL TERZO GIORNO, e noi siamo salvati solo per la FEDE IN LUI LA QUALE CI PERMETTE DI ESSERE GIUSTIFICATI E RESI GIUSTI IN GESÙ CRISTO.

    Anche in Filippesi 2:5-8 si legge
    5 Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù, 6 il quale, pur essendo in forma di Dio, non considerò l’essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente, 7 ma svuotò se stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini; 8 trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce.

    Massimo, per quanto riguarda il filomassone non ci sorprende la sua reazione, infatti una delle cose che anche Guacinto ricorda spesso nelle predicazione è ripreso da quanto si legge in 1Giovanni 4:1-3
    1 Carissimi, non crediate a ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio; perché molti falsi profeti sono sorti nel mondo. 2 Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito, il quale riconosce pubblicamente che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 3 e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell’anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo.

    Le risposte che ti ha dato sono le stesse che darebbero tanti altri che fanno parte della massoneria ma ancor di più la cosa che ci deve far riflettere è che queste risposte oggi vanno per la maggiore in molte comunità che si dicono cristiane facendo apparire in secondo piano il SACRIFICIO ESPIATORIO COMPIUTO DA GESÙ CRISTO IL FIGLIO DI DIO, descrivendoLO come uno dei tanti profeti ma Gesù stesso disse in Luca 10:24
    Perché vi dico che molti profeti e re hanno desiderato vedere quello che voi vedete, e non l’hanno visto; e udire quello che voi udite, e non l’hanno udito».
    Ed anche in Giovanni 8:56
    Abraamo, vostro padre, ha gioito nell’attesa di vedere il mio giorno; e l’ha visto, e se n’è rallegrato».

    Ma il loro pensiero ecumenico come ripeto non ci deve sorprendere perchè fa parte di quanto LA PAROLA DI DIO ci fa conoscere in 2Tessalonicesi 2:9-12
    9 La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi, 10 con ogni tipo d’inganno e d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all’amore della verità per essere salvati. 11 Perciò Dio manda loro una potenza d’errore perché credano alla menzogna; 12 affinché tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma si sono compiaciuti nell’iniquità, siano giudicati.

    E chi è che manda loro una potenza di errore perché credano alla menzogna?
    Vedi Massimo come tutto ci riporta al titolo di questa predicazione e a quella Verità che molti cercano di celare, ma nessuno si illuda perché si legge ancora in Romani 9:16
    Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.

    Quindi anche noi come l’apostolo Paolo, come del resto hai fatto tu Massimo con l’uomo che hai descritto mettiamo in pratica le parole che ebbe a dire l’apostolo Paolo in Romani 1:16

    Infatti non mi vergogno del VANGELO; PERCHÉ ESSO È POTENZA DI DIO PER LA SALVEZZA DI CHIUNQUE CREDE; DEL GIUDEO PRIMA E POI DEL GRECO;

    E anche ribadiamo con certezza quanto si legge in 1Timoteo 2:5-6
    5 INFATTI C’È UN SOLO DIO E ANCHE UN SOLO MEDIATORE FRA DIO E GLI UOMINI, CRISTO GESÙ UOMO, CHE HA DATO SE STESSO COME PREZZO DI RISCATTO PER TUTTI; questa è la testimonianza resa a suo tempo,

    Ed anche ripetiamo con forza quanto il nostro Signore Gesù Cristo ebbe a dire e dice ancora oggi e dirà domani in Giovanni 14:6
    Gesù gli disse: «IO SONO LA VIA, LA VERITÀ e LA VITA; NESSUNO VIENE AL PADRE SE NON PER MEZZO DI ME.

    Massimo perdonami se sono stato lungo ma un ultima riflessione su queste parole che si leggono in Marco 2:17
    Gesù, udito questo, disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non sono venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori».

    Vi prego di correggermi se sbaglio, ma si condivido quanto hai scritto e quanto ti ha risposto Giacinto che “i giusti sono coloro che sono stati già giustificati da Dio” na credo anche che Gesù rispondeva a questa domanda che si legge al versetto precedente in Marco 2:16-17
    16 Gli scribi che erano tra i farisei, vedutolo mangiare con i pubblicani e con i peccatori, dicevano ai suoi discepoli: «Come mai mangia con i pubblicani e i peccatori?»

    Poiché gli scribi e i farisei si ponevano su un piano superiore, si consideravano come giusti come sani, come coloro che non avevano necessità di ravvedersj dei loro peccati, che non avevano necessità di andare dal medico e fi conseguenza ecco la Giusta risposta a coloro che giudicandoLO ingiustamente rispose affermando che la SUA venuta non era per chiamare colororo che si ritenevano giusti grazie a quello che facevano o alla classe sociale a cui appartenevano ma la SUA venuta era rivolta a quelli che riconoscevano per grazia di Dio di essere dei peccatori di essere dei malati che avevano necessità di salvezza, e credo che questo ci può aiutare a comprendere meglio secondo quanto si legge in Luca 18:10-14
    10 «Due uomini salirono al tempio per pregare; uno era fariseo, e l’altro pubblicano. 11 Il fariseo, stando in piedi, pregava così dentro di sé: “O Dio, ti ringrazio che io non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri; neppure come questo pubblicano. 12 Io digiuno due volte la settimana; pago la decima su tutto quello che possiedo”. 13 Ma il pubblicano se ne stava a distanza e non osava neppure alzare gli occhi al cielo; ma si batteva il petto, dicendo: “O Dio, abbi pietà di me, peccatore!” 14 Io vi dico che questo tornò a casa sua giustificato, piuttosto che quello; perché chiunque s’innalza sarà abbassato; ma chi si abbassa sarà innalzato».

    Pace Massimo e pace Giacinto e pace a tutti coloro che ricercano la volontà di Dio con sincerità di cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.