Il quartiere Coppedè a Roma e i suoi simboli esoterici-massonici

Coppedè

Il quartiere Coppedè a Roma abbonda di simbologia esoterica massonica e questo perché chi lo ha progettato, l’architetto Gino Coppedè, era un massone dedito all’esoterismo. Questo conferma per l’ennesima volta che i massoni lasciano la loro «firma» sulle loro opere, e se sono quindi architetti la loro firma la lasciano sulle loro opere architettoniche. Ecco una breve descrizione di questo quartiere e alcuni cenni biografici sul suo architetto.

«Una quarantina di edifici, poche strade, un’unica piazza, una sola fontana: un po’ piccolo per essere chiamato quartiere, ma enorme nel suo potenziale fantastico, pulsante di infiniti suggestivi dettagli. Il suo ideatore, l’architetto fiorentino Gino Coppedè, morì a Roma nel 1927. La biografia ufficiale riporta che morì di cancrena polmonare. La biografia non ufficiale parla invece di suicidio per questo architetto che sarebbe morto in “odore di satanismo”. In realtà COPPEDÈ ERA MASSONE E STUDIOSO DI ESOTERISMO, e dunque di simbologia, e nel realizzare questo Quartiere ha inteso tracciare un vero e proprio percorso iniziatico, segnato e contrassegnato da una ricca simbologia che attraversa secoli di tradizione: dalle coppie di colonne che si rifanno alle bibliche e massoniche colonne del Tempio di Salomone alle tanti torre e torrette che rimandano all’altrettanto biblica e massonica Torre di Babele, per non parlare dei mascheroni e grifoni dell’arte gotica delle cattedrali dei Templari e di un’infinità di richiami a miti classici e a tradizioni medievali come, ad esempio, cavalieri, dame, fate e streghe».
Fonte: http://060608.it/it/eventi-e-spettacoli/visite-guidate-e-didattica/il-fantastico-quartiere-coppede.html

Ecco una puntata della serie «Vivere l’architettura» che tratta il tema “L’architettura e i simboli dell’esoterismo” (min. 5:53) in cui si parla di questi simboli esoterici presenti in questo quartiere di Roma.

(Dopo il video clip sul quartiere Coppedè ascoltate attentamente quello che dice il professore Marcello Fagiolo, professore ordinario di Storia dell’Architettura presso l’Università di Roma “La Sapienza” e autore del libro «ARCHITETTURA E MASSONERIA. L’ESOTERISMO DELLA COSTRUZIONE», alla domanda della giornalista ‘Quanto il mestiere di architetto ha di fatto a che fare con l’esoterismo?’ perchè è VERAMENTE MOLTO INTERESSANTE – dal minuto 16)

Peraltro leggiamo su Wikipedia che «per la sua particolare architettura il Quartiere Coppedè fu scelto dal regista Dario Argento come sfondo per alcune scene dei suoi film Inferno e L’uccello dalle piume di cristallo e nel 1976 dal regista Richard Donner per le sequenze iniziali del film Il presagio» (http://it.wikipedia.org/wiki/Quartiere_Copped%C3%A8): tutti film questi genere HORROR!

La ragione di questo mio post è la seguente: mettervi in guardia dagli architetti massoni (e ce ne sono tanti), i quali mettono simboli esoterici-massonici nei locali di culto che essi progettano per le Chiese (e i pastori massoni – nel caso il pastore della Chiesa sia anche lui un massone – ne sono consapevoli), che ovviamente poi essi presentano ai «profani» (i non massoni) come dei semplici elementi decorativi o semplici forme architettoniche ma che per i massoni e coloro che sono dediti all’esoterismo hanno un significato occulto ben preciso, e questi simboli – che quindi sfuggono agli occhi dei profani – non sfuggono agli occhi dei massoni, che riconoscono immediatamente in essi la firma di un loro fratello massone.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Illuminati, Massoneria, Occultismo e Spiritismo, Satanismo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Il quartiere Coppedè a Roma e i suoi simboli esoterici-massonici

  1. marco scrive:

    Se questo signor butindaro avesse la benche minima idea del significato della parola esoterismo, probabilmente si vergognerebbe della mala fede con cui getta fango su persone ben piu tolleranti e rispettose di lui

    • giacintobutindaro scrive:

      E chi sarebbero queste persone ben piu tolleranti e rispettose di me, su cui io getterei fango? Sono i fratelli del filosofo Voltaire? Guarda, lascia perdere queste ciance, so cosa significa esoterismo, e so quali sono le dottrine esoteriche che insegna la Massoneria, e siccome sono dottrine di demoni, le smaschero, assieme ai simboli con cui promuove queste sue dottrine esoteriche.

  2. Massimo scrive:

    @ MARCO, non puoi certamente ignorare che ogni artista nel tempo ha sempre dato e lasciato la sua impronta personale sulle sue opere! Comunque, per notizia, sei ancora in tempo per prenotarti On-Line una “visita guidata” proprio nel quartiere Coppedè domenica 7 maggio 2016 . Clicca su google questo :
    ROMA ESOTERICA: IL QUARTIERE COPPEDÈ visita guidata animata.
    ROMA ESOTERICA. Le meraviglie del Quartiere Coppedé: simboli, misteri e stupefacenti apparizioni. Un percorso animato all’interno del quartiere romano celebre per le bizzarrie architettoniche di un “artifex” massonico, laddove magia, alchimia ed esoterismo evocano atmosfere surreali.
    Pertanto, prima leggiamo, ci informiamo e poi scriviamo!
    Pace Giacinto.

  3. Daniele scrive:

    In quale libro ha letto che Gino Coppedè era un massone? E’ una sua deduzione o un’affermazione documentata?

    • giacintobutindaro scrive:

      Non è una mia deduzione, ma è riportato da alcuni che Coppedè era massone, come qua dove la dottoressa Donatella Cerulli, storica e giornalista, dice che Coppedè era massone http://www.romacheap.it/altro/15335/il-fantastico-quartiere-coppede.html?utm_source=feadreader&utm_medium=feed-rss&utm_campaign=romacheap-rss e difatti la sua firma massonica è evidente nelle sue opere architettoniche.

      • Daniele scrive:

        Grazie, contatterò la giornalista. In realtà nei libri che ho letto io (il più autorevole è “I Coppedè” di Cozzi-Bossaglia), non si afferma mai che Coppedè fu un massone. Anche in “Roma massonica”, l’autore Roberto Quarta lo dice ma non lo afferma su una base documentata (pare più una sua deduzione). Inoltre è vero che il quartiere Coppedè è enigmatico, ma non vi è in esso alcun simbolo che possa richiamare in maniera diretta la massoneria (ad es.non vi è il compasso, la squadra, non vi è l’uroboro, non vi sono ampolle, androgini… insomma nessun richiamo diretto). Il quartiere Coppedè (su cui ho scritto un romanzo che si addentra anche negli aspetti esoterici: “Caffè Coppedè”, e su cui sto scrivendo un altro libro), pare più la PARODIA di un rito o percorso iniziatico che dir si voglia. Però, ripeto, magari mi sbaglio. Sarebbe fondamentale capire se Gino Coppedè sia stato davvero un massone. Ora contatto la Cerulli, l’ideale sarebbe riuscire a mettersi in contatto con qualche suo erede. Oppure capire se i COMMITTENTI del quartiere coppedè erano massoni. Se lei può aiutarmi in questo senso (a diradare le nebbie sulla presunta appartenenza alla massoneria di Coppedè) le sono grato.

        • Daniele scrive:

          Ho fatto una ricerca presso il G.O.I Grand’Oriente d’Italia, e Gino Coppedè non risulta negli elenchi. Quindi credo non si possa definire “massone”. Saluti

          • Daniele scrive:

            Ho interpellato anche il L.A.M, e anche a loro non risulta niente di Coppedè. Quindi credo di poter dire con CERTEZZA SCIENTIFICA che Gino Coppedè non era un massone. Spero che rettifichi il suo articolo. Daniele Botti

          • giacintobutindaro scrive:

            Daniele, ma tu sai cos’è la Massoneria? Ma lo sai che ci sono tante e tante altre obbedienze massoniche sia in Italia che all’estero, e che ci sono anche logge segrete, ed anche tanti massoni all’orecchio? Sai chi sono i massoni all’orecchio? Si dicono all’orecchio perché il loro nome non compare nelle liste ufficiali delle obbedienze massoniche! Dunque ragionare come ragioni tu non è corretto. Ci sono personaggi che sono in pose massoniche evidenti e che non risultano negli elenchi ufficiali, cosa vuole dire questo? Che non erano massoni? No, solo che erano massoni ma non risultano negli elenchi ufficiali, tutto qua, ma i loro segni segreti massonici li hanno lanciati per farsi riconoscere dai loro fratelli. E difatti i massoni li riconoscono come massoni.

            Ed a conferma di ciò ti cito il caso di Giulio Andreotti: pare che non ci sia fino ad ora un elenco ufficiale di massoni in cui lui compare, eppure viene dato da diversi come massoni.
            Ti metto qua parte di un libro (I segreti della massoneria in Italia eBook
            di Antonella Beccaria) dove si parla della sua appartenenza alla Massoneria. Le testimonianze ci sono dunque sull’appartenenza di Andreotti alla Massoneria, ma i documenti ufficiali di una obbedienza ancora no.

            Io credo fermamente alle testimonianze, che sono confermate da questa sua foto in cui Andreotti fa una CHIARISSIMA posa massonica.

  4. marco scrive:

    Io penso che sareste voi a dovervi informare realmente su cio’ di cui scrivete e millantate conoscenza… essere massoni non significa delinquere sapete?se voi aveste soltanto partecipato una sola volta ad una tornata massonica, ed aveste ascoltato gli argomenti di cui si parla, davvero vi vergognereste di come additate i massoni alla stregua di delinquenti e addirittura “satanisti”.
    Una pochezza culturale cosi evidente non l avevo mai vista…giusto sotto la Santa Inquisizione ….
    e tutto questo per cosa? Per vendere qualche copia in piu’ di questa spazzatura editoriale? Signor Butindaro, se io le chiedessi un solo argomento di cui si discute in una riunione di Loggia massonica lei non sarebbe in grado neppure di intuirne la risposta….
    e glie lo dice un massone di vecchio corso, persona integerrima, solidale e corretta nei confronti di tutti.
    come lo erano, fra migliaia, personaggi quali DAnnunzio, Pascoli,Toto’, Collodi, chopin, mozart, Verdi, e migliaia di altri che non le sto qui a citare, altro che adoratori di demoni….

    • giacintobutindaro scrive:

      Non so a cosa si riferisca quando dice ‘Per vendere qualche copia in piu’ di questa spazzatura editoriale?’, perchè io non vendo niente: dono tutto grauitamente, lo sanno tutti. Per il resto, so bene che aderire alla Massoneria non è reato, ma per un Cristiano aderirvi è un peccato, e noi condanniano la doppia appartenenza. Io affronto la questione dal punto di vista spirituale, e non combatto contro di voi massoni, ma contro Satana che voi servite e adorate. E quindi confuto le vostre menzogne per mettere in guardia i Cristiani dalla dottrina massonica. Poi certamente ci sono dei massoni che commettono dei reati, ma spetta alle autorità preposte processarli e punirli. Io non vado dicendo che tutti i massoni commettono reati, ma che tutti i massoni adorano e servono Satana, perchè questo l’ho potuto appurare. A proposito di quei massoni integerrimi e corretti nei confronti di tutti – come li chiama lei – le ricordo un suo fratello molto famoso che lei non ha citato, mi riferisco a Giosuè Carducci, l’autore dell’ Inno a satana. Ecco, quell’inno si può definire l’inno massonico per eccellenza. Molto chiaro. In merito alle vostre tornate, ho letto diverse tavole architettoniche quindi so alcune delle tematiche voi affrontate nelle vostre tornate: spazzatura. Infine, le dico di ravvedersi e credere nel Vangelo di Cristo, la sua ora si avvicina, e se morirà nei suoi peccati, se ne andrà all’inferno, nelle fiamme.

  5. marco scrive:

    Guardi….proprio per la tolleranza ed il rispetto che ho per tutte le religioni ed opinioni altrui, non vado avanti in questa diatriba….la lascio alla sua ignoranza sull argomento, che la rende talmente cieco da non poter, o voler riconoscere un insegnamento iniziatico da uno addirittura “satanico” (se lei ha letto, davvero dei nostri argomenti, mi sembra assoluta malafede quella di additarci come adoratori di Satana….concetto distante anni luce da cio che noi ricerchiamo per migliorare noi stessi)la saluto e la lascio alle sue intolleranti predicazioni, che vedo sconfinano a volte nel fanatismo dogmatico

    • giacintobutindaro scrive:

      Guardi, conosco sia il vostro insegnamento iniziatico che il vostro percorso iniziatico, e so bene quello che dico. Sì, ribadisco, voi siete adoratori di Satana, e le dico anche questo: certo, ci sono massoni che adorano Satana senza saperlo, ma sempre Satana adorano. Sono stati ingannati dai gradi alti in merito all’identità del grande architetto dell’universo (GADU), e per questo magari non pensano di adorare Satana ma Dio. Il fatto è che ai massoni viene fatto credere che possono chiamare Dio come vogliono, e che la Massoneria lo chiama grande architetto dell’universo, ma l’inganno sta in questo, che nel momento in cui viene chiesto ad uno di voi (come al grande oratore della vostra obbedienza, che è un massone di alto grado che conosce l’insegnamento esoterico della Massoneria approfonditamente) se per la Massoneria il GADU è YAHWEH, ossia l’Iddio degli Ebrei, la risposta è un secco e categorico NO. Per cui, chi può essere, visto e considerato che il GADU viene definito un Dio sconosciuto e inconoscibile, superiore a YAHWEH? Ovvio, è Satana. Ma la Massoneria tiene nascosta la vera identità del GADU.

  6. marco scrive:

    Quindi….se uno risponde che il mio Dio non e’ Yahveh….implicitamente dice che adora Satana????
    Quibdi i 5 miliardi di persone che non adorano Yahweh…sono tutti satanisti???
    Io non so piu su che piano portare la conversazione, visto che e’ scaduta nel ridicolo

    • giacintobutindaro scrive:

      Attento, la dottrina esoterica della Massoneria dice che il GADU è il Dio supremo ed è un Dio superiore a YAHWEH, e non solo, ma anche AVVERSO A YAHWEH, quindi …

  7. marco scrive:

    Ma questo ste idiozie dove le legge?

    • giacintobutindaro scrive:

      Idiozie? Evidentemente legge poco, eppure la Biblioteca del Grande Oriente è ben fornita … vada a leggersi qualche libro di esoterismo di qualche autore importante della Massoneria Italiana

  8. marco scrive:

    Le assicuro…anche la mia biblioteca e’ molto ben fornita, anche di testi che lei di certo brucerebbe volentieri su una pira, quali il Corano ed il Libri tibetano dei morti.
    Da me invece questi libri ,ammiccano e si stringono la mano con diverse copie del nuovo e del vecchio testamento, perche come dice lei esiste un solo Dio, e’ovvio….ma io rispetto che gli altri lo possano chiamare Allah o Manitu,l importante e’ che la loro interiorita’ tragga beneficio dalla visione che ne hanno e che i loro comportamenti non ledano le liberta altrui, eventualmente(si tappi le orecchie), anche quella di praticare l orientamento sessuale che piu’ gli si addice…

    • Massimo scrive:

      @ Marco, le parole degli uomini non valgono nulla di fronte alla Parola di Dio!
      E’ la Parola di Dio che fa la differenza sostanziale! Essa è fondamentale per un credente cristiano! Ogni altro libro vale men che zero! E riguardo alle migliaia di deità che gli uomini si son fatti per loro proprio uso e consumo, inventati e cui hanno anche attribuito nomi, titoli, costruito anche le più superbe cattedrali, templi ecc. nei secoli e per i quali hanno anche celebrato e tuttora celebrino le migliori, solenni e sfarzose liturgie di adorazione e culto, la Parola di Dio è chiarissima al riguardo :
      ” Ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto Egli ha dato il diritto di diventare figli di Dio; a quelli cioè che credono nel suo nome; i quali non sono nati da sangue, nè da volontà di carne, nè da volontà d’uomo, ma sono nati da Dio” ” (Giovanni 1:12-13).
      Perciò se tu Marco credi veramente in Gesù, credi con tutto il tuo cuore che Egli è il Figlio di Dio, automaticamente acquisisci il diritto di essere “figlio di Dio”, altrimenti resti un figlio d’ira. Punto! La differenza la fa sempre e soltanto GESU’ e basta!
      Credi in Gesù sì, no? Se credi in Lui hai anche il Padre, ovvero Dio, il Creatore dei cieli e della terra, altrimenti sei figlio dell’altro signore, sì di Satana e fai, parli, agisci secondo la volontà di quest’ultimo! E’ così difficile comprendere questo? Piuttosto, mi rendo conto che sia difficile accettarlo; è difficile accettare questa semplice Verità quando si è sotto il dominio di Satana! Devi nascere di nuovo!
      E’ scritto :” Nessuno viene a me se non è il Padre mio che lo attira”. E’ altresì scritto: “Nessuno va al Padre se non per mezzo di me” e ancora :” Io e il Padre siamo uno”. E allora Marco?
      Cerca e falle tue queste parole eterne nella Parola di Dio! Metti da parte gli altri libri che ti fanno perdere soltanto del tempo prezioso e leggi, medita invece ciò che lo Spirito Santo ha fatto scrivere a degli uomini di Dio per il bene e la salvezza di chiunque crede in Gesù e nella sua santa Parola! Lui che è il Verbo fatto carne!
      Sappi che se hai il Figlio, ovvero Gesù, il Cristo di Dio, hai anche il Padre, altrimenti sei figlio di Satana! Ti è chiaro? Se servi l’uno, non puoi servire anche l’altro.
      Gesù ha lasciato la gloria per venire a morire per tutti gli uomini! Lui è il Salvatore “solo ed esclusivamente” di quelli che credono in Lui e nella sua Parola! Lui ti farà conoscere l’unico vero Dio e Padre! Se credi in Gesù avrai la Salvezza e la Vita eterna; non c’è un’altra Via. Ma se rifiuti di credere in Gesù e di obbedire alla sua Parola, non hai speranza alcuna, ma bensì sei in attesa di una condanna eterna!
      Esiste un solo Dio e Creatore ed è quello della Bibbia! Ma ora come ora Marco i tuoi libri ed il tuo sapere fondato purtroppo sul solo sapere di altri umani ti portano meramente ed inevitabilmente a servire il “principe di questo mondo” che con i suoi raggiri, inganni e menzogne ha cercato a suo tempo di tentare anche il Figlio di Dio, il quale, per amore nostro, aveva assunto la nostra stessa natura umana, benchè fosse lui stesso Dio e contestualmente Figlio di Dio, perchè appunto un tutt’uno con Dio Padre. RAVVEDITI!

    • Lyudmyla scrive:

      MARCO…io lascerei stare..non ha senso di sprecare le sue energie cercando a far capire qualcosa su massoneria alle persone che credono ciecamente alla chiesa….non c’è peggior sordo che non vuol sentire…Per loro Lucifero é il satana e non portatore della Luce..

      • Massimo scrive:

        @ Lyudmyla, vedo che Marco dal giorno 17 luglio 2016 in poi non ha più sprecato energia alcuna, o mi sbaglio?
        Abbi pazienza e permettimi di precisarti due cose :
        1) La mia Fede, come quella di Giacinto e molti altri, è fondata unicamente su GESU’ CRISTO, il FIGLIO di DIO e la sua PAROLA, ovvero il VANGELO della Grazia!
        Pertanto, credo fermamente nella CHIESA, però non quella o meglio quelle che magari intendi tu e purtroppo molti altri, costruite da mani d’uomo, ma bensì ” nella CHIESA DEL DIO VIVENTE che E’ COLONNA E SOSTEGNO DELLA VERITA!
        (1° Timoteo 3:15). Di conseguenza credo nella CHIESA formata unicamente da chiunque ha creduto in GESU’ CRISTO (Giovanni 1:12).
        Vorrei ricordati una delle tante verità rivelateci da Gesù nel suo Vangelo :” “Io sono la VIA, VERITA’ e VITA.; nessuno viene al PADRE se non per mezzo di ME” (Giovanni 14:6).

        2) Il nome “Lucifero” significa certamente “colui che porta e diffonde la luce”, ma per noi Credenti in CRISTO GESU’, questo Lucifero non è altro che un “angelo decaduto”. Di lui puoi leggere in Isaia 14:12-16, paragonandolo al re di Babilonia!
        Ne parla anche Gesù in Luca 10:18. Come pure leggiamo della sua caduta e rovina eterna in Apocalisse 20.
        Quindi, come potrei affidarmi ad un eterno decaduto e sconfitto?
        Pertanto chi è davvero il sordo che non vuol sentire ed il cieco che non vuol vedere?
        Se è scritto e io lo credo fermamente :” Nel principio era la PAROLA…..In Lei era la VITA, e la Vita era la LUCE degli uomini. La LUCE splende nelle tenebre, e le tenebre non l’hanno sopraffatta….La VERA LUCE CHE ILLUMINA OGNI UOMO stava venendo nel mondo….e la PAROLA è diventata carne e ha abitato un tempo fra di noi” (Giovanni 1:1-14).
        Come non credere? Quale altra “stella” cercare, chi potrebbe portare una luce più grande? Gesù è la LUCENTE STELLA DEL MATTINO (Apocalisse 22:16). Lyudmyla, l’hai mai letto?
        Gesù stesso afferma chiaramente :” IO SONO LA LUCE DEL MONDO; chi mi segue NON camminerà nelle tenebre, ma avrà la LUCE DELLA VITA” (Giovanni 8:12).
        Lyudmyla, a quale portatore di luce ti stai affidando?
        Che sorta di luce poi ti offre il tuo Lucifero?
        Sappi però che hai rinunciato ad una Luce molto più grande e sicura.
        Se tu vedessi poi, uno/a che sta percorrendo una strada scarsamente illuminata e soprattutto sai che lo condurrà a morte sicura e peggio alla morte eterna, tu non lo avvertiresti forse? Giacinto lo sta facendo da tempo!
        Quindi da oggi non hai più alcuna scusante!
        E’ altresì scritto : ” Chi è ingiusto continui a praticare l’ingiustizia, e chi è santo si santifichi ancora……IO (GESU’) sono la radice e la discendenza di Davide, la lucente STELLA DEL MATTINO” (Apocalisse 22:11-16).
        Lyudmyla RAVVEDITI finchè sei in tempo!

  9. fabio scrive:

    Pace,
    Caro Marco ho seguito lo scambio di discorsi tra lei e Giacinto e vorrei fare una sola domanda se possibile:lei dice che la sua biblioteca è molto ben fornita oserei dire al contrario della mia però scrive che tutti i suoi libri si stringono le mani con diverse copie del Nuovo e del Vecchio Testamento, ma questi libri riconoscono che GESU’ E’ L’UNICO FIGLIO DI DIO VENUTO NELLA CARNE NELLA PIENEZZA DEI TEMPI? (si lo riconoscono oppure no non lo riconoscono)
    La Bibbia nel Nuovo Testamento parla senza mezzi termini affermando questo:
    1 Giovanni 4,2
    Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio;

    1 Timoteo 1,15
    Questa parola è sicura e degna di essere da tutti accolta: Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori e di questi il primo sono io.

    ciò che Giacinto denuncia suonando la tromba credo si possa leggere in quelle parole che scrisse Paolo:
    1Corinzi 5 9-13
    Vi ho scritto nella lettera precedente di non mescolarvi con gli impudichi. Non mi riferivo però agli impudichi di questo mondo o agli avari, ai ladri o agli idolàtri: altrimenti dovreste uscire dal mondo! Vi ho scritto di non mescolarvi con chi si dice fratello, ed è impudico o avaro o idolàtra o maldicente o ubriacone o ladro; con questi tali non dovete neanche mangiare insieme. Spetta forse a me giudicare quelli di fuori? Non sono quelli di dentro che voi giudicate? Quelli di fuori li giudicherà Dio. Togliete il malvagio di mezzo a voi!

    il fatto è che vi sono tanti che si fanno passare per cristiani ma Paolo mette in guardia da costoro perchè essi sono peggio di quelli “di fuori”, perché sono come una malattia che il corpo non riconosce come dannosa ma in realtà quando entra dentro fa danni a non finire… essa non è avvertita dal corpo ma bensì dallo Spirito di Dio che mette in guardia i santi .

    Pace ai santi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.